Cronaca

Lavoratori in nero e 150mila prodotti non conformi a Siracusa

Guardia Di Finanza Siracusa

La Guardia di Finanza di Siracusa ha condotto un’ampia operazione per contrastare le pratiche illecite che minacciano la sicurezza dei consumatori e compromettono l’integrità del mercato. Nel corso di questa importante iniziativa, sono stati sequestrati ben 150.000 prodotti non conformi agli standard di sicurezza previsti dalle leggi europee e nazionali, mentre sono stati scoperti tre lavoratori “in nero”.

Il Comando Provinciale di Siracusa ha concentrato i suoi sforzi nel garantire che i prodotti commercializzati sul territorio rispettino rigorosamente le normative vigenti. Durante un’ispezione condotta presso un esercizio commerciale gestito da un individuo di nazionalità cinese, le Fiamme Gialle della Tenenza di Lentini hanno sequestrato un totale di 149.732 prodotti, tra cui giocattoli e attrezzature varie, che non soddisfacevano i requisiti minimi di sicurezza stabiliti dal “Codice del Consumo”. Il valore totale dei prodotti sequestrati è stato valutato in oltre 100.000 euro.

CanaleSicilia

L’analisi dei finanzieri ha rivelato che questi prodotti non rispettavano le normative di sicurezza vigenti, in quanto mancavano della marcatura CE, di adeguata etichettatura e delle necessarie avvertenze e informazioni di sicurezza in lingua italiana. Queste informazioni avrebbero dovuto fornire dettagli sulle caratteristiche e le dimensioni delle parti dei prodotti, al fine di avvisare i consumatori del potenziale pericolo di soffocamento per i bambini in caso di ingestione.

Durante l’operazione, è emerso che nella struttura aziendale erano impiegati tre collaboratori, impegnati in varie mansioni, ma non risultava alcuna registrazione delle loro assunzioni presso il Centro dell’Impiego. Questo ha comportato una situazione di lavoro “in nero” per questi dipendenti.

Il titolare dell’esercizio commerciale è stato segnalato alla Camera di Commercio del Sud Est Sicilia per quanto riguarda i prodotti soggetti a sequestro, mentre l’Ispettorato Territoriale del Lavoro è stato informato della situazione dei lavoratori impiegati in modo irregolare.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top