La pagina FacebookSiamo anche su TwitterIl canale Youtube di CanaleSiciliaSiamo anche su Google Plus

In anteprima i video e servizi di CanaleSicilia

Adesso in trasmissione

Seguici su Google+

Seguici su Twitter

Meteo Sicilia

Meteo Sicilia

Sedute Parlamento ARS

Diretta Streaming Sedute Parlamento Ars

Brolo – Dopo il Carnevale brolese «si danno i numeri»

Conferenza Brolo Carnevale 2015

CARNEVALE BROLESE – Si tirano le somme!

Riceviamo e pubblichiamo

Sul carnevale brolese 2015 escono ufficialmente i numeri relativi alle spese sostenute per la realizzazione della manifestazione.

Sono tre le associazioni, KRONOS, ACIB e DISCOGATTOPARDO, che hanno dato vita a un intenso cartellone di 6 giorni dando spazio anche alle attività e alle iniziative dei privati.

Un carnevale anti crisi che ha visto l’impegno e la partecipazione di ogni tessuto sociale presente nel paese di Brolo (ME). Dagli attivisti, agli amministratori, dai commercianti ai singoli cittadini, passando da chi ci ha creduto, da chi si è speso per la buona riuscita della manifestazione.

E adesso è il momento di snocciolare un paio di numeri (il dettaglio di contributi e spese si può consultare presso le sedi delle associazioni), onde dar vita all’operazione trasparenza che gli organizzatori si erano prefissati sin dall’inizio di questo percorso comune che ha visto protagonisti, in particolare modo, i bambini Brolesi, ai quali nessuno poteva negare il diritto di trascorrere il carnevale nel proprio paese.

Sono stati 2.195,00 euro i contributi raccolti dai commercianti e liberi cittadini del paese che hanno voluto dimostrare la voglia di esserci, di essere presenti, di scommettere ancora su Brolo.

750 euro è stato il contributo complessivo degli amministratori, che hanno voluto con forza mostrare, anch’essi, la voglia di essere presenti e di scommettere per il paese e per i propri bambini.

Da citare il contributo personale del deputato all’ARS Nino Germanà, che ha finanziato 250 euro, per sovvenzionare, in particolar modo, gli artisti che hanno partecipato alla parata di carnevale di domenica pomeriggio.

In complessivo sono stati dunque raccolti 3.195 euro.

Le spese globali, comprensive di pubblicità, convenzioni radio, stampa materiale tipografico, loghi radio, parata di carnevale, artisti, prestazioni occasionali, bandizzazione, spot, polizza assicurativa sfilata, organizzazione della manifestazione “Borgo in Gusto”, della sfilata di Domenica e della festa dei bambini di martedì, dei permessi SIAE, del noleggio delle attrezzature, del buffet per i bambini di martedì, dei coriandoli, animazione e di tutto ciò che è stato offerto ai partecipanti ammonta ad un complessivo di euro 4.017 con un contributo di euro 822 ripartito tra le associazioni organizzatrici.

Le associazioni ringraziano tutti quelli che si sono spesi affinché la manifestazione potesse avere luogo, nonostante le mille difficoltà del paese. Le associazioni ci tengono, in particolar modo a ringraziare i commercianti e privati cittadini, che hanno dato una risposta positiva e lodevole, gli amministratori che hanno voluto mostrare la loro voglia di esserci. “I Canterini di Brolo” per la sensibilità civica dimostrata partecipando alla sfilata a titolo gratuito. Si ringraziano, inoltre, tutti coloro che gratuitamente hanno fornito specialità dolciarie in occasione della manifestazione “Borgo in Gusto” e caramelle per la “Festa dei Bambini”.

Missione compiuta.

Brolo – Dopo il Carnevale brolese «si danno i numeri» 2015-03-06T17:20:26+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Gioiosa Marea – SP135 chiusa per caduta massi in località S. Stefano

Gioiosa Marea - Strada Provinciale 135 interrottadi Maria Cristina Miragliotta - Da questa mattina la strada è provvisoriamente chiusa al traffico in entrambe le direzioni di marcia tra località Balsima e Santo Stefano a causa della caduta di un grosso masso.

Sul luogo sono intervenuti il Sindaco, la polizia Municipale, i Carabinieri e in mattinata è già stato effettuato un sopralluogo da parte dei tecnici della Provincia Regionale di Messina. Disagi minimi per gli automobilisti, in quanto il traffico è stato deviato sulla strada agricola che da Santo Stefano porta allo Skino, mentre sicuramente salteranno le corse degli autobus.

Si attendono notizie dalla Provincia che dopo il sopralluogo effettuato dovrà valutare come intervenire per mettere in sicurezza il costone e garantire la riapertura della viabilità.

Servizio di Cristina Miragliotta del 6 marzo 2015

Gioiosa Marea – SP135 chiusa per caduta massi in località S. Stefano 2015-03-06T16:55:36+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Brolo – Ordinanze di sgombero e demolizioni… adesso ne parliamo

Abusivismo edilizio - (Immagine esemplificativa)Incontri: “Irene Ricciardello ne stiamo concordando uno tra amministrazione, ufficio tecnico e i titolari delle ordinanze di sgombero e demolizioni”.

“Non permetteremo a nessuno di fare ironia, sciacallaggio, o peggio cavalcare il disagio dei cittadini su una questione così grave”.

A parlare è Irene Ricciardello che non si sofferma a commentare quanto scritto o ascoltato sulla vicende delle ordinanze, che già firmate, ancora da notificare, sono già l’argomento clou non solo della Brolo politico-sociale, ma che hanno conquistato ampi spazi sulla stampa regionale.

Ing. Basilio RidolfoIl sindaco puntualizza:“Appena l’ingegner Basilio Ridolfo, capo dell’Ufficio Tecnico del Comune di Brolo, rientrerà in sede, in quanto al momento è fuori Italia per motivi istituzionali, concorderemo un incontro aperto esclusivamente ai cittadini che hanno ricevuto queste notifiche ed ai loro tecnici, per dare informazioni, ragguagli e le giuste comunicazioni. Senza allarmisti, o fare terrorismo mediatico e  politico. Siamo fatti così”

E Aggiunge : “Il problema c’è. Lo guardiamo, lo affrontiamo e ne troveremo soluzioni, anche se gravi e problematiche, nel pieno rispetto delle legge e della legalità. E’ un’azione quella delle demolizioni, degli sgomberi,  dell’eventuale entrata in possesso di immobili e manufatti che anche noi subiamo. Questo sia chiaro. Noi assistiamo all’esecutiva di azioni che hanno natura tecnica e non politica”.

Brolo - Incontro con la cittadinanza (Immagine esemplificativa)Poi il sindaco di Brolo precisa:” Non voglio disquisire sul passato, su come queste questioni sono state trattate, su come potevano essere forse risolte, una cosa è certa quello che ora emergono pressapochismi, false promesse, induzioni all’espletare procedure risultate vane”.

Tutto ciò è triste. “L’amministrazione – afferma il sindaco – è dalla parte del Cittadino e agirà nel rispetto della legge e delle procedure, senza escamotages, ma tanta, tanta, determinazione. Dobbiamo comunque evidenziare che già nel 2013 c’erano stati dei solleciti ad adempiere da parte dell’assessorato. Che questi solleciti si sono ripetuti nel febbraio 2014 (c’era allora a reggere le sorti del comune il viceprefetto Carmelo Musolino che non ha fatto nulla su queste problematiche lasciando la patata bollente a chi avrebbe vinto le elezioni) Anche subito dopo l’estate del 2014 sono arrivate altre comunicazioni. I famosi obblighi ad adempiere (trasmessi anche alle Procure di mezza Sicilia) perentori e con minacce di responsabilità penali ed erariali dei funzionari e dei dipendenti responsabili. Questa è la storia”.

Irene Ricciardello non si ferma, e aggiunge: “Qui nessuno cerca colpevoli, non abbiamo i titoli, e nessuno ha affermato che la vecchia parte politica ha fatto tenere i documenti nel cassetto a chicchessia ma se per caso questo è avvenuto è giusto che le autorità competenti indaghino per verificare eventuali omissioni. Irene Ricciardello - Sindaco di BroloA Brolo tutti sapevamo, dai diretti interessati, quelli che avevano costruito consapevoli di come agivano, agli uffici che dovevano controllare e questo lo si evince anche dal fatto che ora ogni singola ordinanza si porta dietro un corredo copioso fatto di decine di atti, ricordi, sentenze, ingiunzioni, e quindi nessuno deve far facce stranite. Noi, anche questo è importante che si sappia, abbiamo saputo dell’avvio della fase della notifica quando già le stesse ordinanze erano state firmate. Non è un dettaglio da poco, forse avremmo potuto comunicare meglio con gli interessati. Ma questa è un’altra storia, che non cambia la sostanza del problema”. Ed infine conclude: “Noi ci assumiamo ogni responsabilità politica… ovviamente per quanto ci compete e per questo, a viso aperto, parleremo con quella parte di cittadinanza interessata A Brolo non si demolirà nessuna casa a cuor leggero. Questa è una certezza”.

Gli interessati saranno avvertiti appena verrà fissata la data, il luogo e l’orario dell’incontro.

Ufficio stampa
Comune di Brolo

Brolo – Ordinanze di sgombero e demolizioni… adesso ne parliamo 2015-03-06T14:34:59+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

“Parole di vita” – Incontro con Fra Felice del 6 marzo 2015

Incontro del 6 marzo 2015

La rubrica religiosa è curata da Fra Felice, frate francescano della comunità
“In Spirito e Verità”

 

( Prossimo incontro 13 marzo 2015 )

“Parole di vita” – Incontro con Fra Felice del 6 marzo 2015 2015-03-06T11:56:50+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

8 marzo 2015 – Giornata internazionale della donna

Giornata Internazionale della donna 2015- Provincia regionale di Messina -

Demoninata “Libero Consorzio Comunale” ai sensi dell L.R. n. 8/2014
“Servizio Turismo e Cultura”

Giornata internazionale della donna: incontro dal titolo “La storia di Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace 2014″.

La VII Direzione “Sviluppo Economico” “Servizio Turismo e Cultura” comunica che lunedì 9 marzo 2015, alle ore 10, presso la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea della Provincia Regionale di Messina, in occasione della “Giornata internazionale della donna”, organizzerà un incontro dal titolo “La storia di Malala Yousafzai, premio Nobel per la pace 2014″.

Al meeting parteciperà la giornalista Iria Cogliani e saranno presenti gli alunni di alcune classi delle Scuole medie degli Istituti comprensivi “Boer-Verona Trento”, “Mazzini” e “Pascoli-Crispi” che commenteranno gli elaborati su Malala Yousafzai e sul diritto all’istruzione delle donne.

Il Commissario straordinario
Dr. Filippo ROMANO

 


 

 

Maria Teresa CollicaAnche quest’anno l’Amministrazione comunale di Barcellona P.G. festeggia la giornata internazionale della donna.

Si tratta si un importante momento per ricordare le conquiste sociali, culturali ed economiche delle donne, per non dimenticare ma la lotta per l’affermazione dei diritti di pari opportunità e per riproporre l’attenzione su alcuni dei principali problemi che investono le donne: la violenza di genere e le relative strategie di contrasto, i diritti antidisciminatori sanciti dalla Costituzione, il lavoro.

Il sindaco Dr.ssa Maria Teresa Collica consegnerà delle pergamene ricordo ad alcune donne del territorio che si sono particolarmente impegnate in diversi campi della nostra società.

La breve cerimonia di consegna è prevista per domenica 8 marzo 2015, alle ore 11:00 persso l’Aula consiliare del Palazzo municipale. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

 

Il sindaco
Maria Teresa Collica
Comune di Barcellona Pozzo di Gotto

8 marzo 2015 – Giornata internazionale della donna 2015-03-06T10:56:03+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

22 comuni della provincia di Messina diffidano la Regione siciliana

EuroBen 22 comuni della provincia di Messina e segnatamente dei Nebrodi hanno formalizzato un atto di diffida e messa in mora nei confronti della Regione siciliana, assegnando alla stessa il termine di 15 giorni per avere accreditate le somme dalla medesima dovute a titolo: a) di trasferimenti ordinari a valere sul fondo per le autonomie locali 2014; b) per la compartecipazione per il pagamento del personale precario; c) per il pagamento delle spese relative al trasporto scolastico extraurbano.

Facendo la sommatoria delle spettanze dei 22 comuni si giunge alla considerevole cifra di €. 18.758.728,24.

Una cifra davvero importante destinata non già a spese per investimenti, ma per coprire la normale spesa corrente.

Una cifra che di fatto ha messo in ginocchio i Comuni che, per garantire l’erogazione dei servizi essenziali e lo stipendio ai propri dipendenti, hanno fatto ricorso all’anticipazione di tesoreria e, dunque, hanno dovuto indebitare ancora di più gli asfittici bilanci comunali.

Ora però anche questa opportunità viene meno e se la Regione siciliana non onora sollecitamente i propri impegni, i Sindaci non potranno più assicurare nulla.

Rosario CrocettaProprio da queste evidenti considerazioni prende le mosse la singolare forma di protesta dei Sindaci di Alcara li Fusi, Capo d’Orlando, Castell’Umberto, Ficarra, Frazzanò, Gioiosa Marea, Librizzi, Longi, Mirto, Mistretta, Montagnareale, Naso, Novara di Sicilia, Patti, Piraino, San Piero Patti, San Salvatore di Fitalia, Sant’Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, Sinagra, Ucria e Tripi indirizzata al Presidente Crocetta, all’Assessore regionale all’Economia ed all’Assessore regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica e, per conoscenza, al Prefetto di Messina e all’ANCE Sicilia.

L’atto di diffida e messa in mora, redatto dal sindaco di Ficarra, Basilio Ridolfo, per espressa delega degli altri Sindaci, mette in evidenza come le difficoltà in cui versano i comuni, non conoscono alcuna differenza né per collocazione geografica (marina, collina e montagna), né tanto meno dimensione demografica degli stessi.

Tutti i Comuni, in buona sostanza, sono vittime dell’inerzia della Regione siciliana che non riesce a garantire neppure gli ordinari trasferimenti.

« LEGGI LA DIFFIDA »

6/3/2015

UFFICIO STAMPA
COMUNE DI FICARRA

22 comuni della provincia di Messina diffidano la Regione siciliana 2015-03-06T10:28:07+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Palermo – Confiscati a Salvatore Buffa beni per circa 4 milioni di euro

Guardia di FinanzaIl Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo ha sequestrato un’associazione sportiva che gestisce campi di calcetto e due conti correnti bancari, per un valore complessivo di circa 4.000.000 di euro, in esecuzione di un provvedimento di confisca emesso dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione.

I beni sono stati confiscati a Salvatore Buffa, appartenente alla famiglia mafiosa di Palermo – Brancaccio, già tratto in arresto nel 2002 per i reati di associazione a delinquere di tipo mafioso ed estorsione e condannato nel 2008, con sentenza divenuta definitiva, a 3 anni di reclusione.

La confisca eseguita dal G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria conclude il procedimento per l’applicazione della misura di prevenzione personale e patrimoniale, iniziato nel 2011, a carico del Buffa. I beni riconducibili a lui ed al suo nucleo familiare, infatti, erano stati sequestrati in quanto sproporzionati rispetto ai redditi ufficialmente dichiarati. Ciò ha fatto ritenere che gli stessi fossero stati acquisiti illecitamente o con il frutto delle attività illecite poste in essere.

In particolare, le indagini hanno permesso di giungere alla confisca dell’impianto sportivo, frutto del reimpiego di attività illecite, nonostante Buffa lo avesse fittiziamente intestato ad un proprio familiare, proprio allo scopo di preservarlo da futuri provvedimenti di sequestro o confisca dell’Autorità Giudiziaria.

Presso tale impianto sportivo, tra l’altro, si sarebbero svolte riunioni finalizzate al raggiungimento degli scopi illeciti del sodalizio mafioso.

Palermo – Confiscati a Salvatore Buffa beni per circa 4 milioni di euro 2015-03-06T10:23:30+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

La settimana della solidarietà per una Pasqua più serena per tutti

Settimana della SolidarietàGioiosa Marea - Il gruppo Giovani comunità di San Nicolò La Parrocchia San Nicolò di Gioiosa Marea in collaborazione con l’Istituto Comprensivo, organizza dal 16 al 20 marzo 2015 la

SETTIMANA DELLA SOLIDARIETA’  

con una raccolta di derrate alimentari in favore delle famiglie indigenti di Gioiosa Marea.

L’attività coinvolgerà tutti gli alunni dei plessi di scuola primaria e secondaria del Centro, i bambini di scuola dell’infanzia di Via Convento e gli alunni del plesso di scuola secondaria di San Francesco.

E’ questo un piccolo gesto educativo di solidarietà, oggi, tuttavia, tanto più significativo in un contesto sociale di crisi economica, in cui le richieste di aiuto sono sempre in aumento.

La collaborazione di tutti è importante per far sì che tutti possano trascorrere un periodo pasquale più sereno, contribuendo con alimenti a lunga conservazione (pasta, farina, riso, latte, tonno e carne in scatola, legumi, alimenti per l’infanzia ecc.).  Non saranno accettate assolutamente offerte in denaro.

Gli alimenti raccolti saranno ritirati nei rispettivi plessi dal Gruppo Giovani comunità di San Nicolò.

La settimana della solidarietà per una Pasqua più serena per tutti 2015-03-06T09:37:16+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Capo d’Orlando sarà presente all’Expo 2015

Expo2015Capo d’Orlando sarà presente all’Expo 2015, esposizione universale che si svolgerà a Milano dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 sul tema “ Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

Finalizzato ad affrontare le principali sfide connesse all’alimentazione ed a promuovere tradizione, creatività, innovazione e sostenibilità delle produzioni alimentari, l’Expo rappresenta una vetrina incredibilmente importante di rilevanza economica e visibilità a livello internazionale.

Capo d’Orlando avrà ospitalità nel Cluster del Bio-Mediterraneo: “Inutile dire che è un’occasione unica per promuovere e valorizzarne le eccellenze del nostro territorio – ha dichiarato l’assessore Roasio Milone – quindi puntiamo ad aprire a tutti gli operatori del settore questa opportunità. Ho indetto una riunione per giovedì 12 marzo presso l’ufficio turismo al Palazzo Satellite in contrada Muscale. In questo primo incontro esporrò quelle che saranno le possibilità e l’opportunità imperdibile per Capo d’Orlando”.

 

Ufficio stampa
Comune di Capo d’Orlando

Capo d’Orlando sarà presente all’Expo 2015 2015-03-05T19:06:47+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Una nuova auto per il sindaco di Carini, a contribuire anche i cittadini

Auto Regalo - (Immagine esemplificativa)Sarà consegnata domani venerdì 6 marzo alle 15:30, una nuova  auto al candidato sindaco del M5S di Carini, Ambrogio Conigliaro, in sostituzione di quella distrutta dall’attentato incendiario del 12 febbraio scorso.

La consegna avverrà alla presenza del vice Presidente della Camera dei Deputati Luigi di Maio, dei parlamentari nazionali Claudia Mannino, Chiara Di Benedetto e Riccardo Nuti, e di quelli regionali Giampiero Trizzino, Giorgio Ciaccio  e Salvatore Siragusa.

L’operazione è stata possibile grazie alla sottoscrizione pubblica avviata dopo l’atto intimidatorio:  in 15 giorni oltre 150 cittadini hanno contribuito, costituendo un fondo di 2.400 euro ai quali si aggiunge un cospicuo contributo della concessionaria di Carini. La restante quota per l’acquisto della vettura è stata  messa dallo stesso Conigliaro,

La società civile, gli attivisti del Movimento 5 Stelle ma anche l’imprenditoria sana, rispondono così, con questo gesto collettivo, a chi pensa di intimidire il processo di cambiamento in corso in Italia ed in particolare nel Meridione, dove decine sono gli “avvisi” mandati a sindaci e candidati che si battono quotidianamente per una società migliore.

Immagine esemplificativa

Una nuova auto per il sindaco di Carini, a contribuire anche i cittadini 2015-03-05T19:00:32+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Accorinti a Roma incontra i ministri Lupi ed Alfano

Renato Accorinti Sindaco di MessinaOggi, giovedì 5, il sindaco, Renato Accorinti, incontra a Roma i ministri dell’Interno, Angelino Alfano, e delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio Lupi.

Il primo appuntamento col ministro Alfano, cui partecipano il presidente dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani, Leoluca Orlando, e una delegazione ANCI, composta anche dal sindaco Accorinti, è stato fissato per definire una strategia complessiva sui temi della sicurezza urbana e dell’ordine pubblico nelle grandi città.

La successiva riunione col ministro Lupi è stata indetta, al fine di esaminare le problematiche relative all’operatività dello scalo marittimo di Tremestieri.

Accorinti a Roma incontra i ministri Lupi ed Alfano 2015-03-05T18:53:15+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Milazzo – Arrestati tre palermitani “in trasferta” per furto in un supermercato

La Polizia arresta nella flagranza tre uomini per furto aggravato. I tre in trasferta da Palermo hanno trafugato merce alimentare da un noto supermercato mamertino.

Fava Minnelli RomeoStamattina gli Agenti del Commissariato P.S. di Milazzo, unitamente ai militari della Arma dei Carabinieri, hanno arrestato in flagranza tre pregiudicati palermitani: Minnelli Vincenzo di 30 anni, Fava Maurizio di 34 anni, Romeo Giancarlo di 23 anni, perché ritenuti responsabili del reato di furto aggravato in danno di un supermercato e resistenza e violenza a P.U..

In particolare, durante il servizio di controllo del territorio, i poliziotti hanno notato, nei pressi di un centro commerciale di Milazzo, una piccola utilitaria con a bordo tre individui con atteggiamento sospetto. Il conducente dell’autovettura, alla vista della della volante, sebbene invitato a fermare la marcia, accelerava la corsa dandosi alla fuga.

Ne è scaturito un rocambolesco inseguimento conclusosi con il capottamento del mezzo in fuga. Nonostante l’incidente, che comunque non ha provocato feriti, gli occupanti del veicolo hanno opposto resistenza contro gli agenti, per non essere identificati, sferrando calci e pugni al loro indirizzo, ma gli stessi sono stati bloccati dai poliziotti coadiuvati dai militari dell’Arma dei Carabinieri frattanto giunti in ausilio.

A seguito di perquisizione personale, estesa anche all’automobile, gli Agenti hanno rinvenuto due borse in tessuto piene di generi alimentari. I successivi accertamenti hanno permesso di appurare che la merce era stata trafugata poco prima da un noto supermercato. Decisiva è stata la visione delle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza installato presso il centro commerciale, che ha permesso di accertare la responsabilità dei tre malviventi.

I tre, che annoverano a loro carico numerosi precedenti specifici, sono stati arrestati e, su disposizione del Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica di Barcellona P.G., dr. Giorgio Nicola, trattenuti presso le camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo fissato per la giornata di domani.

Milazzo – Arrestati tre palermitani “in trasferta” per furto in un supermercato 2015-03-05T18:46:31+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Pagina 1 di 567123456 ... Ultima »

Per essere aggiornato sulle novità di CanaleSicilia clicca “Mi piace”