Politica

Finanziaria, Barbagallo denuncia presunti reati nella normativa

Anthony Barbagallo

Nella recente assemblea regionale siciliana, la questione della legge finanziaria regionale è stata al centro del dibattito. Il segretario regionale del PD Sicilia, Anthony Barbagallo, ha espresso forti critiche riguardo a questa normativa, sottolineando gravi preoccupazioni.

Barbagallo ha denunciato che la legge è stata scritta e votata da individui ineleggibili, con l’obiettivo di preservare le proprie posizioni politiche. Ha affermato che questa situazione potrebbe configurarsi come reato, suggerendo un disegno criminoso da parte dei diretti interessati. In particolare, ha citato il presidente della commissione bilancio, accusandolo di utilizzare una norma ordinamentale per evitare la sua decadenza definitiva, anziché concentrarsi sul bilancio.

CanaleSicilia

Inoltre, ha criticato la norma di interpretazione autentica, definendola una “bugia autentica” per negare che le ssr siano enti strumentali della Regione, nonostante ciò sia evidente.

Barbagallo ha annunciato l’intenzione di inviare documentazione alla Procura per indagare su questi soggetti che sembrano cercare di modificare le regole del gioco a proprio vantaggio.

L’assemblea, convocata dal presidente Antonio Ferrante, ha affrontato anche altri temi, tra cui le prossime elezioni amministrative ed europee e la legge finanziaria regionale, che Barbagallo ha definito “una manovra vuota, senza anima”. Ha sottolineato la mancanza di investimenti in settori cruciali come la sanità pubblica, l’ambiente e il trasporto pubblico.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top