Politica

Intesa Regione-sindacati per stabilizzazione precari Covid nella Sanità

Medico

Intesa Regione-sindacati per la stabilizzazione dei precari Covid nella dirigenza sanitaria.

È stato siglato un protocollo tra la Regione Siciliana e i sindacati rappresentativi per definire indicazioni operative e criteri di priorità specifici per la stabilizzazione dei dirigenti medico-sanitari coinvolti nell’emergenza Covid-19. Questo documento si inserisce nel solco di un precedente accordo per il personale precario, firmato lo scorso marzo, e tiene conto delle richieste avanzate dalle organizzazioni sindacali e delle indicazioni approvate dalla Conferenza delle Regioni per quanto riguarda la dirigenza.

CanaleSicilia

Come nel caso del precedente accordo, la stabilizzazione riguarda il personale reclutato durante l’emergenza Covid-19, anche con contratti flessibili, inclusi coloro che non sono più in servizio. Inoltre, è prevista per chi avrà accumulato o accumulerà entro il 31 dicembre 2024 almeno 18 mesi di servizio presso un ente del Servizio sanitario nazionale, anche in modo non continuativo, di cui almeno 6 mesi nel periodo tra il 31 gennaio 2020 e il 31 dicembre 2022. Queste disposizioni si applicano a tutte le aziende e agli enti del Servizio sanitario regionale, all’Ircss “Bonino Pulejo” e all’istituto Zooprofilattico sperimentale della Sicilia. Le procedure concorsuali avviate dalle aziende potranno essere definite solo dopo aver valutato il fabbisogno di personale.

L’assessorato alla Salute ha firmato il protocollo con le sigle sindacali rappresentative della dirigenza medica, tra cui Uil Fpl, Cisl, Fp Cgil, Anaao Assomed, Cimo, Fassid e Fvm.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top