Il nostro gruppo FacebookSiamo anche su TwitterIl canale Youtube di CanaleSiciliaSiamo anche su Google Plus

In anteprima i video e servizi di CanaleSicilia

Adesso in trasmissione

Seguici su Google+

Seguici su Twitter

Meteo Sicilia

Meteo Sicilia

Sedute Parlamento ARS

Diretta Streaming Sedute Parlamento Ars

Niente PAES a Sant’Angelo «Hanno preferito violare il giuramento convinti di fare un dispetto alla Maggioranza»

Piano d’Azione per le Energie Sostenibili«Con la mancata approvazione del PAES, è ripartita ufficialmente la stagione dei tradimenti»

“Giuro di adempiere alle mie funzioni con scrupolo e coscienza nell’interesse del Comune, in armonia con gli interessi della Repubblica e della Regione”.

E’ questa la formula con la quale ogni eletto o nominato a ricoprire una carica pubblica recita prima di assumere un ruolo istituzionale (Sindaco, Assessore, Consigliere comunale).

Questa sera, i Consiglieri di Minoranza, insieme al Presidente e al Consigliere Prestipino, con la loro astensione non hanno consentito di approvare il PAES (Piano d’Azione per le Energie Sostenibili), il cui schema era stato adottato dalla Giunta.

Con pretesti diversi hanno preferito violare il giuramento di cui in premessa, convinti di fare un dispetto alla Maggioranza consiliare, fedele al patto con gli elettori, e all’Amministrazione, ma consapevoli di arrecare un danno incalcolabile al nostro paese.

Infatti, prima di tutto, la mancata trasmissione del Piano alla Regione entro il 31 gennaio, potrà comportare la perdita del finanziamento per la progettazione, con l’obbligazione del Comune a pagare con fondi del proprio bilancio, il lavoro al tecnico che lo ha redatto. A ciò si aggiunge il fatto che la mancata adesione al Patto dei Sindaci, strumento associativo lanciato dalla Commissione europea nel 2008, con l’intento di aiutare l’attuazione delle politiche nel campo dell’energia sostenibile, non ci consentirà di potere accedere a importanti linee di finanziamento europei per lo sviluppo delle fonti pulite.

L’Amministrazione ha convocato un incontro svoltosi il 17 dicembre, al quale nessun Consigliere di quelli che oggi si sono astenuti, ha partecipato. Il 9 gennaio la bozza è stata inviata, contestualmente alla richiesta di convocazione urgente del Consesso, a tutti i componenti l’Assemblea civica. Nonostante l’urgenza, il Consiglio è stato fissato per il 22, ben 14 giorni di distanza. Dopo il rinvio, grazie alla richiesta del Capogruppo Guidara, la riunione è stata convocata per oggi. Trascorsi ben 21 giorni dall’essere venuti in possesso, piuttosto che emendare e migliorare la proposta per poi chiedere il consenso della Maggioranza, hanno preferito rifugiarsi nell’astensione, determinandone così la non approvazione.

Si può assumere una posizione critica, ma guardando sempre e solo all’interesse generale, senza mai compiere azioni che, in maniera consapevole, possano danneggiare la nostra comunità.

Il tradimento duplice e ancora più grave, è quello del Presidente e del Consigliere Prestipino, i quali, oltre al giuramento dell’insediamento, prima delle elezioni hanno firmato il “Patto di lealtà”. Gli scriventi prendono atto con rammarico che il quadro politico è mutato, non solo per il loro abbandono della Coalizione di appartenenza, ma per essersi alleati con l’Opposizione, ribaltando così la volontà popolare.

Confidano comunque che, fermo restando il dovere di rispettare i ruoli affidati dagli elettori, si faccia un vero salto di qualità e si antepongano, sempre e a prescindere, gli interessi del paese rispetto alle ripicche politiche sterili che, come in questo caso, potranno produrre danni irreparabili al paese.

Sant’Angelo di Brolo, 29 gennaio 2015

I Consiglieri del Gruppo
Rinnovato Impegno per Sant’Angelo
Carmelo Guidara – Carmelo Siragusano – Tindara Ferraro
Filippo Lembo – Michela Maurotto – Gabriele Taviano – Franco Traviglia

Niente PAES a Sant’Angelo «Hanno preferito violare il giuramento convinti di fare un dispetto alla Maggioranza» 2015-01-30T00:14:56+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Gioiosa Marea entra nel mondo mobile attraverso l’app

Gioiosa Marea entra nel mondo mobile

Nel mondo della comunicazione che cambia, è ormai indispensabile per le amministrazioni comunali adeguarsi all’utilizzo massiccio di smartphone e tablet. L’applicazione studiata per il Comune di Gioiosa Marea consentirà di far veicolare le informazioni in modo rapido ed efficace, in mobilità.

“Attraverso l’app – afferma il sindaco Eduardo Spinella – il Comune potrà fornire in tempo reale notizie su guasti e disservizi o avvisi di emergenze di protezione civile, potrà comunicare eventi e iniziative in programma, promuovere sondaggi d’opinione e tanto altro ancora.

Il cittadino, dal canto suo, potrà comunicare celermente con il sindaco e gli uffici, segnalare eventuali disservizi o guasti, inviando anche foto e posizione GPS; il turista potrà conoscere e raggiungere agevolmente itinerari, siti d’interesse e attività commerciali del comune.

“L’app ha previsto anche una sezione dedicata alle attività produttive – afferma l’assessore alle attività produttive e servizi informatici, Basilio Lembo Luscari – che non solo avranno una sorta di “vetrina mobile”, ma potranno anche ideare e offrire promozioni e agevolazioni pensate per i clienti che scaricano l’app.”

Già in occasione dell’edizione 2015 del Carnevale, il Comune di Gioiosa Marea lancerà un contest dal titolo “la maschera più bella”: basterà aprire l’app, scattare la foto e condividerla con tutti gli altri… la foto che riceverà il maggior numero di “like” sulla pagina ufficiale del Comune sarà la vincitrice del concorso!

Con l’app, scaricabile gratuitamente da App Store e Google Play, il Comune di Gioiosa Marea prosegue il processo di informatizzazione della Pubblica Amministrazione e mette nelle mani dei suoi cittadini un servizio importante ed innovativo per renderli partecipi della vita amministrativa.

Gioiosa Marea entra nel mondo mobile attraverso l’app 2015-01-29T21:57:53+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Lipari – Ex lavoratori pomice, diffidato il Comune da parte dei sindacati

La lettera con la quale la FP CGIL diffida il Comune di Lipari al pagamento delle somme spettanti ai lavoratori ex pomice e denuncia l’arenarsi del progetto di stabilizzazione nei meandri della politica e della burocrazia Comunale, Provinciale e Regionale.

 

Al Sig. Sindaco

Al Responsabile Unico Progetto
“Lavoratori ex Pumex”

Ai Dirigenti 1°, 2°, 3° e 4° Settore
Comune di Lipari

e p.c. A  S.E. Prefetto di Messina

Al Direttore Generale
Assessorato Regionale al Lavoro

 

A  seguito  dell’Assemblea  degli  ex  lavoratori  della  pomice,  svoltasi  il  27/01/2015,  si  è evidenziato, tra l’altro, la mancata corresponsione dello stipendio sin dal mese di Luglio u.s. fino ad oggi, se non per un irrisorio acconto avuto nel mese di Novembre.

LipariMalgrado le molteplici rassicurazioni, i lavoratori  sono arrivati allo stremo delle forze fisiche,  economiche e mentali. La situazione è ancora più paradossale, se si pensa che il trasferimento dei fondi da parte della Regione Siciliana è avvenuto lo scorso mese di Ottobre e che, nonostante ciò ancora  oggi  il  Comune  di  Lipari  non  è  in  condizione  di  liquidare  le  spettanze  dei  lavoratori  ex pomice, a causa della mancata approvazione del Bilancio Provvisorio 2014.
Va comunque sottolineato come l’Amministrazione sin dall’Agosto del 2014, aveva garantito ai lavoratori l’imminente approvazione del Bilancio, siamo a Gennaio 2015 ed ancora deve essere approvato!!!!

Urge,  evidenziare che il progetto di stabilizzazione sembra che  si sia arenato o perlomeno fermato nei meandri della politica e della burocrazia Comunale, Provinciale e Regionale.

Ricordiamo a tutti che se oggi, a pochi gg. dall’apertura dell’Expo di Milano, le Amministrazioni tutte si stiano preparando con grossi sforzi economici ed amministrativi a partecipare, vantando il fregio “Eolie Patrimonio dell’Umanità”, questo lo si deve solo al sacrificio di 36 famiglie alle quali è stato scippato  il  diritto  al  lavoro,  licenziandoli  nel  lontano  2007  con  la  certezza  di  una  immediata ricollocazione negli organici Regionali e/o Comunali. Nell’attesa i lavoratori ex pomice, sono stati usati, sfruttati e calpestati per 7 lunghissimi anni, senza nessun diritto e sottraendo loro  la dignità lavorativa e quelle somme (mobilità) che garantivano al minimo i loro contributi.

Per  tutto  quanto  sopra  detto  la  FP  CGIL  mette  in  mora  l’Amministrazione  Comunale  e  la diffida a dare risposte certe, pagamento della retribuzione, entro lunedì 02.02.2015.

La  FP  CGIL  si  riserva  di  adire  le  vie  legali  per  il  riconoscimento  del  diritto  dei  predetti lavoratori alla retribuzione.

Messina 29.01.2015

Il Segretario Generale  FP CGIL
(Clara Crocè)

Il Segretario provinciale  AA.LL. FP CGIL
(Francesco Fucile)

Lipari – Ex lavoratori pomice, diffidato il Comune da parte dei sindacati 2015-01-29T20:11:10+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Basilio Caruso – «Le nostre storie politiche sono inequivocabili»

Basilio Caruso - Sindaco di Sant'Angelo di BroloDopo l’ennesimo documento volgare, cofirmato dal Presidente del Consiglio comunale, che riporta i soliti insulti e le usuali falsità sulla mia persona, mi sembra doveroso fare qualche considerazione e fornire importanti chiarimenti.

Le nostre storie politiche sono inequivocabili.

Prima di chiedere le mie dimissioni, specie se chi lo fa non ha politicamente i requisiti morali, dovrebbe spolverare la memoria e riportare la storia al 1996, quando, l’allora Sindaco Cortolillo, regista e attuatore del primo ribaltone dopo l’introduzione dell’elezione diretta, mandò a casa quelli che lo avevano eletto per imbarcare sul suo carro, in maniera velata, chi era all’opposizione. Come mai allora non si è dimesso? Oggi le regole sono cambiate?

Conoscendo, come tutti i nostri concittadini, la storia politica, nel 2011,  prima di accettare la loro presenza nella coalizione, ho preteso che sottoscrivessero pubblicamente, insieme a me, il “Patto di lealtà”, secondo il quale, come si può leggere nell’allegato, “… i sottoscritti dichiarano che manterranno l’impegno assunto con le elettrici e con gli elettori, di lavorare nell’esclusivo interesse generale del nostro paese, senza tradire mai il consenso e la fiducia accordata liberamente con il voto, che non ostacoleranno la realizzazione del programma elettorale e i principi contenuti nei documenti della Coalizione. Qualora, per qualsiasi motivo, dovessero non rispettare i principi della democrazia, secondo i quali le maggioranze decidono e le minoranze si adeguano, i firmatari del presente documento si dimetteranno dalla carica ricoperta, agevolando così la surroga con il primo dei non eletti”.

Credo sia più che evidente chi dovrebbe dimettersi. Il Sindaco, o chi ha tradito il “Patto di lealtà”? Chi legge saprà giudicare chi ha “…stracciato la volontà popolare…” reiteratamente e senza rossore. Per il resto mi astengo dal fare commenti.

I transfughi stanno lavorando per ricreare il clima che alimentarono durante la permanenza dell’Amministrazione Di Nunzio. Questo è il loro DNA ed oggi confermano che non riescono a smentirsi.

Il tempo ha dimostrato che chi ha tradito ed ostacolato l’attività amministrativa, è stato sempre punito. Basta guardare al 2006 e poi, con altri attori, al 2011. Continuino così, almeno siamo certi che nel 2016, non ci sarà due senza tre.

Basilio Caruso
Sindaco di Sant’Angelo

Basilio Caruso – «Le nostre storie politiche sono inequivocabili» 2015-01-29T19:55:44+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Gioiosa Marea – Francesco Casamento… dov’eravamo rimasti ?

Nostro ospite in studio l’ing. Francesco Casamento
presidente del movimento politico Noè

 Servizio di Cristina Miragliotta del 29 Gennaio 2015

Gioiosa Marea – Francesco Casamento… dov’eravamo rimasti ? 2015-01-29T19:20:23+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Sant’Angelo di Brolo – La Giunta comunale ha adottato lo schema di PAES

Basilio CarusoLa Giunta comunale di Sant’Angelo, ha adottato lo schema di PAES, il Piano d’Azione per le Energie Sostenibili.  

Un documento corposo, redatto dall’ing. Dario Rocco, tecnico incaricato dal Comune, che ha operato di concerto con il geom. Tindaro Pino Scaffidi, Responsabile Unico del Procedimento.

Lo strumento di programmazione, che dopo l’approvazione da parte del Consiglio comunale consentirà l’adesione definitiva al “Patto dei Sindaci”, si pone l’obiettivo di ridurre, entro il 2020, le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera del 20 per cento. Per ottenere questo risultato si è reso necessario fotografare la situazione attuale, studiando la quantità, distinta per tipologia, dei fattori principali che producono anidride carbonica, redigendo alla fine l’IBE (Inventario Base delle Emissioni).

Continua a leggere

Sant’Angelo di Brolo – La Giunta comunale ha adottato lo schema di PAES 2015-01-29T18:24:33+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Mancuso – “Bonificare e tutelare l’area industriale di Milazzo al più presto”

Sen. Bruno MancusoS’intervenga al più presto per la bonifica e la tutela dell’area industriale  di Milazzo e della Valle del Mela, inserita nei Siti d’Interesse Nazionale (Sin) a forte rischio inquinamento. E’ la richiesta del Senatore del Gruppo  Area Popolare, Ncd, Bruno Mancuso, in un’interrogazione al Ministro  dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Nell’atto presentato in commissione ambiente al Senato, Mancuso ricorda i dati impietosi forniti dagli studi medico-sanitari eseguiti negli ultimi anni nella zona della Valle del Mela, con aumento esponenziale di mortalità, ricoveri e patologie del sistema urinario dovute all’esposizione a impianti chimici e petrolchimici.

“Dal 2002 al 2015 vi è stata la totale inerzia della Regione – afferma Mancuso – la cui inattività ha fatto sì che non venissero eseguiti quei lavori di bonifica e quegli interventi per la messain sicurezza della zona,  già programmati e ritenuti essenziali per rilancio turistico e commerciale di tali aree”. Il Senatore esprime quindi, nel suo interpello al Minstro, preoccupazione per la complessità del percorso di bonifica di un sito inquinato, con la necessità di un piano di caratterizzazione completo che preveda estensione, tipo e diffusione dell’inquinamento e la redazione di piani diversi per lo stesso sito a seconda del grado di contaminazione delle differenti zone, oltreché per l’esosità delle somme.

“Un iter abbastanza lungo – conclude Mancuso –se le parti interessate non si danno da fare per accelerare al massimo le procedure”.

Nella sua interrogazione il Senatore chiede quindi, oltre alla verifica sul mancato avvio della bonifica del Sin di Milazzo, l’avvio di un percorso di cooperazione tra le forze politiche e sociali per giungere ad un Piano di sviluppo dell’area industriale di Milazzo e Giammoro nell’ottica delle opportunità concesse dalla pianificazione 2014 – 2020 che prevedono 40 miliardi per le imprese, di cui il 30% a disposizione della Sicilia.

Mancuso – “Bonificare e tutelare l’area industriale di Milazzo al più presto” 2015-01-29T18:00:20+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Progetto Neve – Si ritorna a sciare nel Parco dei Nebrodi

Progetto Neve 2015Si ritorna a sciare nel Parco dei Nebrodi con il Progetto Neve: si riapre la pista di sci di fondo escursionistico di circa 2 Km nei boschi di Monte Soro, dopo le abbondanti nevicate di questi giorni. Firmato un protocollo con i Comuni di Cesarò, San Teodoro, San Fratello, Troina, l’azienda silvo-pastorale, FederEscursionismo Sicilia e Maestri di sci della FISI per migliorare i servizi. “Fioccano” le prenotazioni a “Pronto Parco 095697818” creato per dare Info ed assistenza.

Si riparte dopo le abbondanti nevicate di questi giorni sui monti del Parco con la riapertura, prevista per sabato 31 gennaio (condizioni atmosferiche permettendo), della pista di sci di fondo escursionistico alle pendici di Monte Soro, che collega Portella Femmina morta, lungo la strada che unisce San Fratello con Cesarò e Portella Calacudera da dove è possibile raggiungere i laghi del Maulazzo e del Biviere.

Intanto “fioccano” le prenotazioni da parte di gruppi e singoli al numero 095697818 “Pronto Parco”, nella sede dell’Ente di Cesarò dove è possibile avere informazioni ed assistenza e già per il week end si prevedono numerose presenze di appassionati di sci e ciaspole.

Un percorso di circa 2 chilometri lungo un tratto della Dorsale dei Nebrodi, inserita nel Sentiero Italia, tra faggi e querce dove è possibile ammirare anche nella stagione invernale le bellezze naturali del Parco dei Nebrodi.

Continua a leggere

Progetto Neve – Si ritorna a sciare nel Parco dei Nebrodi 2015-01-29T17:46:44+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Zambuto (PD) – “Chi ha sbagliato, paghi. Salvatore Giglione venga rimosso dal suo incarico”

Marco Zambuto“Prima il reintegro di Beatrice Basile, adesso l’archiviazione del caso sulla piscina abusiva di Maria Rita Sgarlata. È arrivato il momento in cui chi ha sbagliato veramente si assuma le proprie responsabilità. Chiedo che il Presidente della Regione rimuova Salvatore Giglione dal suo incarico di Dirigente generale del dipartimento regionale dei beni culturali”.
Lo ha detto Marco Zambuto, Presidente regionale del Partito Democratico, commentando la decisione della Procura di Siracusa di archiviare il procedimento penale in merito alla realizzazione di una piscina, ritenuta abusiva, nella villa dell’ex Assessore regionale del territorio, Maria Rita Sgarlata.

La vicenda che ha portato alle dimissioni della Sgarlata, aveva coinvolto anche Beatrice Basile, sospesa dal suo incarico di Soprintendente dei beni culturali a Siracusa dopo un’ispezione dell’assessorato.

“Sono state screditate delle persone sulla base di supposizioni e notizie che si sono rivelate false. Adesso – ha concluso Zambuto – di fronte all’evidenza dei fatti, è giusto che chi ha commesso errori paghi”.

Zambuto (PD) – “Chi ha sbagliato, paghi. Salvatore Giglione venga rimosso dal suo incarico” 2015-01-29T17:31:30+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Sant’Angelo di Brolo – Istituto Comprensivo «Olocausto: il ricordo e il monito»

IC Brolo - Giornata della MemoriaLa memoria al servizio della formazione dei giovani.

In occasione della “Giornata della Memoria”, celebrata il 27 gennaio 2015, il Comune di Sant’Angelo di Brolo in collaborazione con la Scuola, ha organizzato un incontro culturale presso il teatro comunale “ Achille Saitta”. Hanno presenziato il Dirigente Scolastico dell’I.C. di Brolo, prof.ssa Maria Ricciardello, l’assessore all’istruzione Francesco Gaglio, l’esperto del Sindaco per le attività culturali, Giovanni Giuffré, docenti e alunni dei due ordini di scuola.

Dopo il saluto delle autorità, la professoressa Carmela Messina ha illustrato il percorso didattico finalizzato alla celebrazione dell’evento, mettendo in evidenza la valenza educativa del culto della memoria intesa come bene storico, morale e spirituale e valido strumento pedagogico per formare le giovani coscienze delle future leve generazionali. Nel suo intervento introduttivo la docente ha precisato che è importante coltivare la religione del ricordo per alimentare la convinzione della sopravvivenza ideale dei martiri, dopo il perire della fisicità corporea, per trarre insegnamenti dagli errori/orrori del passato, per gettare le basi di una pacifica convivenza umana attraverso la fede e la pratica dei valori universalmente condivisi.

Protagonisti della manifestazione sono stati gli alunni della scuola secondaria di I grado che hanno dato un valido contributo di ide e riflessioni sul dramma della Shoah e sui crimini contro l’ umanità, che rappresentano l’offesa più alta alla dignità dell’uomo.

Unanime è stata la condanna delle guerre, delle persecuzioni politiche e religiose, dei genocidi. I giovani studenti, quasi con grido corale, hanno manifestato l’impegno e il desiderio di costruire una piattaforma valoriale su cui edificare un mondo più giusto e più umano. L’amore, la pace e la fratellanza, il rispetto dei diritti, la difesa della dignità dell’uomo senza distinzione di razza, di colore, di sesso, di lingua, di credo religioso e politico, di status scio-economico sono stati temi ampiamente illustrati con l’utilizzo dei linguaggi verbali e non. E’ stato presentato un ampio repertorio di riflessioni e poesie, frutto di un’analisi storico-letteraria di testi e pensieri dei grandi costruttori di pace quali: Martin Luther King, Nelson Mandela, Li Tien Min, MalalaYousafzai. Sono stati illustrati dei cartelloni raffiguranti i diritti dell’infanzia, la condanna delle armi, la libertà di espressione di Charlie Hebdo, la fratellanza come antidoto contro la violenza e il terrorismo.

Grande emozione nel pubblico hanno suscitato le esibizioni canore e strumentali delle canzoni: “Libertà” di G. Gaber, “Se bastasse una sola canzone” di E. Ramazzotti, “La Vita è bella” e “l’Inno Nazionale”.

Con la purezza del pensiero e dell’anima gli alunni hanno esternato sentimenti profondi, che rappresentano la conquista di un percorso educativo all’insegna della trasmissione di autentici valori morali, civili e spirituali.

A seguire è stato proiettato il documentario “Malala Yousafzai” sul discorso tenuto all’ONU dalla giovane pachistana, affinché sia garantito a tutti i bambini del mondo il diritto all’istruzione. Significativo è stato, a tale riguardo, l’intervento del Dirigente Scolastico sul significato dell’istruzione. <La cultura – ha precisato rivolgendosi agli alunni – non è fine a se stessa, né deve essere intesa come mera trasmissione di sapere, staccato dalla realtà. La cultura è motore di progresso nonché mezzo di elevazione umana, di crescita economica, di benessere sociale, attraverso la realizzazione delle potenzialità possedute>.

Nel corso della manifestazione è stato conferito il “Premio Bontà” a Francesco Romagnolo, ex alunno della scuola secondaria di I grado di S. Angelo di Brolo, un riconoscimento, da parte della scuola, nei confronti di un giovane adolescente che si è distinto, nella convivenza scolastica, per le sue qualità morali e spirituali, in particolare per avere aiutato i più deboli, i diversi con azioni di amore, altruismo e generosità.

La “giornata della memoria” si è conclusa con la proiezione di “Alito di vento”, opera teatrale presentata dagli alunni dell’I.C. di Brolo al Concorso “Tindari Teatro Giovani”, nell’anno scolastico 2013/14.

Gli alunni attori si sono qualificati per la loro performance artistica di alto livello espressivo ed emotivo ed hanno conseguito il primo premio, per la sezione Istituti Comprensivi, con la seguente motivazione, espressa dalla giuria: <Per l’originalità e la cura del testo e per la capacità di tutto il cast di coinvolgere emotivamente il cuore e la mente degli spettatori>.

Il dramma, in tre atti, si ispira al diario di Anna Frank ed affronta il tema dell’olocausto. La trama vuole essere un cammino attraverso le fasi della Shoah e si snoda attorno alle vicende di otto rifugiati ebrei, vissuti in clandestinità e finiti tragicamente nei lager.

Grande è stata la commozione del pubblico nella visione di Alito di vento, produzione teatrale finalizzata a sensibilizzare gli alunni a vivere nella finzione scenica le sofferenze e le umiliazioni dei popoli che per la loro “diversità” vengono annientati dalla barbarie umana e a sperimentare l’adolescenza con consapevolezza fluttuante fra sogni, ideali, speranze e crudeli realtà.

In questo particolare ricorrenza storica l’Istituto Comprensivo di Brolo ha svolto con efficacia il suo ruolo istituzionale di agenzia educativa che opera per il successo formativo e per il conseguimento di traguardi di qualità.

 

Resoconto della manifestazione a cura della prof.ssa
Carmela Messina

Sant’Angelo di Brolo – Istituto Comprensivo «Olocausto: il ricordo e il monito» 2015-01-29T16:54:23+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

ARS – «Il mutuo che condannerà i siciliani a debiti a vita»

M5S: “Mutuo, una farsa continua.
Il aula il ‘Patto del Lazzaretto’ per salvare il governo”.

“Una sorta di patto del Lazzaretto” tra la squinternata maggioranza e parti di finta opposizione, che hanno fatto di tutto per tenere in vita il mutuo ed il governo”

Votazione mutuo SiciliaIl gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle all’Ars è furioso sulle modalità con cui il ddl che “condanna i siciliani a debiti a vita” ha trovato la strada dell’approvazione, “con la complicità di un presidente di commissione che si è fatto beffe del Parlamento, riportando subito in aula il ddl e, soprattutto, con finte opposizioni, che imprecano e poi rimangono a sala d’Ercole per salvare il governo”.

“Alongi, D’Asero e Fontana – dicono i deputati M5S – hanno votato no e Figuccia si è astenuto, ma è stata la loro presenza in aula tenere in vita il numero legale. E questa è una storia che con queste opposizioni si ripete a scadenze periodiche, in un gioco delle parti fatto sulla pelle della Sicilia e dei siciliani.  Un patto del Nazareno tanto al ribasso che potremmo definire addirittura “Patto del Lazzaretto”,  che finirà per portare la Sicilia al baratro. Ci sarà una contropartita dal governo? Non possiamo dirlo, ma nessuno ci vieta di pensarlo, e il fatto che oggi la questione calda era quella degli ex Pip ci porta a pensare male. Fatto che, come diceva qualcuno, sarà un peccato, ma che spesso fa azzeccare tante cose”.

 


 

NCD Intervento in Aula su nuovo mutuo – Vincenzo Fontana:
“Procedura non consona per un ddl che peserà sui siciliani”

“Un iter poco democratico” ha definito Vincenzo Fontana nel suo intervento in Aula in seno al dibattito per il nuovo mutuo, riferendosi all’impossibilità di presentare emendamenti “dopo il ritorno a Sala d’Ercole del disegno di legge che era stato inviato in commissione. Insomma – ha stigmatizzato Fontana – secondo il regolamento, sarebbe adesso legittima la presentazione degli emendamenti ma lo è ancor di più secondo le regole base della democrazia”.
“Oggi dovremmo, quindi votare questo nuovo debito di quasi due miliardi per le nostre casse che si si ritorcerà per forza di cose sui cittadini, su di loro peserà per un ventennio, a partire addirittura da questo stesso anno, insieme con quell’altro già approvato e acceso circa un anno fa. E temo fortemente, visto che questi debiti continuano a essere utilizzati per pagare altri debiti (enti locali, Asp, ecc.) e non per una seria programmazione, che già in sede di approvazione di Bilancio il governo presenti un altro ddl con una proposta di ulteriore mutuo. Voglio proprio sbagliarmi. In ogni caso – ha concluso il deputato Ncd – sarebbe stato sicuramente più corretto esaminare nuovi emendamenti e rinviare il voto alla settimana prossima anche perché oggi, basta uno sguardo all’Aula per comprendere che, ancora una volta, a tenere il numero legale è l’opposizione. Forse che nella stessa maggioranza non vi sia questa gran voglia di approvare il provvedimento?”.

 


 

Mutuo/ Falcone (FI):
“Venturino blocchi immediatamente i lavori d’Aula in quanto irregolari”

“L’avere incardinato e posto in trattazione il DDL del mutuo di un miliardo e ottocento milioni, in assenza di regolare convocazione dei capigruppo e  dopo che ieri lo stesso era stato rimandato in commissione, è un atto scellerato che ricorda la peggiore tradizione del banditismo siciliano.

Venturino,  blocchi subito i lavori d’Aula e li rinvii alla prossima settimana e comprenda che non è appagante essere il giannizzero di un Governo nemico dei siciliani”.

Così Marco Falcone Presidente di FI all’Ars.

ARS – «Il mutuo che condannerà i siciliani a debiti a vita» 2015-01-29T12:10:06+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Rocca di Capri Leone – Arrestato 33enne orlandino per stalking e danneggiamento

StalkingIeri, i Carabinieri della Stazione di Rocca di Capri Leone hanno tratto in arresto, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Tribunale di Patti, un 33 enne di Capo d’Orlando, incensurato, resosi responsabile dei reati di atti persecutori – stalking e danneggiamento seguito da incendio.

Si tratta di una storia raccapricciante iniziata l’anno scorso che vede come protagonisti un 33 enne orlandino e la propria fidanzata, all’epoca dei fatti minorenne. Dopo alcuni mesi di relazione sentimentale tra i due, questa si conclude ma a lui questo non va giù ed inizia a mettere in atto una serie di condotte reiterate che sottopongono la ragazza ad una serie continua ed insostenibile di atti vessativi, di molestie, minacce, pedinamenti ed appostamenti, sino a giungere ad azioni sempre più spregiudicate, provocando nella vittima un grave stato d’ansia e di paura, un condizionamento delle normali condizioni di vita nonché un fondato timore per la propria incolumità.

In particolare la condotta del ragazzo consiste nell’invio di messaggi telefonici contenenti minacce di ogni genere, pedinamenti e scenate di gelosia, anche davanti agli altri amici. In un’occasione il ragazzo danneggia, di nascosto, anche lo scooter utilizzato da lei e in un’altra occasione ancora le ruba il casco protettivo. Il culmine di questa storia si raggiunge quando lui decide di dar fuoco all’automobile, parcheggiata sotto casa della ragazza, di proprietà della madre, che avviene di notte fonda senza che nessuno possa accorgersene. Nessuno infatti in quel momento riesce a vedere chi possa aver appiccato il fuoco. A questo punto allora la ragazza, che fino ad allora aveva cercato di tenere tutto per sé pensando di poter risolvere il problema da sola, esce allo scoperto e decide di denunciare tutto ai Carabinieri. Dalla visione delle immagini estrapolate da delle telecamere situate propri nei pressi dell’abitazione di lei, i Carabinieri della Stazione di Rocca di Capri Leone scoprono che l’autore dell’incendio dell’auto è proprio il ragazzo che fino ad allora l’ha perseguitata. Gli elementi acquisiti dai Carabinieri nel corso delle indagini scaturite a seguito della denuncia presentata dalla ragazza, riconducono il tutto verso il ragazzo di Capo d’Orlando.

A seguito, pertanto, di richiesta da parte della Procura della Repubblica di Patti, che ha concordato le risultanze investigative dei Carabinieri, il Tribunale di Patti ha emesso una misura di custodia cautelare in regime degli arresti domiciliari nei confronti del soggetto. Pertanto, ieri, i militari dell’Arma hanno raggiunto il 33 enne e, dopo le formalità di rito , lo hanno tratto in arresto e condotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari.

Rocca di Capri Leone – Arrestato 33enne orlandino per stalking e danneggiamento 2015-01-29T11:58:24+00:00 CanaleSicilia

» Condividi

Pagina 1 di 543123456 ... Ultima »