Il nostro gruppo FacebookSiamo anche su TwitterIl canale Youtube di CanaleSiciliaSiamo anche su Google Plus

In anteprima i video e servizi di CanaleSicilia

Adesso in trasmissione

Articoli divisi per mese

Sedute Parlamento ARS

Diretta Streaming Sedute Parlamento Ars

Seguici su Twitter

Elezioni

I nostri servizi per le elezioni di Maggio 2014

CanaleSicilia informa tutte le forze politiche che in occasione delle elezioni del 25 maggio 2014 offre servizi di diretta streaming multicamera.

Inoltre effettua riprese audio/video in alta definizione, servizi/interviste, autogestite sia in studio che presso Vs. sede, posizionamento di banner grafici all'interno del ns. sito web.

Per maggiori informazioni contattateci al 393-1863330 oppure via email redazione@canalesicilia.it

Brolo – Comizio dell’avv. Carmelo Occhiuto e presentazione della lista “Progetto Comune – Occhiuto Sindaco”

Progetto Comune - Occhiuto SindacoComizio e presentazione della lista
Piazzetta Lungomare Luigi Rizzo – Brolo
Venerdì 25 Aprile ore 19:00

Oltre ai nove candidati già apparsi nel corso della presentazione del simbolo e del primo comizio dell’avvocato Occhiuto, altri sei elementi sono stati aggiunti alla squadra che correrà il prossimo 25 Maggio verso l’obiettivo di risanare per ripartire da Brolo.

Un lavoro intenso quello portato avanti dal candidato sindaco in questi giorni per garantire, attraverso la lista “Progetto Comune – Occhiuto Sindaco”, una buona rappresentanza di tutto il territorio, inserendo l’entusiasmo dei giovani accanto all’equilibrio dei più adulti.

Una squadra giovane e a trazione femminile, composta da otto donne e sette uomini, con un’età media di 40 anni tondi tondi che ben traduce l’idea di rinnovamento necessario per la nuova classe dirigente brolese. Un gruppo eterogeneo ma equilibrato, senza divi in cerca di copertine ma composto da cittadini sinceramente legati al proprio paese, per il quale hanno deciso di impegnarsi a scrivere un domani migliore di questo presente che non fa certo onore ai brolesi.

Avv. Carmelo OcchiutoL’amore per la propria terra, per la propria gente ma soprattutto la grande forza di volontà necessaria per cambiare le sorti di Brolo sono il collante che tiene uniti professionisti, studenti, imprenditori, artigiani, commercianti e operatori nel sociale che, con Occhiuto sindaco, avranno un unico obiettivo: voltare pagina e scrivere un nuovo futuro per Brolo, fatto di certezze e serenità.

Le donne e gli uomini della lista “Progetto Comune – Occhiuto Sindaco” saranno presentati dallo stesso avvocato Occhiuto Venerdì 25 Aprile, Festa della Liberazione, nel corso di un comizio che si terrà alle ore 19:00 nella piazzetta del Lungomare Luigi Rizzo di Brolo.

» Condividi

Piraino – Avviato il servizio comunale di allerta telefonica

Gina Maniaci - Sindaco di PirainoHa preso il via il nuovo servizio di allerta telefonica, gratuito e veloce, per le comunicazioni dell’amministrazione.

Con i messaggi vocali, inviati telefonicamente, vengono raggiunti, contemporaneamente, tutti i residenti o una parte di essi, in funzione alle effettive esigenze.

Il servizio consente di diramare informazioni di pubblica utilità come ad esempio: allerte meteo, chiusure delle strade, chiusura delle scuole, segnalazioni di pericoli sul territorio comunale, interruzioni dei servizi pubblici, energia elettrica e telefoniche, ecc… riducendo, quindi i rischi e i disagi alla collettività.

I messaggi vocali raggiungeranno i numeri di telefonia fissi già disponibili dall’elenco telefonico.

I cittadini residenti il cui numero di telefono fisso non è presente sull’elenco telefonico o preferiscono ricevere le informazioni sul telefono cellulare, dovranno fornire i dati presso gli uffici relazione col pubblico del comune.

Il messaggio pilota con il quale l’amministrazione ha informato i cittadini dell’avvio del servizio e’ stato inviato direttamente dal sindaco.

“Questo sistema, denoninato alert-system – dichiara il sindaco Maniaci - e’ un ottimo strumento di comunicazione che consente, finalmente all’amministrazione di informare con tempestivita’ la cittadinanza oltre che sulle situazioni di emergenza anche sull’attivita’ pubblica inerente gli appuntamenti culturali e le novita’ sui servizi pubblici erogati.”

» Condividi

Sicilia – Partono i primi cantieri di servizi, 57 i progetti esecutivi

Cantiere RegionalePartono i primi cantieri di servizio; l’Assessore Giuseppe Bruno comunica che il Dipartimento regionale Lavoro ha già ultimato la relativa istruttoria e sono pronti per l’avvio i primi 57 progetti esecutivi di cantieri di servizio elaborati da 27 comuni dell’Isola (tabella di seguito elencata).

Tali interventi, che sono già finanziabili, partiranno nei prossimi giorni e consentiranno di avviare al lavoro le prime 700 unità di operatori, che percepiranno una media di 700 euro mensili, per attività di collaborazione con gli operatori specializzati delle Amministrazioni Comunali per la sistemazione del verde pubblico, la vigilanza nelle scuole, la pulizia di strutture pubbliche.

Si tratta di una prima tranche di un piano che interesserà tutti i Comuni della Sicilia impegnando circa 20.000 unità con un investimento finanziario di 50 milioni di Euro.

Nei prossimi giorni, sottolinea l’Assessore, verranno sollecitati tutti gli altri Comuni della Sicilia per rendere esecutivi tutti i progetti cantierabili, in modo che possano essere attivate ed impiegate tutte le risorse economiche disponibili per offrire servizi necessari alle comunità ed ai territori, ma anche per cercare di provare ad alleviare, anche se temporaneamente, la condizione di disagio sociale di quei nuclei familiari che potranno fruirne e che a causa dell’attuale crisi economica vivono in condizioni di povertà e di emarginazione.

La filosofia e lo scopo, evidenzia l’Assessore, è di coinvolgere i destinatari del beneficio, non solo dal punto di vista del sostegno economico, ma di inserirli o reintrodurli in programmi di lavoro che restituiscano loro dignità sia come come lavoratori che come persone.

Assessorato Regionale della Famiglia delle
Politiche Sociali e del Lavoro

L’Assessore Giuseppe Bruno

 

Comune

Prov.

N. progetti finanziabili

Aliminusa

PA

1

Bisacquino

PA

1

Butera

CL

2

Campobello di Mazara

TP

4

Capo d’Orlando

ME

3

Carlentini

SR

4

Castellana Sicula

PA

1

Comitini

AG

1

Corleone

PA

4

Erice

TP

8

Giarratana

RG

1

Gratteri

PA

1

Letojanni

ME

1

Malfa

ME

1

Mandanici

ME

1

Naro

AG

2

Pace del Mela

ME

2

Pollina

PA

1

Prizzi

PA

1

Roccapalumba

PA

1

Salemi

TP

4

Saponara

ME

1

Sclafani Bagni

PA

1

Tortorici

ME

3

Villafranca Tirrena

ME

3

Villafrati

PA

1

Vizzini

CT

3

TOTALE

 

57

» Condividi

Partito Democratico – Delibera CRG: “Gli iscritti al PD non possono far parte di altri movimenti politici”

Partito DemocraticoLa Commissione regionale di garanzia, presieduta da Giovanni Bruno, in base allo statuto nazionale del Partito democratico e alla delibera della Commissione nazionale del 23 luglio 2013 riguardante l’adesione di iscritti del Pd ad altri movimenti politici, ha deliberato, all’unanimità, che “gli iscritti al  PD non possono far parte di altri movimenti politici” pena la cancellazione dall’anagrafe per due anni.

La Commissione regionale ha, inoltre, stabilito che sarà cura delle Commissioni provinciali di garanzia “fare osservare tale determinazione”.

La disposizione è stata inviata agli organismi regionali e alle federazioni provinciali del Pd Sicilia.

» Condividi

Mauro Aquino – Componente del Consiglio di Amministrazione della Srr Messina Provincia

Mauro Aquino - Sindaco di Patti Il sindaco di Patti Mauro Aquino entra a far parte del Cda della Srr Messina Provincia.

Lo ha nominato l’assemblea dei sindaci in sostituzione di Salvo Messina, ex sindaco di Brolo dimessosi dalla carica di primo cittadino e dunque decaduto dal suo ruolo all’interno dell’organismo di gestione del servizio rifiuti. Aquino ha ricevuto l’unanimità dei voti dei 33 sindaci presenti dei 57 che compongono la Srr, la cui assemblea si è svolta a Sant’Agata Militello. I lavori sono stati coordinati dal presidente della Srr, Calogero Lo Re, sindaco di Militello Rosmarino.

A proporre l’ingresso di Aquino nel Cda, il sindaco di Capo d’Orlando Enzo Sindoni. Oltre al neo entrato, il cda della Srr “Messina Provincia” vede al suo interno il presidente Calogero Lo Re , il vice presidente, sindaco di Torrenova Salvatore Castrovinci , poi Francesco Re, sindaco di Santo Stefano di Camastra e Giuseppe Patorniti sindaco di Santa Domenica Vittoria. L’ingresso di Mauro Aquino ricostituisce dunque il plenum del Cda che dovrà affrontare le serie problematiche relative alla gestione del servizio rifiuti nel territorio compreso tra Mazzarrà e Tusa. Il prossimo 29 aprile la Srr dovrebbe partire a pieno regime. Fra le competenze la Società raccolta rifiuti, quella di realizzare l’impiantistica per lo smaltimento dei rifiuti.

fonte amnotizie

» Condividi

Sicilia – Il Movimento 5 Stelle torna all’attacco delle auto blu

Giorgio CiaccioIl deputato Giorgio Ciaccio. “Avrebbero dovuto essere drasticamente ridotte grazie ad una nostra norma presente nella scorsa Finanziaria, ma hanno giocato con le parole e le hanno mantenute tutte in vita. Ora puntiamo più in alto: chi è contro lo dica apertamente”

“Emendamento al ddl salvaimprese per tagliarle” 

Il Movimento 5 Stelle sferra un nuovo attacco alle auto blu, anzi all’intero parco auto della Regione siciliana, di cui chiede un taglio progressivo, che arriverà al 9 per cento nel 2016.

La sforbiciata prevista dai deputati 5 Stelle questa volta va oltre alle intoccabili automobili, simbolo della Casta, “che  – dice il deputato Giorgio Ciaccio – sono state difese con inaudita determinazione, con il ricorso ad artifici lessicali, pur di non ottemperare a quanto previsto da un nostro emendamento approvato con la scorsa Finanziaria”.

“Stando a quella norma infatti – prosegue Ciaccio – solo le auto blu a disposizione  del presidente della Regione e degli assessori  sarebbero dovute rimanere in vita e invece non ne è stata dimessa nessuna, poiché ci si è rifugiati in scappatoie lessicali che hanno definito tutte le auto blu ‘di servizio’ o ‘di rappresentanza’, pur di salvarle”.

Per questa ragione il Movimento 5 Stelle ora alza il tiro e punta alla riduzione sia della auto di servizio che di quelle di rappresentanza della Regione, delle società ad essa collegate e delle compartecipate, nella misura del 3 per cento nel 2014, del 6 per cento nel 2015 e del 9 per cento nel 2016.

“Ci aspettiamo – dice Ciaccio – altri ostruzionismi. Sia in aula che anche fuori, in caso di una eventuale approvazione della norma. Probabilmente in una prima fase dismetteranno le auto nelle peggiori condizioni e di piccola cilindrata, ma a chiusura dell’operazione saranno parecchie centinaia le automobili da dismettere e parecchie auto blu, giocoforza, dovranno saltare, a meno che non si voglia mandare a fare i lavori di manutenzione o le piccole commissioni in Audi”.

“A questo punto – conclude Ciaccio – chiediamo onestà intellettuale. Chi vuole a tutti i costi difendere i privilegi lo dichiari apertamente già in aula”.

» Condividi

Sicilia – Approvazione del ddl ‘Salvaimprese’

On.le Antonello CracoliciSicilia. Cracolici: abbiamo migliorato il ‘salva-imprese’, il governo Crocetta eviti norme-spot

“Il provvedimento esaminato oggi in aula è profondamente diverso dal testo che era stato presentato lo scorso luglio. Quella ‘prima versione’ voleva scaricare il peso del pagamento dei debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese tutto sulle spalle dei siciliani, con un ulteriore aumento di Irpef e Irap. Grazie al nostro intervento il testo è stato migliorato, evitando l’aumento di imposte: il voto favorevole al ddl è un atto di responsabilità perché questo provvedimento dà una mano alle imprese e all’economia dell’isola”. Lo dice Antonello Cracolici, parlamentare regionale del PD, a proposito del ddl “salva-imprese” esaminato oggi dall’Ars.

“Resta un punto centrale da affrontare – aggiunge Cracolici – bisogna rinegoziare il rapporto fra Stato e Regione. Se il governo si occupasse di questo invece di inserire ‘norme spot’ come quella che promette genericamente di ‘ridurre le tasse’, farebbe un servizio migliore alla Sicilia”.

 


 

Baldo GucciardiSicilia. Gucciardi: approvazione ddl ‘Salvaimprese’, prova di maturità di Governo e maggioranza

“Una boccata d’ossigeno per le imprese, una prova di maturità del Governo e della maggioranza che dimostrano con i fatti di sapere affrontare i problemi e dare risposte concrete alle esigenze della Sicilia. Un provvedimento importante approvato grazie all’intervento del Partito Democratico”. Lo dice il presidente del gruppo PD all’Ars Baldo Gucciardi a proposito del ddl ‘Salvaimprese’ approvato oggi dal Parlamento regionale.

“Adesso – aggiunge Gucciardi – bisogna proseguire su questa strada, già a partire dall’esame della manovra correttiva”.

» Condividi

Mussomeli – Discarica abusiva di oltre 3.000 mq con sversamento percolato in aree agricole adiacenti

Guardia di FinanzaGuardia di Finanza – Sequestrata a Mussomeli un’area agricola destinata a discarica abusiva di rifiuti speciali.

Un’area agricola privata di oltre 3.000 mq. era stata adibita a centro per lo sversamento incontrollato di percolato di liquami proveniente da un limitrofo impianto di produzione di energia da biomasse.

E’ quanto accertato dai militari della locale tenenza delle fiamme gialle nel comprensorio comunale di Mussomeli, unitamente a personale del nucleo operativo di palermo corpo forestale della regione siciliana, nel corso di un controllo all’adiacente impianto di produzione di energia che stocca ingenti quantitativi di biomasse vegetali e non per la successiva produzione di biogas destinato ad un cogeneratore di energia elettrica.

Nel corso del controllo però è emerso che il trattamento delle biomasse avveniva in maniera incontrollata e senza alcuna autorizzazione per lo smaltimento, tanto che i rifiuti provenienti dal percolato delle biomasse venivano lasciati defluire sull’area agricola adiacente.

Sono in corso gli accertamenti dei funzionari tecnici dell’arpa sicilia che hanno effettuato il campionamento dei rifiuti per accertarne la classifica e la pericolosità ambientale.

Durante le operazioni di servizio e’ stata sottoposta a sequestro penale preventivo l’area agricola di circa 3.000 mq nonché le attrezzature utilizzate per lo sversamento.

Il legale rappresentante della societa’ che gestisce l’impianto, e’ stato denunziato all’a.g. di caltanissetta a piede libero per l’esercizio di attivita’ di gestione di rifiuti non autorizzata, e rischia ora l’arresto da sei mesi a due anni e l’ammenda da € 2.600,00 ad € 26.000,00.

» Condividi

Messina – Perquisizione domiciliare trovati quasi otto etti di marijuana

Francesco TodaroArrestato dai Carabinieri per detenzione a fini spaccio di sostanza stupefacente.

Continua senza soste l’attività dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Messina nella prevenzione e repressione di tutti i reati ed in questo caso dei reati relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare in un mirato servizio, nel corso del pomeriggio di ieri, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, TODARO Francesco cl. 1971, messinese già noto alle forze di polizia.

Predetto, a seguito di perquisizione domiciliare veniva trovato in possesso di due panetti di sostanza stupefacente tipo “marijuana”, una dose della medesima sostanza stupefacente per un totale complessivo di circa gr. 782, un bilancino di precisione e materiale vario atto al confezionamento della droga.

Nel medesimo contesto operativo veniva segnalato al Prefetto, un giovane messinese per uso personale di sostanza stupefacente, al quale il TODARO aveva ceduto poco prima una dose dello stupefacente.

Il materiale è stato sottoposto a sequestro in attesa del deposito presso l’ufficio corpi di reato della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina. L’arrestato, su disposizione dell’A.G., veniva trattenuto presso il Comando Stazione Carabinieri di Messina Gazzi in attesa del rito direttissimo.

» Condividi

Messina – “Tutti comunichiamo” sensibilizziamo l’opinione pubblica sulle capacità di comprensione dei soggetti audiolesi

Messina - Tutti comunichiamoGli assessori alle politiche sociali, Nino Mantineo, ed alle politiche scolastiche, Patrizia Panarello, nel corso di una conferenza stampa a palazzo Zanca, hanno illustrato stamani ai giornalisti “Tutti comunichiamo”, il progetto pilota promosso dall’Amministrazione comunale ed approvato dal consiglio d’istituto della scuola primaria Manzoni.

All’incontro hanno preso parte anche la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo “Manzoni-Dina e Clarenza”, Rosalia Schirò, ed il presidente dell’Associazione Free Sport, Mirella La Rosa. L’iniziativa mira all’inserimento della figura professionale dell’assistente alla comunicazione per studenti affetti da disabilità di tipo uditivo, prevista ai sensi della legge 104/92 e mai introdotta nella provincia di Messina.

Obiettivo è sensibilizzare l’opinione pubblica sulle capacità di comprensione dei soggetti audiolesi, che necessitano di un supporto nella comunicazione. L’attività sarà garantita dal progetto “Tutti comunichiamo”, che è realizzato attraverso la copertura finanziaria del Dipartimento comunale politiche culturali ed educative ed è rivolto agli alunni, con problemi uditivi, della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’istituto Manzoni. “Promuovere l’integrazione di questi studenti, evitando l’isolamento e l’emarginazione, – ha sottolineato l’assessore Mantineo – nonché l’abbattimento delle barriere comunicative, rappresentano le finalità primarie del progetto pilota, che si avvarrà di figure professionali specializzate le quali affiancheranno il docente curricolare, ponendosi come figura di raccordo tra l’alunno, la classe e gli insegnanti, al fine di dare la possibilità ai ragazzi di comunicare con gli altri in tutte le diversificate situazioni di apprendimento, offrendogli in modo concreto ed effettivo pari opportunità di crescita formativa e didattica”. “Per la città di Messina si tratta di un programma innovativo – ha proseguito l’assessore Panarello – in quanto l’iniziativa può fare da traino ad altre istituzioni scolastiche cittadine con le finalità di <tradurre> con il linguaggio dei segni i contenuti didattici e di <adattare> le attività proposte sulla base di quelle che sono le effettive necessità ed esigenze formative dell’alunno audioleso”.

Il progetto si avvale delle competenze professionali dell’Associazione Free Sport, per assicurare il servizio di assistenza alla comunicazione per le scuole di ogni ordine e grado. In particolare, l’assistente alla comunicazione specializzata, Antonietta Dimoli, curerà nelle varie fasi della programmazione le più moderne strategie metodologiche nell’ambito del linguaggio dei segni. Le attività didattiche, già avviate dallo scorso primo aprile, si concluderanno a maggio e prevedono venti ore settimanali in orario antimeridiano.

» Condividi

Sicilia – Mutuo, “Una condanna a 30 anni di maxitasse per i siciliani”

Francesco CappelloCappello: “Maggioranza e finta opposizione sono ormai un gruppo indistinto”. Cancelleri: “Governo-armata Brancaleone, cui va staccata la spina”. Dichiarato inammissibile emendamento 5 Stelle su taglio delle auto blu. Ciaccio: “Lo ripresenteremo in Finanziaria”

“E forse non si è cercato di rinegoziare il debito, come si doveva”.

“Una condanna per la Sicilia a 30 anni di maxitasse”. Il Movimento 5 Stelle è lapidario sul “sì” dell’Ars che “regalerà” ai siciliani aliquote maggiorate Irpef ed Irap per i prossimi tre decenni e congelerà lo sviluppo dell’isola. E annuncia una possibile denuncia alla Corte dei conti per un possibile danno all’Erario.

“C’era la concreta possibilità – ha affermato Stefano Zito – di rinegoziare il debito con Enel e Telecom e, probabilmente, con le atre aziende creditrici, ma questo tentativo, che avrebbe potuto fare ­risparmiare i siciliani, probabilmente non è stato nemmeno esperito”.

Il mega-prestito – cui il Movimento ha votato convintamente no – tra l’altro, non salverà proprio nessuna impresa, “visto che – ha detto Stefano Zito – i creditori sono grosse aziende farmaceutiche, non certo a corto di ossigeno e non sono nemmeno siciliane”.

L’operazione è stata bollata dal Movimento come folle e che porta a pagare debiti con altri debiti, senza assicurare un minimo di sviluppo, varata da parte di un “governo-armata Brancaleone – ha detto Giancarlo Cancelleri – a cui si deve solo staccare la spina. Potete rimescolare, rimpastare, shakerare – ha detto ai deputati in aula – ma in questo governo non cambia nulla. A Crocetta concediamo solo un minuto, un minuto di vergogna per tutto quello che non ha fatto”. Parecchio critici gli interventi sul mutuo dei deputati, Ciaccio (che annuncia che ripresenterà in Finanziaria l’emendamento sulla riduzione delle auto blu, dichiarato inammissibile), La Rocca e Foti (che hanno ribadito, tra l’altro, il concetto del mancato risparmio, derivato da una eventuale mancata transazione). Il capogruppo Francesco Cappello ha condannato il comportamento delle forze politiche in aula, ormai “un blocco indistinto tra falsa opposizione e claudicante maggioranza, amalgamato da un unico obiettivo: sconfiggere il Movimento 5 Stelle”.

L’Aula ha anche approvato due ordini del giorno che vedono come prima firmataria Claudia La Rocca: il primo punta a rendere effettiva l’applicazione dell’articolo 14 della legge regionale 11/2010 (misure relative alla trasparenza dei conti pubblici), il secondo punta a velocizzare, in sede di commissione paritetica Stato-regioni, la discussione relativa al mancato gettito Irpef da parte dello Stato, che provoca mancate entrate per quasi tre miliardi di Euro.

» Condividi

Montagnareale – Iniziative intraprese a tutela del castagno

Convegno MontagnarealeLa Società di Mutuo Soccorso di Montagnareale esprime grande soddisfazione per l’avvio delle iniziative intraprese a tutela del castagno. A margine del convegno organizzato all’uopo, in occasione della 39 Sagra della Castagna, che ha visto intervenire in un tavolo tecnico il dott. Agatino Sidoti, il dott. Giuseppe Campo, il prof. Virgilio Caleca, il prof. Tommaso La Mantia ed il Deputato nazionale On. Maria Tindara Gullo, venne preso formale impegno di aderire alla campagna di salvaguardia del patrimonio boschivo, dei nebrodi e non solo, attraverso mirate iniziative per la lotta al “Dryocosmus kuriphilus” meglio noto come cinipide galligeno del castagno, l’insetto più nocivo a livello mondiale.

Proprio ieri effettuati i lanci del Torymus Sinesis, organismo indispensabile alla lotta biologica contro il cinipide. Un importante risultato ottenuto da organizzatori e partecipanti che hanno reso il comune di Montagnareale, di intesa con l’Assessorato Agricoltura e Sviluppo Rurale Territoriale, capofila in questo importante passo verso la soluzione di un problema particolarmente dannoso per il castagno e specie affini.

» Condividi

Pagina 1 di 355123456 ... 1020 ... Ultima »