Il nostro gruppo FacebookSiamo anche su TwitterIl canale Youtube di CanaleSiciliaSiamo anche su Google Plus

In anteprima i video e servizi di CanaleSicilia

Adesso in trasmissione

Articoli divisi per mese

Seguici su Twitter

Seguici su Google+

Sedute Parlamento ARS

Diretta Streaming Sedute Parlamento Ars

Sicilia – Impignorabilità della prima casa: approvato dall’Aula il ddl

On. Vanessa FerreriFinalmente il ddl sull’impignorablità della prima casa ha avuto l’ok dell’aula. Dopo attese e numerosi rinvii, sala d’Ercole ha approvato il testo targato Movimento 5 stelle che mira ad allentare la stretta degli enti riscossori, mettendo al sicuro uno dei beni più preziosi per il cittadino, la prima abitazione. Non solo, il testo licenziato a Palazzo dei Normanni mira a mettere al sicuro pure i beni mobili ed immobili strumentali all’esercizio di impresa.

Il disegno di legge, prima firmataria Vanessa Ferreri, è stato accorpato ad altri due sullo stesso tema, di cui uno di matrice governativa,. “La materia trattata – affermano i deputati Cinquestelle – è di competenza nazionale, spetta cioè alla Camera e al Senato legiferare a tal proposito, ma grazie alla legge-voto, abbiamo oggi la grande occasione di spingere il Parlamento nazionale su questo terreno, specie se dietro ci verranno, come speriamo, altri consigli regionali, con approvazione di ddl analoghi. Su questo punto non pensiamo possano esserci steccati partitici, la prima casa non si pignora”.

Soddisfatta Vanessa Ferreri,  che ha dato le dimensioni del problema pignoramenti con la forza delle cifre: “Attualmente in Sicilia sono all’asta quasi 9000 immobili e la gente si suicida. Questo ddl deve proseguire la sua strada a Roma subito”.

Anche l’ex capogruppo Cancelleri ha ribadito l’importanza dell’interessamento del governo nazionale al problema e in aula ha sollecitato il capogruppo del Pd Gucciardi a pressare Renzi a far andare avanti il disegno di legge licenziato oggi dall’aula.

Intanto il Movimento 5 Stelle ha annunciato che presenterà domani mattina la sua mozione di sfiducia a Crocetta, che è stata firmata da pezzi del centro destra. All’atto, che mira a disarcionare il governatore, hanno apposto la firma Vinciullo, Falcone, Assenza, Giovanni Greco, Cordaro, Musumeci e Formica.

“A questo punto – dicono i deputati  – il 26 ottobre diventa sempre più importante essere in piazza del Parlamento per lo sfiduciaday”.

La presentazione della mozione mira a disinnescare la manovra del governo, che mira a salvare gli assessori Scilabra e Vancheri, su cui pendevano due mozioni di censura.

“Per arginare le sporche e vergognose a manovre del governo e della maggioranza – dicono i deputati – sfiduciamo Crocetta e di conseguenza tutti gli assessori. Siamo stanchi di questa continua farsa sul rimpasto”.

Sicilia – Impignorabilità della prima casa: approvato dall’Aula il ddl 2014-10-22T19:52:00+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

A San Piero Patti nasce l’Associazione Sportiva Young People Power

Cristian LamancusaA San Piero Patti, cittadina montana in Provincia di Messina, nasce una nuova realtà sportiva. L’associazione Sportiva Young People Power, con Presidente Lamancusa Cristian foto tratta da facebook (ragazzo impegnato in più di un’attività sportiva nel proprio paese), forma ed iscrive per la prima volta una squadra, pronta ai nastri di partenza per disputare un campionato FIGC – terza categoria – il tutto reso possibile anche con l’ausilio di qualche sponsor che il Presidente ringrazia per lo sforzo economico in un periodo del genere e che senza questo “contributo” tutto ciò non era possibile.

La squadra, composta per lo più da persone appassionate di calcio e giovani vogliosi, ha per lo più ragazzi del paesino in questione, con qualche giovane ragazzo proveniente dai paesi limitrofi di Montagnareale, Patti e Librizzi. Ragazzi che prendono parte per la prima volta ad un campionato FIGC, guidati in campo da qualche “vecchietto”.

A tal proposito intervistiamo l’allenatore Giuseppe Princiotta foto tratta da facebook, con un passato da giocatore di categoria superiore e che con grande entusiasmo accetta la sfida proposta dai fratelli Lamancusa (Cristian e Marco) per far da guida ai ragazzi.

D - Mister, dopo la passata stagione, esperienza sfortunata terminata con un esonero a gennaio nonostante il primo posto in classifica, inizia una nuova avventura, completamente diversa dalla precedente in quanto è alla guida di una squadra che si affaccia per la prima volta nel panorama calcistico. Molti giocatori non hanno mai preso parte ad un campionato FIGC. Cosa si aspetta e quali sono gli obiettivi?

Giuseppe PrinciottaR - Si, un’esperienza quella dello scorso anno che ancora oggi, dopo tanti mesi, non so come definire, sicuramente mi ha fatto capire tante, tantissime cose, situazioni che con la mia poca esperienza come conduttore tecnico non comprendevo, sai da calciatore è sempre diverso, non ci si mette mai nei panni di chi ti guida ma questa piccola parentesi alla guida dell’Iniziativa sicuramente mi ha dato una grande conoscenza di come funziona questo mondo, uno strano mondo in effetti, dove in un batter d’occhio perdi amici di lungo corso ma ne ritrovi altri che pensavi non fossero tali ed invece ……. E’ stato bello comunque ricevere da quasi tutti i giocatori e non solo, un plauso del lavoro che abbiamo svolto con Giuttari fino a gennaio.
Detto questo, la nuova avventura si presenta, come mi aspettavo, piena di insidie, intanto perché, come hai ben detto, è un campionato nuovo per quasi tutti, più della metà della rosa, formata da 28 unità, non ha mai partecipato ad un campionato ufficiale FIGC e dunque è dura in alcuni casi far comprendere che il lavoro fatto bene alla lunga paga, certo non è stato facile in questo mese allenarci per STRADA, senza 1 € di contributo dalle Istituzioni, senza un posto adeguato per poter formare un buon gruppo, però, credo che questo sia stato un grande punto di forza, la rabbia dei ragazzi, ribadisco 28, che non hanno perso quasi neanche un allenamento, ha fatto si che si potesse arrivare al punto che io che li sto seguendo giorno per giorno dica che sono convinto che faremmo un ottimo campionato, non si può pensare di vincere, non conosco tanto la realtà della Terza Cat ma credo che chi lavora bene ottiene sempre risultati!! Non mi nascondo, e rimaniamo con i piedi per terra ma se dovessero arrivare i play off sarei a dir poco soddisfatto. Continua a leggere

A San Piero Patti nasce l’Associazione Sportiva Young People Power 2014-10-22T15:58:39+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Comitato Pendolari – Situazione sulla Palermo-Messina insostenibile

Alla cortese attenzione di

Direzione Trenitalia Sicilia
Direzione RFI Sicilia
Dipartimento Infrastrutture e Trasporti Regione Sicilia

 

Ferrovie di Sicilia (Immagine esemplificativa)E’ chiaro che questa situazione sulla Palermo-Messina non è più sostenibile.

Trenitalia HA SBAGLIATO le tracce del nuovo orario e i pendolari ne stanno pagando le conseguenze a caro prezzo.
Il treno 3833 non arriva in orario (8:00) ormai da mesi. I ritardi sono compresi tra i 10 e i 30 minuti al giorno. Il 12755 lo segue a ruota. Lo stesso dicasi del 12753. Ma qui Trenitalia è stata furba. Ha posto come orario di arrivo le ore 7:12 quando questo
treno può benissimo arrivare alle ore 7:00 a Palermo C.le.

Questi ritardi portano disagi a chi viaggia sulla Palermo – Punta Raisi e sulla Palermo-Agrigento.

La metropolitana è opportuno che aspetti qualche volta quando il ritardo è nell’ordine di alcuni minuti.

Poi diventa insostenibile, in quanto si creano disagi su disagi, colpendo anche pendolari che subiscono i riflessi dei ritardi di altri treni.

Non abbiamo intenzione di aspettare il cambio orario di Dicembre.

E’ necesssario che Trenitalia apporti le modifiche del caso immediatamente.

E’ ovvio che in caso contrario attueremo le proteste opportune.

Cordialmente

Giacomo Fazio
Presidente Comitato Pendolari Sicilia
Ciufer

Comitato Pendolari – Situazione sulla Palermo-Messina insostenibile 2014-10-22T12:43:12+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Fondi della CRIAS ai forestali, “Il Governo faccia chiarezza”

On. Giuseppe Milazzo“Il Governo faccia chiarezza e soprattutto dia certezza ai forestali sulle somme che andrà ad utilizzare”.

E’ quanto afferma il Deputato forzista On. Giuseppe Milazzo a margine della Commissione Bilancio che si sta svolgendo in questi giorni.

“Il rischio – aggiunge il Parlamentare – è che la norma possa essere impugnata dal Commissario dello Stato perché potrebbero emergere rilievi sul fatto che fondi destinati al Crias e cioè investimenti per l’agricoltura vengano utilizzati per pagare le giornate lavorative ai forestali”.

“Questo – conclude il Deputato azzurro – determinerebbe il disastro per la stagione e per i lavoratori. Auspichiamo una maggiore sinergia tra Regione e Commissario dello Stato nell’interesse della Regione”.

Fondi della CRIAS ai forestali, “Il Governo faccia chiarezza” 2014-10-22T09:18:14+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

“Salvate il sodato Nelli” (Scilabra), all’Ars è ormai imperativo categorico

ARS - Assemblea Regionale SicilianaEnnesima seduta a vuoto a sala d’Ercole che impedisce il voto sulla mozione di censura all’assessore Scilabra presentata dal Movimento 5 Stelle.

Scommettiamo che faranno mancare il numero legale?

“Oltre la farsa, ai limiti del ridicolo pur di salvare la Scilabra. Ormai tutti i confini della decenza all’Ars sono stati superati e si ha pure il coraggio di parlare di decoro delle istituzioni”.

E’ durissimo il commento dei deputati del Movimento Cinque Stelle all’Ars all’ennesimo rinvio dei lavori d’Aula che ha consentito di evitare la discussione della mozione di censura all’assessore Scilabra.

“Il decoro delle istituzioni – dicono i deputati – viene dai fatti e qui i fatti sono vergognosamente sotto gli occhi di tutti: si continua a perdere tempo appigliandosi a tutti i cavilli possibili per dare tempo a tutti di ritagliarsi la fettina del proprio tornaconto personale e a Crocetta di varare un finto rimpasto che porterà la Scilabra al sicuro in un un nuovo assessorato rendendo inutile la nostra mozione di censura. A questo punto non ci vuole molto ad immaginare i nuovi atti di questa farsa: scommettiamo che domani faranno mancare il numero legale per dare altro tempo al manovratore e mettere in salvo la Scilabra?”

E tutto questo mentre si continuano a rinviare provvedimenti attesi con ansia da imprenditori e famiglie.

“E’ assurdo – dicono i deputati – che si continui a rinviare il voto finale sul ddl di impignorabilità. E’ vero, si tratta di un disegno di legge voto, ma sarebbe comunque un segnale fortissimo per il governo nazionale che invece non si vuole far partire per le eterne beghe interne, che ormai sono una palude senza fine”.

“Salvate il sodato Nelli” (Scilabra), all’Ars è ormai imperativo categorico 2014-10-22T08:31:07+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

CNA Filippello : “ARS toglie i fondi Crias per darli a forestali”

Mario Filippello“Alla luce del voto con il quale le commissioni Bilancio e Attività Produttive dell’Ars hanno dato il via libera alla norma del governo regionale che scippa i fondi Crias per darli a forestali, non possiamo far altro che dar vita ad una dura forma di contestazione. Questa classe dirigente è a dir poco irresponsabile, così si rischia di dare il colpo di grazia all’unico motore dell’economia siciliana: si continua ad alimentare assistenzialismo e clientelismo, calpestando i diritti di chi ogni giorno alza la saracinesca e si sbraccia per creare lavoro vero”. Lo dice Mario Filippello, segretario regionale della Cna Sicilia (Confederazione nazionale dell’artigianato e della piccola e media impresa).

“Su mandato della direzione regionale della Cna – aggiunge Filippello – abbiamo avviato una serie di contatti con le altre associazioni che rappresentano artigiani e agricoltori: non resteremo immobili di fronte a questo scippo vergognoso voluto dal governo regionale e avallato dall’Ars, maggioranza e opposizione”.

“Se i politici vogliono continuare a pagare sacche di precariato per alimentare i loro bacini elettorali o perché hanno paura di dire qualche ‘no’ – conclude – che taglino i fondi del Parlamento regionale invece di sottrarre le poche risorse rimaste per agricoltori e artigiani”.

CNA Filippello : “ARS toglie i fondi Crias per darli a forestali” 2014-10-22T08:24:27+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Patti – Al cinema Tyndaris “Se chiudo gli occhi non sono più qui”

Sale CinematograficheL’Associazione “Green Bug” ed il Cinema Tyndaris sono lieti di invitarVi alla proiezione del film (in esclusiva per la Provincia di Messina) del film

“Se chiudo gli occhi non sono più qui”

Sarà presente il regista Vittorio Moroni. Il film è il ritratto di un adolescente costretto a diventare precocemente adulto. Il protagonista è Kiko, figlio di un italiano e di una filippina, che dopo la morte del padre va a vivere assieme alla madre ed al nuovo poco raccomandabile compagno della mamma.

Kiko è alla disperata ricerca di punti di riferimento. L’incontro con un vecchio amico del padre gli cambierà la vita.

 “Se chiudo gli occhi non sono più qui” è una fiaba moderna che tocca una serie di tematiche attuali come l’integrazione degli adolescenti di seconda generazione, lo sfruttamento dell’immigrazione clandestina, l’importanza della cultura e quindi della lotta alla dispersione scolastica.

Domenica 26 ottobre 2014 alle ore 17:30
Cinema Tyndaris – Via XX Settembre, 85 – Patti (Me)

Patti – Al cinema Tyndaris “Se chiudo gli occhi non sono più qui” 2014-10-22T08:12:15+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Randazzo – La mela di AISM in Sicilia

Sclerosi Multipla - Associazione ItalianaLa Mela di AISM in Sicilia
Grande partecipazione degli studenti messinesi

Randazzo, Comune modello nella raccolta

Oltre 20 mila sacchetti di mele distribuiti nei nove capoluoghi di provincia grazie ai circa due mila volontari in tutto il territorio siciliano.
L’Associazione Italiana Sclerosi Multipla ringrazia i siciliani che dieci giorni fa hanno accolto l’invito alla donazione per ricevere in cambio un sacchetto di mele. Denaro che servirà per finanziare la ricerca scientifica (non esiste una cura risolutiva per la sm), e in parte per l’attività di assistenza delle nove sezioni provinciali AISM che quotidianamente aiutano le persone con sclerosi multipla. In Sicilia sono circa 5 mila le persone colpite da questa grave malattia del sistema nervoso centrale. Cronica, imprevedibile e spesso invalidante, colpisce per lo più i giovani tra i 20 e i 40 anni, nel pieno dei progetti di vita. In Italia si registra una diagnosi ogni 4 ore. La malattia si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona.
“Quest’anno una doppia soddisfazione – ha detto il presidente regionale AISM, Angelo La Via –. Abbiamo raggiunto nuovi comuni, ad esempio nelle provincie di Caltanissetta e Agrigento, e per noi significa contattare tante persone con sm che non conosciamo, perché preferiscono restare chiuse in casa o vivere la loro malattia in solitudine. Come associazione il nostro obiettivo è aiutare proprio queste persone e le loro famiglie. E poi c’è stato un supporto fondamentale delle scuole siciliane ed in particolare degli studenti che ci hanno aiuitato nelle piazze: a Messina oltre 230 giovani hanno partecipato alla manifestazione, aderendo alla nostra sfida”.
La distribuzione è aumentata in tante piazze siciliane, anche se la medaglia va conferita forse al Comune di Randazzo: oltre 600 sacchetti di mele distribuiti nel solo comune in provincia di Catania con una massiccia partecipazione di tutta la città ed anche dell’amministrazione comunale.
La “Mela di AISM“ nasce non solo per garantire sostegno alla ricerca sulla sclerosi multipla ma a far vivere tutti i programmi di AISM a supporto dei giovani con sm: sportelli informativi e di orientamento, convegni sul territorio, prodotti editoriali pensati per rispondere a quesiti e problemi che si presentano nella  loro vita quotidiana, sanitaria, sociale e lavorativa. La ricerca negli ultimi anni ha fatto molti progressi. Esistono terapie in grado di rallentare la progressione della malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone. Ma la causa e la cura risolutiva non sono state ancora trovate. Per questo è fondamentale sostenere la ricerca scientifica oggi per garantire una migliore qualità di vita, per trovare nuovi trattamenti sempre più efficaci domani, trovare la causa della sm e la cura risolutiva in un futuro sempre più vicino.

Chi è AISM
L’AISM, insieme alla sua Fondazione (FISM)  è l’unica organizzazione nel nostro Paese che da 45 anni interviene a 360 gradi sulla sclerosi multipla, indirizzando, sostenendo e promuovendo la ricerca scientifica, contribuendo ad accrescere la conoscenza della sclerosi multipla e dei bisogni delle persone con sm promuovendo servizi e trattamenti necessari per assicurare una migliore qualità di vita e affermando i loro diritti. Ogni anno AISM mette a disposizione dei ricercatori un banco di ricerca di 3 milione di euro.

Randazzo – La mela di AISM in Sicilia 2014-10-22T07:47:34+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Messina – Iniziati i lavori di bonifica per la messa in sicurezza dei torrenti

Pulizia torrenti MessinaNel quadro del programma di interventi per la messa in sicurezza dei torrenti cittadini disposti e coordinati dall’assessore alla protezione civile, Filippo Cucinotta, sono prossimi alla conclusione i lavori di bonifica del torrente Larderia, dove la squadra del movimento terra del comune di Messina è stata impegnata nella riqualificazione ambientale del torrente.

Oltre alla risagomatura degli alvei sono state rimosse diverse discariche abusive di rifiuti domestici e suppellettili, con la collaborazione proficua di Messinambiente, che ha effettuato interventi di pulizia e  manutenzione sulle condutture fognarie, per risolvere malfunzionamenti che causano sversamenti di liquami. Sono stati intanto già avviati i lavori di riqualificazione nei torrenti San Leone, San Michele e Annunziata.

“La differenza tra un torrente prima e dopo l’intervento – ha dichiarato l’assessore Cucinotta – è tangibile, a maggior ragione se si riesce a coordinare vari servizi come stiamo facendo. Solo con la cooperazione si possono raggiungere risultati evidenti. Resta comunque il rammarico nel constatare che la prima causa di pericolo e degrado è dovuta al conferimento di rifiuti direttamente nel torrente. Spesso si pensa alle grandi discariche di materiale edilizio, invece si tratta di sacchetti di rifiuti evidentemente provenienti dal consumo domestico di individui che preferiscono utilizzare alcuni torrenti in alternativa al cassonetto. Ricordo che Messinambiente effettua gratuitamente e a domicilio il ritiro dei rifiuti ingombranti; è sufficiente chiamare al numero verde gratuito dell’azienda”.

Messina – Iniziati i lavori di bonifica per la messa in sicurezza dei torrenti 2014-10-21T14:24:38+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Palermo – #SfiduciaDay domenica sotto le finestre dei deputati regionali

#SfiduciaDay in Piazza del ParlamentoConcessa piazza Parlamento per il “no” dei Siciliani a Crocetta, Grillo e il popolo dello #SfiduciaDay domenica sotto le finestre dei deputati regionali.

Arrivato l’ok per lo spiazzo antistante a Palazzo dei Normanni, si cambia programma in corsa per arricchire la manifestazione di un altissimo valore simbolico: l’insoddisfazione per questo disastroso governo e per l’operato dei parlamentari arriverà ad un tiro di schioppo da sala d’Ercole.

Sul palco, oltre all’ex comico, Gioè quattro complessi musicali, deputati nazionali e regionali M5S e i volti più noti del Movimento: Di Maio, Di Battista, Morra e Taverna. Il via alle 15,00.   

C’è già una piccola vittoria nel carniere dello #SfiduciaDay del prossimo 26 ottobre, promosso dal Movimento 5 Stelle. Inaspettatamente è arrivato dal Suap l’ok per piazza del Parlamento a Palermo, che regalerà alla manifestazione un altissimo valore simbolico: il ‘no’ dei Siciliani al disastroso governo Crocetta sarà gridato  sotto le finestre del Parlamento più antico d’Europa.

“Non ci speravamo – dicono i deputati – per cui oltre che per piazza del Parlamento avevamo presentato l’istanza per piazza Verdi, dove pensavamo realmente di andare, tant’è che le prime nostre comunicazioni alla gente erano state fatte in questo senso. Il “sì” per la piazza antistante al palazzo reale ci ha un po’ spiazzati, ma ci ha ha resi felici. Sfiduciare Crocetta sotto il Parlamento ripaga nettamente da qualche contrattempo di tipo logistico”.

Intanto proseguono a ritmo serratissimo in casa Cinquestelle i preparativi per la kermesse che vede confermata la presenza di Grillo, dei deputati regionali M5S, di tantissimi deputati siciliani nazionali di Camera e Senato  e dei volti più famosi del Movimento, quali Di Maio, Di Battista Morra e Taverna. Dovrebbe esserci anche l’attore palermitano Claudio Gioè, che, comunque, toglierà ogni riserva proprio negli ultimi istanti a causa di impegni di lavoro precedentemente assunti, ma che, ha assicurato, farà di tutto per spostare.

La scaletta prevede l’alternarsi di interventi di parlamentari a esibizioni di gruppi musicali. Quattro quelli previsti, i “Meganoidi”, i “Vallanzaska”, gli “Skitzomovimento”, e i “Brigantini”. Grillo  prenderà la parola intorno alla 20,30.

In piazza sono attesi non solo attivisti e simpatizzanti Cinque Stelle, ma tutti i Siciliani che vogliono voltare pagina e chiudere una volta per tutte con Crocetta, sempre più ‘Re Mida al contrario’, capace solo di distruggere tutto ciò che tocca. A loro sarà chiesto di firmare, su degli stampati, la simbolica sfiducia al governatore che andrà ad irrobustire quella presentata dal Movimento 5 Stelle all’Ars e che prenderà la via di sala d’Ercole.

“Con le firme raccolte in piazza – dicono i deputati – daremo un ulteriore segnale al parlamentari di quello che è il vero giudizio dei Siciliani su Crocetta. Speriamo si ricredano, anche se l’attaccamento alle poltrone, finora l’unico vero collante per questa sfaldatissima maggioranza, sarà difficilissimo da superare”.    

“Il Movimento 5 Stelle – dicono i deputati – in questi anni ha dimostrato di essere all’altezza del ruolo che gli elettori gli hanno dato, confermandosi l’unica vera forza di opposizione all’interno del Parlamento regionale. Oggi siamo pronti a diventare l’unica vera forza di governo e questo è il momento di manifestarlo. Partecipare è l’unica cosa che resta a noi cittadini, e dobbiamo esserci tutti, perché altrimenti, nessuno lo farà al posto nostro”. 

Firme per staccare la spina al governo Crocetta saranno raccolte nei giorni precedenti e seguenti alla manifestazione anche in tantissime piazza della Sicilia.

Palermo – #SfiduciaDay domenica sotto le finestre dei deputati regionali 2014-10-21T14:12:28+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Bruno Mancuso: “Prudenza sulle indagini per gli incendi di Canneto”

Sen. Bruno Mancuso a CaroniaHa destato certamente stupore la notizia, diffusa ieri, della notifica di un avviso di garanzia da parte della Procura della Repubblica di Patti nei confronti di un giovane residente a Canneto di Caronia, sospettato dei reati di incendio e danneggiamento, relativi ai diversi episodi incendiari verificatisi nella popolosa frazione tra lo scorso mese di Luglio ed i primi di Ottobre.

“Sono incredulo e disorientato” , dichiara il senatore Bruno Mancuso, che in questi mesi ha seguito da vicino la vicenda dei misteriosi incendi di Canneto e si è interessato attivamente, stimolando e sollecitando l’intervento delle autorità istituzionali preposte alla sicurezza della popolazione.

“Sapevo che questa era una delle ipotesi al vaglio degli investigatori – prosegue Mancuso – ma l’ho sempre considerata remota, sia per la dinamica degli eventi sia perché sono stato testimone del disagio autentico e delle sofferenze delle famiglie di Canneto. Sarei molto prudente a considerare risolto il caso. Aspettiamo con fiducia il prosieguo delle indagini nella speranza che la verità venga presto a galla.

Continuerò a stare vicino al Sindaco di Caronia ed agli amici di Canneto, fino a quando non si farà piena luce sulla vicenda”.

 

Ufficio Stampa
Sen. Bruno Mancuso

Bruno Mancuso: “Prudenza sulle indagini per gli incendi di Canneto” 2014-10-21T14:02:34+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Progetto doposcuola a Gioiosa Marea – “Diamoci una mano… costruiamo un sorriso”

Stemma Comune di Gioiosa Marea

COMUNE DI GIOIOSA MAREA

 

Assessorato alla Pubblica Istruzione
e alle Politiche Sociali

 

Considerato il positivo riscontro dello scorso anno scolastico, si comunica che a decorrere dal mese di novembre, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, verrà avviato sia a Gioiosa-Centro che nella fraz. di San Giorgio il:

 

PROGETTO DOPOSCUOLA
“Diamoci una mano… costruiamo un sorriso”

Attività gratuita di sostegno scolastico ed educativo

 

L’Amministrazione Comunale, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo si prefigge di promuovere la socializzazione, favorire la solidarietà interculturale, stimolare il reciproco rispetto, creare uno spazio di accoglienza per limitare situazioni di disadattamento, ed essere quindi di supporto alle famiglie della nostra Comunità, che vivono situazioni di disagio economico e socio-culturale e d’aiuto alle famiglie di quei bambini che presentano difficoltà scolastiche, ma i cui genitori, per motivi di lavoro, non riescono, nel pomeriggio, ad essere presenti nell’esecuzione dei compiti.

OBIETTIVO SPECIFICO è quello di offrire un supporto scolastico ed educativo ed assistere, quei bambini che manifestano difficoltà di apprendimento e nello svolgimento dei compiti assegnati, anche al fine di fargli acquisire una metotologia di studio e stimolare l’autonomia personale.

E’ RIVOLTO ai bambini residenti nel Comune di Gioiosa Marea (max 20/25 bambini) che frequentano la scuola primaria di primo grado.

COME SI ACCEDE
Si accede compilando il modulo disponibile all’Ufficio Servizi Sociali e a scuola e contattando i docenti della prorpia classe.
L’Ufficio Servizi Sociali nel nostro Comune, accoglierà le richieste di ammissione al progetto e in caso di un numero elevato di istanze, valuterà, in collaborazione con i docenti, la priorità dell’inserimento.

SEDE ATTIVITA’ E ORARIO DI APERTURA
Il progretto è attivo per l’anno scolastico 2014/2015 (novembre-maggio) e si effettuerà sia a Gioiosa-Centro, che nella fraz. San Giorgio presso i locali della Scuola Elementare nei giorni di Lunedì e Giovedì dalle ore 15,00 alle ore 17,00.
Il servizio doposcuola è completamente gratuito e non comporta alcuna spesa per le famiglie in possesso dei requisiti richiesti.

Gioiosa Marea 21 ottobre 2014

Assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Sociali
Dr.ssa Carmelita Lisciandro

Progetto doposcuola a Gioiosa Marea – “Diamoci una mano… costruiamo un sorriso” 2014-10-21T13:22:23+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Pagina 1 di 478123456 ... Ultima »