Attualità

Detenute a scuola di trucco a Messina, il progetto del Cepas

MakeUp - Trucco

Il Centro Prima Accoglienza Savio (Cepas) sta promuovendo un progetto di formazione nel Carcere di Gazzi, rivolto alle detenute della “media sicurezza”. Questo programma, coordinato da Lalla Lombardi, vice presidente dell’Associazione Cepas, in collaborazione con il sacerdote Umberto Romeo, ha l’obiettivo di offrire alle ospiti dell’istituto di pena nuove opportunità.

Grazie alla generosità del catanese Orazio Tomarchio, titolare di un rinomato brand nel settore del trucco e di una Academy, le detenute riceveranno lezioni di trucco da Giovanna Gaudenti, esperta truccatrice. Il corso, denominato “belle in attesa di esserlo fuori,” prevede una decina di lezioni sotto la supervisione di Tomarchio.

CanaleSicilia

L’idea alla base di questa iniziativa è quella di fornire alle detenute nuove competenze e di promuovere il loro benessere emotivo. Don Umberto Romeo, sacerdote impegnato nel supporto ai detenuti, sottolinea l’importanza di queste iniziative nel ridurre la solitudine carceraria e nel favorire l’integrazione sociale futura.

La collaborazione tra il Cepas, l’esperta truccatrice Giovanna Gaudenti e il mecenate Orazio Tomarchio dimostra come la società possa contribuire positivamente alla riabilitazione delle detenute, offrendo loro opportunità di apprendimento e crescita.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top