Politica

Cuffaro eletto segretario nazionale ma Rotondi vuole portarlo in tribunale

Totò Cuffaro

L’elezione di Totò Cuffaro a segretario nazionale della Democrazia Cristiana non è stata accolta con favore da tutti. Dopo l’unanimità raggiunta alla fine del XX Congresso Nazionale della DC presso il centro congressi Sheraton de Medici a Roma, l’ex ministro Gianfranco Rotondi ha accusato Cuffaro di aver usurpato il nome del partito e ha minacciato azioni legali. Anche Fabio Desideri, portavoce e coordinatore politico nazionale di un’altra Democrazia Cristiana, ha impugnato gli atti della riunione e ha affermato che Cuffaro e i suoi sostenitori non rappresentano la Democrazia Cristiana.

Cuffaro ha risposto alle accuse, definendo sconsiderata l’affermazione di Rotondi e sostenendo di aver dato voce ai siciliani che hanno votato per una Dc presente nella scheda elettorale. Ha inoltre invitato i suoi avversari a risolvere i contenziosi politici ragionando e riflettendo anziché andare in tribunale.

CanaleSicilia

La polemica alla DC sembra destinata a continuare, con Cuffaro che difende la sua elezione e i suoi oppositori che minacciano azioni legali. La questione si preannuncia complessa e controversa, e solo il tempo dirà chi avrà ragione.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top