Politica

Caro-bollette, la Regione eroga 52 milioni ai Comuni e alle Città metropolitane

Regione Siciliana

La Regione Siciliana ha dato il via all’erogazione di un contributo straordinario per sostenere i comuni dell’isola nella gestione dei maggiori oneri causati dall’aumento dei costi dell’energia elettrica nel 2022. L’assessorato regionale delle Autonomie locali e della Funzione pubblica ha stanziato 48 milioni di euro per i comuni e 4 milioni di euro per le città metropolitane, ripartiti in base alla popolazione residente e al numero di uffici pubblici censiti sul territorio.

Il contributo non va rendicontato, ma è vincolato al pagamento delle bollette dell’energia elettrica, e rappresenta una boccata d’ossigeno per i comuni siciliani, costretti a fronteggiare i costi sempre crescenti dell’elettricità.

CanaleSicilia

In base alle contabilizzazioni effettuate dal dipartimento delle Autonomie locali, ai capoluoghi della Sicilia sono stati assegnati 15.380.596 euro, con il comune di Palermo che riceve la cifra più alta, pari a 6.334.370 euro, seguito da Catania con 2.982.616 euro e Messina con 2.207.787 euro.

La decisione della Regione Siciliana di stanziare questi fondi rappresenta un importante sostegno ai comuni dell’isola, in un momento di particolare difficoltà economica, dovuta anche alla crisi sanitaria che ha colpito il paese. I comuni potranno utilizzare queste risorse per far fronte alle spese dell’energia elettrica, un costo sempre più alto che rappresenta una vera e propria sfida per le amministrazioni locali.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top