Cronaca

Confiscati dalla Guardia di Finanza 8 milioni di euro a Caltanissetta

Guardia di Finanza

La Guardia di Finanza di Caltanissetta ha confiscato un patrimonio dal valore di oltre 8 milioni di euro, accumulato da Felice Cannata, esponente della criminalità organizzata ennese. La confisca è stata eseguita in esecuzione di un provvedimento emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Enna su richiesta della Procura Distrettuale di Caltanissetta, che ha ritenuto gli indizi sintomatici della provenienza illecita del patrimonio. Cannata, già condannato per il delitto di associazione per delinquere di tipo mafioso in relazione alla sua appartenenza alla famiglia mafiosa di Pietraperzia, si è occupato di reimpiegare capitali di illecita provenienza in attività produttive del nord Italia, in particolare nei settori della compravendita di autovetture di grossa cilindrata. L’indagine patrimoniale condotta dai militari del Nucleo di Polizia Economico – Finanziaria di Caltanissetta ha permesso di riscontrare l’incapacità del nucleo familiare di Cannata a far fronte agli impegni economici assunti, dimostrando un tenore di vita sproporzionato rispetto alle possibilità reddituali e/o derivante da fonti di lecita provenienza. Tra i beni confiscati figurano un’azienda agricola, terreni, fabbricati e beni mobili registrati. L’attività investigativa è stata svolta con l’utilizzo dei più moderni sistemi informatici e di tutte le Banche dati in uso alla Guardia di Finanza.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top