Politica

Sfiducia per l’assessore Volo, “Non all’altezza del compito assegnatole”

Cardiologia Ospedale Taormina Giovanna Volo

Sfida politica in Sicilia: l’assessore Volo sotto accusa per scarsa incisività nella gestione sanitaria.

I deputati dei gruppi parlamentari Sud chiama Nord e Sicilia Vera hanno presentato una mozione di sfiducia nei confronti dell’assessore Giovanna Volo della giunta Schifani. Secondo i parlamentari, Volo non è all’altezza del compito assegnatole, mostrando scarsa incisività nell’amministrazione e inazione di fronte alle emergenze sanitarie. Le criticità nella gestione del Servizio Sanitario Regionale hanno portato alla decisione di sollevare la sfiducia.

CanaleSicilia

La decisione sembra essere stata influenzata dal comportamento “schizofrenico” di Volo riguardo al rinnovo della convenzione tra l’I.R.C.C.S. “Bambin Gesù” di Roma e l’ospedale “San Vincenzo” di Taormina. Questo rinnovo è fondamentale per garantire la continuità del Centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo di Taormina, che rappresenta un polo di eccellenza nella cardiochirurgia pediatrica. La mancanza di chiarezza e coerenza nell’affrontare questa questione ha messo in luce le lacune nella gestione dell’assessore.

Inoltre, Volo ha contraddetto se stessa riguardo alla collaborazione con l’Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù” di Roma. Dopo aver affermato l’interesse del governo per garantire il funzionamento del Centro cardiologico pediatrico di Taormina, ha successivamente comunicato la chiusura della collaborazione con l’ospedale di Roma. Allo stesso tempo, ha annunciato l’attivazione di un reparto di cardiologia pediatrica a Palermo in collaborazione con la Fondazione del Gruppo San Donato di Milano.

I deputati sottolineano che la chiusura del Centro cardiologico pediatrico del Mediterraneo di Taormina comporterà la necessità per le famiglie siciliane e calabresi di recarsi nei grandi centri del nord e centro Italia per cure cardiologiche, riportando così in auge il fenomeno del turismo sanitario. Questo si verificherà anche perché il nuovo reparto a Palermo impiegherà del tempo per diventare pienamente operativo.

Infine, i parlamentari affermano che la gestione approssimativa e la mancanza di programmazione nel Servizio Sanitario Regionale rappresentano un problema più ampio. La sfiducia verso Volo è motivata anche dal suo comportamento in Assemblea, dove è stata assente per tre volte in pochi mesi e impreparata riguardo agli atti ispettivi all’Ordine del Giorno. Questi fattori hanno portato alla richiesta inderogabile di sfiducia nei confronti dell’assessore.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top