Politica

Tensioni a Barcellona, sfiducia al sindaco Calabrò

Pinuccio Calabrò

Nel contesto politico di Barcellona Pozzo di Gotto, si è repentinamente innescata una controversia che ha scosso il centrodestra locale. L’oggetto di questa tensione è il Sindaco Pinuccio Calabró che ora si trova al centro di una mozione di sfiducia presentata in Consiglio comunale da parte del gruppo di Forza Italia, precedentemente schierato a suo favore.

Le tensioni, che culminano in questa mozione di sfiducia, sono state alimentate da una serie di attacchi verbali e intimidazioni subite dall’Assessore Coppolino, segnalando un clima pesante che si è diffuso nella città. C’è stata addirittura un’azione simbolica, ricordando le tattiche del Movimento 5 Stelle, con i membri di Forza Italia che si sono presentati in aula indossando magliette verdi, mettendo in discussione la lealtà e l’alleanza politica con il centrodestra.

CanaleSicilia

Annalisa Tardino, europarlamentare e commissario della Lega in Sicilia, il senatore Nino Germanà e il deputato all’Ars Pippo Laccoto, in una nota congiunta, hanno espresso stupore riguardo a questa mozione di sfiducia da parte di Forza Italia, un partito precedentemente alleato. Essi auspicano che Marcello Caruso, coordinatore regionale di Forza Italia, prenda una posizione chiara e distanziatrice da questa mossa.

La solidità dell’alleanza di governo nazionale e regionale nel secondo comune della provincia di Messina, unitamente ai risultati elettorali che hanno portato all’elezione dell’On. Calderone, membro del gruppo di consiglieri di Forza Italia, dovrebbe far riflettere sulle implicazioni politiche di questa sfiducia. La Lega ha sottolineato che i voti provenienti dal collegio uninominale e dalla commissione bilaterale insularità, entrambi attribuiti alla Lega, sono stati determinanti nella sua elezione.

La Lega rinnova la fiducia al Sindaco Calabró, elogiandone la competenza e la dedizione all’interesse dei cittadini. Invitando Calabró a continuare con il suo mandato amministrativo, la Lega sottolinea che tali movimenti sembrano basarsi su rancori, capricci e interessi personali.

« LA RISPOSTA DI FORZA ITALIA »

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top