Cronaca

Arrestati due minorenni a Palermo per estorsione

Carabinieri Palermo

La Compagnia dei Carabinieri di Palermo San Lorenzo ha proceduto all’arresto di due individui minorenni in seguito ad accuse di estorsione. Si tratta di un tentativo, da parte dei giovani, noto come “cavallo di ritorno”, che prevede la richiesta di una somma monetaria a chi ha subito un furto con l’intento di restituire l’oggetto rubato. Un cittadino di Palermo, di 20 anni, che aveva subito il furto di un motociclo, è stato contattato in maniera anonima con una richiesta di pagamento di 500 euro per recuperare il bene sottratto.

Dopo aver ricevuto tale richiesta, il 20enne ha immediatamente informato i Carabinieri della Stazione Palermo Falde. A seguito delle indagini avviate, i due minorenni sono stati fermati subito dopo la ricezione della somma concordata per il ritorno del motociclo. Durante le indagini, sono state anche identificate e denunciate due donne, accusate di fungere da intermediarie tra il 20enne e i presunti estortori. La convalida degli arresti è avvenuta per mano del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale per i Minorenni di Palermo. Gli arrestati sono stati trasferiti presso l’Istituto Penale per i Minorenni “Malaspina” di Palermo. Infine, il motociclo e il denaro sono stati restituiti al legittimo proprietario.

CanaleSicilia

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top