Politica

Distanziometro per giochi d’azzardo: ARS decide in una scelta politica

Giochi d'Azzardo Slot Machine

L’Assemblea Regionale Siciliana (ARS) ha recentemente approvato un emendamento alla legge di Stabilità regionale che solleva una questione controversa riguardante il distanziometro applicato alle rivendite di generi di monopolio, come le tabaccherie. Questo emendamento esenta tali esercizi dall’obbligo di rispettare la distanza minima dai luoghi sensibili, a condizione che ospitino giochi d’azzardo o centri scommesse.

La decisione dell’ARS di adottare questa politica è stata al centro dell’attenzione, poiché solleva importanti questioni relative al bilanciamento tra interessi economici e la tutela della salute pubblica. La questione del “distanziometro” è delicata e richiede una valutazione attenta.

CanaleSicilia

Da un lato, vi sono gli interessi finanziari dello Stato, che dipendono da entrate fiscali significative generate dal gioco legale. Dall’altro lato, ci sono gli interessi dei tabaccai, alla ricerca di fonti di reddito alternative a seguito della diminuzione del consumo di sigarette. Entrambe le istanze sono legittime, purché il gioco avvenga in conformità con la legge.

Tuttavia, la salute pubblica è una considerazione fondamentale. La ludopatia è un problema rilevante dal punto di vista sanitario, economico e sociale, e la proliferazione dei punti di gioco potrebbe aggravarlo ulteriormente. La ludopatia non colpisce solo chi ne è affetto, ma può coinvolgere chiunque, anche se inconsapevolmente, nel corso degli anni.

È cruciale sottolineare che la ludopatia è una problematica sottostimata dallo Stato italiano, con investimenti limitati nella prevenzione e nell’assistenza a coloro che ne soffrono. Pertanto, la scelta di applicare il distanziometro alle tabaccherie è giuridicamente chiara, e le istanze a favore dell’esclusione dei tabaccai da questa misura sono discutibili.

In conclusione, la decisione dell’ARS di applicare il distanziometro alle tabaccherie è una scelta politica che comporta responsabilità. La Federconsumatori Sicilia, considerando la crescente diffusione del gioco d’azzardo online nella regione, ritiene che una politica più restrittiva nei confronti dei luoghi fisici di gioco potrebbe contribuire a limitare la diffusione delle ludopatie.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top