Il nostro gruppo FacebookSiamo anche su TwitterIl canale Youtube di CanaleSiciliaSiamo anche su Google Plus

In anteprima i video e servizi di CanaleSicilia

Adesso in trasmissione

Articoli divisi per mese

Fuori tutto al 50% da Brass a Brolo

Seguici su Twitter

Sedute Parlamento ARS

Diretta Streaming Sedute Parlamento Ars

Sicilia – “Caccia anticipata, il governo faccia marcia indietro”

Cacciatore (Immagine esemplificativo)M5S Trizzino: “Reale ha fatto di testa sua, modificando il piano faunistico”

Presentata una interrogazione del Movimento 5 stelle all’Ars per chiedere conto al governo del decreto che dà via libera alle doppiette dal primo settembre. Il presidente della commissione Ambiente dell’Ars: “L’assessore venga a riferire in commissione le motivazioni che hanno portato all’anticipo della stagione. Decisioni di questo tipo rendono inutile il lavoro delle commissioni. Valentina Zafarana: “I Cinquestelle sempre contrari alla caccia, senza se e senza ma”.

“Caccia anticipata, il governo faccia marcia indietro e l’assessore Reale venga in commissione a riferire le ragioni di questo via libera prematuro”.

Il gruppo parlamentare del Movimento 5 stelle all’Ars fa sentire la sua voce “sullo sconsiderato provvedimento governativo che dà via libera alle doppiette in Sicilia con tre settimane di anticipo”.

E lo fa con una interrogazione che sollecita una risposta urgente in commissione per capire le ragioni alla base della decisione e se il governo non intenda fare retromarcia “in considerazione degli irreparabili danni e dei gravi pregiudizi che tale pratica comporta sulla fauna selvatica”.

“Questo periodo – si legge nell’interrogazione – integra una fase particolarmente delicata per lo sviluppo biologico di molte specie, il cui ciclo naturale potrebbe essere gravemente compromesso dall’attività venatoria, atteso che la fase finale della stagione estiva costituisce un momento in cui molti esemplari giovani, non autonomi rischiano di diventare facile prede per i cacciatori”.

Il via anticipato alle doppiette, secondo l’atto del Movimento, potrebbe inoltre nuocere a specie fortemente a rischio e si pone in netta antitesi col parere di esperti di associazioni ambientaliste e con le autorevoli indicazioni tecniche fornite dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale in merito ai tempi ed alle specie cacciabili.

“Quella di Reale – afferma il presidente della commissione Ambiente,  il Cinquestelle Giampiero Trizzino –  è una decisione irrispettosa dei ruoli istituzionali perché modifica un piano faunistico che ci era stato presentato per parere in commissione. A questo punto mi chiedo che senso abbia chiedere un parere di cui non si tiene alcun conto”.

Punta a fare chiarezza sulla linea  del Movimento 5 Stelle, Valentina Zafarana.

“Sulla stampa – dice – in questi giorni sono apparsi articoli che ci dipingevano quasi a favore di questa pratica. E’ ora di sgomberare il campo da qualsiasi equivoco: siamo contro la caccia, senza se e senza ma e tutte le posizioni che abbiamo assunto sul tema in passato, del resto lo confermano.

» Condividi

Messina – 5 Corsi di esecutore BLSD organizzati dal CESV

Corso BLSDDall’1 al 15 settembre iscrizioni per i 5 Corsi di esecutore BLSD con il Cesv.

Il Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina, nell’ambito delle proprie attività istituzionali, propone 5 corsi di Esecutore BLSD (Rianimazione Cardiopolmonare di Base e Defibrillazione) della durata di 5 ore ciascuno. Il BLSD è la sigla (Basic Life Support Defibrillation) che indica le manovre da compiere per intervenire in caso di arresto cardiaco. Ci si può iscrivere dall’1 al 15 settembre cliccando qui.

I Corsi si svolgeranno nella zona jonica (uno), tirrenica (due) e a Messina (due). L’iniziativa è rivolta ai volontari (un massimo di 3 per Associazione di appartenenza) e la partecipazione è gratuita.

Per informazioni: Centro Servizi per il Volontariato Messina, tel. 090.6409598, fax 0906011825, www.cesvmessina.it e www.comunitasolidali.org, mail formazione@cesvmessina.it.

Il programma formativo si pone l’obiettivo di far acquisire ai volontari che operano nelle attività di soccorso sanitario gli strumenti conoscitivi e metodologici e le capacità necessarie per riconoscere lo stato d’incoscienza, di arresto respiratorio e nell’attuare le manovre di rianimazione cardiopolmonare di base e nell’utilizzo corretto ed efficace del defibrillatore semiautomatico.

L’arresto cardiaco improvviso (o “morte cardiaca improvvisa”) è un evento che colpisce nel mondo occidentale centinaia di migliaia di persone ogni anno. Si può calcolare un arresto cardiaco improvviso per mille abitanti per anno: ciò significa in Italia (58 milioni di abitanti) un’incidenza di 50 – 60 mila casi ogni anno. Per la maggior parte si tratta di individui in età ancora giovane, spesso ignari dei fattori di rischio da cui sono affetti, dove l’arresto cardiaco è la prima manifestazione di patologie che possono essere curate efficacemente.

Riguardo al corso, il Cesv precisa che sarà favorita la partecipazione di volontari appartenenti a un maggior numero di Associazioni. Pertanto, al momento dell’iscrizione, l’Associazione dovrà indicare i propri volontari in ordine di priorità (1 priorità maggiore/3 priorità minore). Il Centro Servizi si riserva la facoltà di ammettere al corso un numero di volontari secondo i criteri già indicati. Ai volontari partecipanti verrà rilasciato attestato IRC. I volontari interessati al secondo attestato, con la certificazione della Centrale Operativa 118, dovranno provvedere al versamento della quota richiesta dall’ente certificatore secondo le modalità che verranno in seguito comunicate.

 

Ufficio Stampa Cesv Messina
Marco Olivieri

» Condividi

Brolo – Damiano Passerelli il nuovo ragioniere del comune

Damiano PasserelliSarà il comandate dei vigili urbani brolese, Damiano Passerelli, il nuovo ragioniere del comune, mentre tutto l’ufficio verrà potenziato con altre due unità – quattro più uno – e lo staff si avvarrà dell’esperienza del ragioniere Filippo Conti, quale consulente.

Conti oggi in pensione dopo 40 anni di esperienza, proviene dal comune di Frazzanò ma che ha anche gestito l’area contabile del comune di Torrenova. L’esperto sarà nominato nei prossimi giorni.

Damiano Passerelli, oggi comandante dei corpo dei vigili urbani brolese, una lunga esperienza amministrativa, anche nell’area di segreteria – lui proviene della forza lavoro della 288 – si accinge a guidare il reparto contabile-finanziario del comune.

Una decisione di grande responsabilità richiesta anche dall’amministrazione comunale, che, come dice il sindaco, vede in lui doti di grande equilibrio e competenza.

Passerelli, che non dismetterà le “stellette” rimanendo anche responsabile dell’area della polizia urbana, coordinerà il nuovo organico dell’ufficio di ragioneria, quattro dipendenti che provengono, con varie esperienze dall’organico comunale.

E’ intendimento dell’amministrazione, afferma Gaetano Scaffidi, l’assessore al bilancio, mettere in poco tempo a regime l’ufficio per assicurare insieme all’ordinaria amministrazione anche l’attività di programmazione economica dell’ente, in questo contesto la figura del consulente, il ragioniere Conti, che sarà a tempo determinato, permetterà a tutti di far tesoro della sua esperienza.

» Condividi

Messina – Gesso: 7 mesi dalla frana ma ancora niente muro di protezione

All’Assessore alla Protezione Civile Comune di Messina
All’Assessore all’Urbanistica Comune di Messina
Alla Protezione Civile Regionale di Messina
Al Presidente della 6 Circoscrizione

 

Oggetto: richiesta chiarimenti causa frana propagatasi il 1 febbraio 2014 in Via Madonna delle Grazie Villaggio Gesso Comune di Messina.

INTERROGAZIONE CON RISPOSTA SCRITTA

Via Madonna delle Grazie - GessoI sottoscritti, consiglieri della 6 circoscrizione, Mario Biancuzzo e Nunzio Cardullo, chiedono agli Organi in indirizzo, di SAPERE, quali sono i motivi che a distanza di 7 mesi ancora non è stato realizzato il muro a protezione della strada franata il 1 febbraio 2014, in Via Madonna delle Grazie in località Gesso Comune di Messina. Ma andiamo per ordine:

sabato 1 febbraio 2014, all’alba, sicuramente, causa copiose acque piovane della notte si è verificata una frana con apertura di voragine, trascinando il muro a protezione della strada comunale.

Immediatamente sono intervenuti i Vigili del Fuoco, la Protezione Civile del Comune di Messina, personale dell’AMAM ed una ditta con bob cat e mezzi meccanici per eliminare il materiale franato.

Giorno 5 Febbraio 2014 si è svolto un tavolo tecnico, al Comune di Messina, tra gli assessori alla Protezione Civile Cucinotta, all’Urbanistica De Cola, ai consiglieri della 6 Circoscrizione e alla presenza di numerosi residenti del Villaggio Gesso, per discutere dei lavori di messa in sicurezza della strada franata.

Via Madonna delle Grazie - GessoDurante la riunione l’assessore De Cola ha dichiarato, al grave problema si sta lavorando ad un progetto per mettere definitivamente in sicurezza i luoghi. Faremo di tutto per riuscire a finanziare le opere necessarie. Abbiamo le somme per fare i sondaggi geognostiche che faremo subito, non aspetteremo che venga giù un altro pezzo di muro.

Da un accertamento effettuato sui luoghi, come si evince dalle foto allegate, è emerso che è stato eliminato tutto il materiale franato ed è stato messo del cemento a protezione della frana ed è stata chiusa la strada, al transito veicolare e pedonale.

Inoltre, il tratto di muro rimanente si presenta in condizioni di instabilità, lesionato ed in alcuni tratti inclinato.

Dichiariamo, noi consiglieri Biancuzzo e Cardullo, anche se non siamo dei tecnici, che tutto il muro potrebbe cedere, soprattutto quello lesionato.

Chiediamo di SAPERE, URGENTEMENTE, se è stato redatto il progetto per la messa in sicurezza della strada franato da 7 mesi, come dichiarato dall’Assessore De Cola durante la riunione del 5 Febbraio 2014 e quanto bisogna ancora aspettare per usufruire della strada che collega la statale 113 con il centro del Villaggio Gesso.

Via Madonna delle Grazie - GessoNecessitano, raccolta e convogliamento delle acque pluvie, prima del prossimo inverno, al fine di evitare ruscellamenti con ulteriori conseguenze per la sua instabilità.

Risistemazione della sede stradale e messa in opera della barriera di protezione con relativo muro.

Ripristino della pavimentazione stradale per consentire il traffico veicolare e pedonale.

Controllo e messa in sicurezza del rimanente tratto che presenta segni di instabilità e crepe.

Oppure aspettiamo che ceda il muro aggravando la spesa?

Ci corre l’obbligo, inoltre, ricordare che a monte della strada insistono delle abitazioni ed eventuali crolli potrebbero creare problemi alla pubblica e privata incolumità.

I Consiglieri

Mario Biancuzzo
Nunzio Cardullo

» Condividi

Palermo – Inaugurazione della mostra pittura di Mauro Cacciatore

Aria di Montagna - Mauro CacciatoreSarà inaugurata domani, martedì 2 settembre nel “Salone della  Real Fonderia” alla Cala, a Palermo, la mostra di pittura “I Paesaggi del cuore”, di Mauro Cacciatore.

L’artista palermitano, 23 anni, predilige la tecnica pittorica dell’acrilico su tela o legno. Per Cacciatore questa è la settima personale. In mostra i suoi ultimi lavori insieme con alcune sue precedenti opere, in tutto saranno 25 i quadri esposti: paesaggi visti con occhi nuovi, ingenui e attenti, capaci di cogliere colori e suggestioni di angoli di Sicilia e di luoghi che vivono nel nostro cuore.

La mostra, allestita con il patrocinio della Presidenza del Consiglio Comunale di Palermo, è visitabile fino a mercoledì 10 settembre. Sarà aperta al pubblico dal lunedì al sabato dalle 9,00 alle 13,00, e dalle 15,00 alle 19,00. L’ingresso è gratuito.

All’inaugurazione, che si terrà domani martedì 2 settembre alle 18,30 nella suggestiva cornice della Cala (Piazza Fonderia) parteciperà il presidente del Consiglio Comunale di Palermo Salvatore Orlando: “Ancora una volta – dice Orlando – la città si apre alla cultura, offre spazi e opportunità a giovani artisti palermitani bravi e capaci. Palermo torna ad essere viva, questa mostra è un tassello di un percorso di riscatto culturale che dobbiamo sostenere e incoraggiare”.

» Condividi

Messina – Minacce di morte a don Luigi Ciotti, la solidarietà di Accorinti

Renato Accorinti - Sindaco di MessinaA seguito delle minacce di morte ricevute da don Luigi Ciotti, il sindaco, Renato Accorinti, ha espresso solidarietà, anche a nome di tutta l’Amministrazione comunale, al presidente di Libera, evidenziando che “Quanto avvenuto rafforza le azioni e il pensiero di don Ciotti, perché significa che si sta operando nella direzione giusta.

Provo indignazione e rigetto, ma allo stesso tempo invito tutti noi, che fondiamo le nostre azioni sulla legalità e sulla trasparenza, a fare non un passo indietro ma cento in avanti. Rivolgo un pensiero ai cittadini per aumentare la loro presa di coscienza e la partecipazione alla lotta alla mafia, con azioni concrete tutti i giorni e in ogni angolo di strada, evitando silenzi di complicità ed omissioni.

Le istituzioni dello Stato facciano la loro parte, supportando coloro che contrastano la criminalità organizzata, attuando riforme ormai indifferibili, e la scuola, quale palestra di vita, dia un contributo concreto attraverso la crescita delle giovani generazioni all’insegna dei valori della legalità e della trasparenza”.

» Condividi

Pippo Fallica consulente del neo eurodeputato sardo Salvatore Cicu

Michele MancusoMichele Mancuso (FI) su nomina di Pippo Fallica a consulente dell’eurodeputato Salvatore Ciru. “Un segnale non positivo. Ecco perché i cittadini prendono le distanze dalla politica”

Caltanissetta 1 Settembre 2014 – Il vice coordinatore regionale di Forza Italia, Michele Mancuso commenta con diffidenza la nomina dell’ex deputato siciliano Pippo Fallica a consulente del neo eurodeputato sardo Salvatore Cicu:

“Prendiamone atto, ma non lamentiamoci quando la gente comune prende le distanze dalla politica – dichiara Mancuso- quando diserta le  urne, quando pur di cambiare vota chiunque purchè contro. A mio avviso accettare un ruolo del genere è stata una scelta infelice oltre che un segnale non positivo. Immaginate i tanti giovani laureati siciliani che sensazione proveranno a sentirsi Italiani in Europa dopo aver letto di nomine come queste. Altro che lingue straniere! Forza Italia è un grande partito con una classe dirigente brillante che saprà certamente avviare un serio dibattito all’insegna dei tempi. Per cominciare  - conclude Michele Mancuso – sarebbe il caso di dimettersi da responsabile degli enti locali del partito e lasciare spazio a figure superpartes”.

 

» Condividi

Messina – Segnalazione al 113 blocca tentato furto in appartamento

Tentato furto a MessinaLa segnalazione al 113 di un cittadino giunta ieri pomeriggio alle 15.00 circa ha permesso ai poliziotti delle Volanti di bloccare un furto in appartamento in via Padova e di individuarne i responsabili.

Trattasi di 4 giovani, due maggiorenni – CARUSO Michele, messinese di anni 19, pregiudicato e BRANDA Claudia, messinese di anni 18 – e due minorenni. Dei due minorenni uno ha meno di 14 anni.

Grazie alle indicazioni fornite da altri cittadini sul posto, sono stati raggiunti in via Vittorio Veneto, poco distante dallo stabile dove avevano tentato di svaligiare un appartamento. I successivi sopralluoghi hanno accertato la forzatura della porta d’ingresso della casa e del portone principale dell’immobile presi di mira dai giovani topi d’appartamento.

Rinvenuto nel sottoscala dello stabile il piede di porco probabilmente utilizzato per scassinare i due ingressi.

I due maggiorenni, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, saranno giudicati stamani con rito direttissimo per il reato di tentato furto aggravato in concorso. Il minorenne è stato denunciato in stato di libertà per il medesimo reato. Per il più giovane dei quattro si è proceduto alla segnalazione alla competente Autorità Giudiziaria.

» Condividi

Ficarra – “Trofeo Lorenzo Bandini a Daniel Ricciardo”

Trofeo Lorenzo Bandini a Daniel RICCIARDOUna folta delegazione di cittadini ficarresi si è recata a Brisighella, in provincia di Ravenna, per assistere all’assegnazione a Daniel Ricciardo del prestigioso Trofeo Lorenzo Bandini che ogni anno si assegna ai personaggi che si sono distinti nel mondo della Formula 1.

La delegazione contava la presenza del sindaco Basilio Ridolfo, dell’Assessore Indaimo e del presidente pro-tempore  del primo fan-club d’Italia Nuccio Calabrese.

Daniel, il cui padre è’ nato a Ficarra ed è emigrato in Australia all’età di 7 anni, e’ giunto in perfetto orario alle ore 16,00 circa ed è stato accolto nella Piazza principale del paesino romagnolo dai Sindaci di Brisighella e di Ficarra. Dopo i saluti ufficiali dei due sindaci, a Daniel e’ stato riservato un vero e proprio bagno di folla da parte delle numerose persone intervenute che sono state letteralmente rapite dallo stile simpatico e accattivante del campione. Il protocollo ha poi consentito un momento di incontro davvero commovente con le decine di persone pervenute dal paese natio del padre di Daniel durante il quale, il campione italo-australiano e’ stato “ostaggio” delle attenzioni dei compaesani e di tutti i parenti intervenuti. Il sindaco di Ficarra, dopo avergli consegnato una speciale medaglia, e’ riuscito a strappare al campione la promessa di una visita a Ficarra che si dovrebbe tenere a breve, compatibilmente con gli impegni del campionato di Formula 1.

Ulteriore momento, davvero intenso, si è registrato con la consegna, particolarmente gradita, al papà di Daniel, Joe Ricciardo, della tessera N. 2 del fan club di Ficarra. Al termine della manifestazione che ha registrato anche la premiazione della giornalista Stella Bruno da parte del Sindaco di Ficarra, il primo cittadino ha potuto tracciare un bilancio dell’iniziativa che ha definito davvero positivo per la grande visibilità che è stata assicurata al Comune nebroideo e per i rapporti che è stato possibile intensificare con Daniel e la sua famiglia.

» Condividi

Gioiosa Marea – Si rinnova il successo per “Il Musichiere 2014″

Gioiosa Marea - Musichiere 2014Sabato 30 Agosto u.s. il Comune di Gioiosa Marea ha rivissuto le emozioni date da una grande trasmissione televisiva degli anni ’50, infatti si sono svolte le attività inerenti la manifestazione culturale denominata “IL MUSICHIERE PER GRANDI E PICCOLI – Edizione 2014”.

Organizzata dall’Associazione A.F.E I.P. di Gioiosa Marea e giunti alla sesta edizione, la manifestazione, dedicata all’intrattenimento di grandi e bambini, ha avuto luogo presso l’Arena Canapè, dove la Dott.ssa Roberta Gioiosa Marea - Musichiere 2014FONTI, con la collaborazione della Dott.ssa Rosalba MOLLICA, ha diretto la serata del Musichiere per grandi e piccoli che si è svolta all’insegna del divertimento collettivo e della musica. Riprendendo, infatti, la fortunata trasmissione televisiva RAI diretta da Antonello FALQUI della fine degli anni ’50 del secolo scorso, nel gioco musicale a quiz i concorrenti, seduti su di una sedia a dondolo, dovevano ascoltare un brano musicale e, una volta riconosciutolo, precipitarsi a suonare una campanella a dieci metri di distanza per avere diritto a dare la propria risposta, accumulando punti per evitare l’eliminazione.

Sono state create due squadre di concorrenti suddivise in base all’età e si è andati avanti ad eliminazione fino ad arrivare ai vittoriosi rispettivamente nella propria categoria, cui è stata consegnata una targa per la vittoria. La serata è stata allietata dalle esibizioni di artisti emergenti ed affermati, la piccola Greta CACCIOLO si è esibita cantando un brano musicale di grande successo, mentre Gioiosa Marea - Musichiere 2014Nadia SIDOTI ha intrattenuto gli spettatori con uno spettacolo di balli basati sullo Zumba Fitness, ovvero una lezione di fitness musicale di gruppo che utilizza i ritmi e i movimenti della musica afro-caraibica, mixati con i movimenti tradizionali dell’aerobica, in ultimo il giovane artista Gabriele SCIROCCO ha deliziato il pubblico esibendosi con un brano classico.

Gioiosa Marea - Musichiere 2014L’Associazione A.F.E I.P. ringrazia tutti gli intervenuti e soprattutto coloro che hanno voluto giocare e divertirsi con allegria e spensieratezza.

L’Associazione A.F.E I.P. ringrazia inoltre tutti coloro che hanno permesso la buona riuscita della manifestazione, in particolare il Sindaco del Comune di Gioiosa Marea Dott. Eduardo SPINELLA con l’Amministrazione Comunale tutta, le Hostess dell’Associazione A.F.EI.P. Francesca MOLICA FRANCO, Antonella CALABRESE, Rossella MOLICA FRANCO e Luana MONDELLO.

» Condividi

Sicilia – Spicola: “Azzeriamo tutto e ripartiamo senza logiche di parte”

Mila Spicola PDSpicola (PDSicilia): “Governo politico o governo tecnico? Governo capace. Azzeriamo tutto e ripartiamo senza logiche di parte”

“Lunedì ci sarà l’ennesimo incontro al PD per discutere per l’ennesima volta delle stesse cose. Con l’aggravante delle vicende a cui abbiamo assistito. Riprenderemo in realtà da dove abbiamo interrotto, che è la stessa discussione che si protrae da un anno. Governo politico..governo tecnico..io direi governo capace. Cambiare una giunta non basta. “

Queste le riflessioni della vicesegretaria del PD Siciliano riguardo le ultime vicende politiche siciliane,  di ritorno da un breve soggiorno romano per motivi legati alle linee guida sulla scuola

“Tutti diciamo “serve un cambio di passo”. Azzerare e ripartire? Sono d’accordo, ma su tutti i fronti: chiedo a Rosario Crocetta e al PD tutto, di cui il presidente è dirigente, di agire di concerto con la coalizione per rifare la Giunta, tutta, ma non solo, chiedo di azzerare e rifare i presidenti di Commissione e dell’Assemblea e mettere nello stesso piatto due riforme importanti: primo, una legge elettorale che ridisegni l’assetto istituzionale e i rapporti tra Presidente, Aula, Giunta ed elettori, che ricrei un rapporto di fiducia e credibilità, e una riforma dell’apparato burocratico amministrativo. 

“Uno Stato si regge su un rapporto efficiente, efficace, neutro e credibile tra politica e burocrazia. Politica capace e burocrazia competente in rapporto istituzionale non fiduciario. E’ quello che manca adesso e su questo bisogna recuperare l’azione e la credibilità. Non su un cambio di nomi, scelti con logiche identiche ed errate. La riforma della burocrazia deve andare insieme a una stretta sull’apparato amministrativo, regionale e locale. Qualificare il comparto e ridare qualità e capacità alla spesa, soprattutto quella dei fondi comunitari. Siamo come sempre al palo. Stiamo ad esempio perdendo i fondi Pac, oppure li spendiamo male, perchè gli uffici regionali e quelli comunali non lavorano in sinergia, quando non sanno proprio da dove iniziare, per incapacità o inerzia.Quelli che si spendono si stanno spendendo male.”

Così continua: 

“Per quel che riguarda il Partito è necessario completare la segreteria del PD per rafforzare l’elaborazione del partito sulle politiche, in modo generale ma non  generico. 

Quella a cui assistono i siciliani e gli elettori del PD è una politica tutta strumentale, in cui ai colpi di teatro dei server che cedono, si contrappongono anche le dinamiche di parte, non solo fuori del PD, ma dentro il PD, a cui si sottopongono le decisioni che riguardano tutti. Dipendente da volontà umana, e non a flop dei server, è che decisioni serissime, come ad esempio i lavori su un interporto, siano frutto di logiche di parte, per non definirli dispetti. Inaccettabile.”

Così conclude:

“Qualcuno dice: andiamo a votare, oppure commissariamo la Sicilia. Non credo che senza un cambio di testa e senza quelle due riforme strutturali cambierebbe granchè.

Io dico: azzeriamo tutto e rifacciamo tutto con la logica della qualità e della competenza, che non hanno “parti”, mutando gli assetti istituzionali distorti, senza essere ancora una volta schiavi di noi stessi e della nostra autoconservazione. 

Personalmente non sarò d’accordo con nessun accorducolo su due o tre o quattro o anche tutti gli assessori e sulla riffa dei nomi, per poi lasciare intatte le dinamiche e le strutture che negli ultimi 30 anni ci hanno condotto in fondo al fosso.  

Su tali vicende non parlo più da “renziana” da mesi, parlo da vicesegretario del Partito Democratico tutto, in modo libero e indipendente, e non sono nè sul piatto degli assessori, nè in campagna elettorale. Mi sento di rappresentare, per queste riflessioni, – maturate da tempo, ma accelerate dal caos a cui abbiamo assistito -, nulla togliendo alle anime del PD, in modo trasversale, un’area vasta del partito, tanti iscritti del pd, tanti elettori e tanti cittadini, che stanno vivendo con estremo disagio ciò che accade. Le aree siano una ricchezza di elaborazione politica, non uno scontro di logiche di potere che distrugge ogni azione o decisione politica. Specialmente in un momento gravissimo come quello attuale. Mi carico di responsabilità e di colpa qualora il mio partito, o esponenti del mio partito, non siano sempre in grado di ammettere sbagli palesi, o continuino a reiterare scelte sbagliate, e, se serve, sono pronta a dimettermi dalla mia carica per ricreare un rapporto di fiducia con la nostra gente. La politica dello scarica barile è solo una politica irresponsabile.”

» Condividi

Messina – Conferenza stampa: raccolta porta a porta e ordinanza TIR

Renato AccorintiIl sindaco, Renato Accorinti, l’assessore all’ambiente, Daniele Ialacqua, il commissario liquidatore dell’ATO 3, Michele Trimboli, ed il commissario regionale dell’ATO 3 per il territorio, Ettore Ragusa, nel corso di una conferenza stampa oggi a Palazzo Zanca, hanno illustrato tempi e modalità del finanziamento della Regione siciliana al Comune di Messina per l’attivazione del sistema di raccolta differenziata porta a porta nella città di Messina, per un importo totale di 4.766.566,60 euro.

La spesa per la realizzazione dell’opera di cui all’art. 2 del decreto n. 1294 pari a 3.794.811,15 euro è imputata al PO FESR 2007/2013 – Obiettivo operativo 2.4.1, ed è impegnata sul capitolo n. 612407 del bilancio della Regione Sicilia – Esercizio 2014 – Rubrica dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti – relativo agli interventi per la realizzazione dell’obiettivo operativo 2.4.1 del PO FESR 2007/2013, mentre la somma di 971.755,45 euro è posta a carico del Comune di Messina, che dovrà garantire la completa esecuzione della fornitura entro il 31 dicembre 2015.

La prima fase del progetto prevede il coinvolgimento della popolazione residente nei villaggi delle zone nord e sud della città, che complessivamente nelle oltre 21 frazioni della periferia ammonta a circa 60 mila abitanti. Oltre al coinvolgimento delle utenze domestiche, il servizio dovrebbe essere esteso anche a tutte quelle attività commerciali che producono in gran parte rifiuti organici provenienti da attività di cucina, in particolare mense e ristoranti.

In questa prima fase saranno raggiunte le attività commerciali della zona nord (Ganzirri e Torre Faro), ove sono concentrati numerosi ristoranti, ma anche strutture sanitarie importanti e universitarie. Inoltre lo stesso servizio sarà esteso anche alla zona del centro cittadino. L’obiettivo è il raggiungimento di una percentuale del 90% di raccolta delle frazioni recuperabili, gli intervalli di intervento dipendono dalla tipologia di materiale.

Conferenza MessinaI mezzi usati saranno una vasca da 5 mc. con costipatore per la raccolta domiciliare della carta e cartone, della frazione multimateriale leggera (plastica, alluminio e acciaio) e della frazione organica. Gli stessi mezzi conferiranno il materiale a contenitori scarrabili da 30 mc. che saranno posizionati in maniera baricentrica rispetto alle zone di raccolta e successivamente (una volta riempiti) avviati alla destinazione finale attraverso mezzi e rimorchi per la movimentazione degli stessi scarrabili; mezzi e rimorchi per la movimentazione degli scarrabili da 30 mc. per lo svuotamento delle campane per la raccolta del vetro; e mezzi compattatori da 22 mc. per la raccolta domiciliare dell’indifferenziato.

Il sindaco Accorinti e l’assessore Ialacqua hanno evidenziato che: “La nostra missione di ieri a Palermo è stata importante, perché ci consentirà di ottenere risultati nel breve e medio termine, e segue l’incontro avuto ad ottobre a Palazzo Zanca col governatore regionale Crocetta e la sua Giunta. Gli impegni sono stati rispettati e ringraziamo l’assessore regionale, Salvatore Calleri, il direttore generale, Marco Lupo, e il dirigente, Natale Zuccarello. Il Comune di Messina è il primo a ricevere questa linea di finanziamento che consentirà nei primi mesi del 2015 la raccolta porta a porta, dopo il parere della Corte dei Conti, la delibera del Consiglio comunale e il completamento dell’iter. In tema di rifiuti – hanno proseguito Accorinti e Ialacqua – è prossimo alla firma il decreto di bonifica del piede della discarica di Portella Arena.

Un’altra notizia positiva riguarda la proroga di un altro mese, almeno fino al 30 settembre, della discarica di Mazzarrà Sant’Andrea, mentre su Mili c’è un’idea progettuale, che consentirebbe il trattamento della parte umida dei rifiuti. Prevista ad ottobre anche la chiusura della gara per la piattaforma di Pace”. A seguire il sindaco Accorinti, presente il dirigente del dipartimento Mobilità urbana e viabilità, Mario Pizzino, in merito alla recente ordinanza sui tir, ha precisato che: “Abbiamo incontrato stamani i rappresentanti dei commercianti della via La Farina, chiedendo loro di venirci incontro senza però volerli penalizzare. Il provvedimento rimane ed è temporaneo sino al 30 settembre. Stiamo cercando di dire a tutti di fare squadra insieme dato che, seguendo le indicazioni della sentenza del Tar di Catania, in perfetta linea con l’obiettivo dell’Amministrazione comunale, la priorità è e rimane l’incolumità dei cittadini e per tale ragione abbiamo aperto una finestra dalle ore 14 alle 17”.

» Condividi

Pagina 1 di 444123456 ... Ultima »