Politica

Regione Siciliana: disponibili finanziamenti per enti e associazioni

Euro

Regione Siciliana: aperto il bando per finanziamenti a enti e associazioni.

La Giunta regionale ha approvato oggi l’avviso pubblico per la concessione di contributi a enti, fondazioni e associazioni per la realizzazione di iniziative di rilevanza sociale, socio-sanitaria, culturale, storica, ricreativa, artistica, sportiva, ambientale, di promozione dell’immagine della Regione e dell’economia locale. Questo finanziamento è reso possibile grazie ai 4,8 milioni di euro della cosiddetta “ex tabella H”, previsti dalla legge di stabilità approvata dall’Assemblea Regionale Siciliana lo scorso febbraio.

CanaleSicilia

Il bando, che verrà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana (Gurs), darà il via a un periodo di 15 giorni durante i quali gli enti interessati potranno presentare le richieste di finanziamento. È importante sottolineare che tali enti non devono avere scopi di lucro e i contributi non potranno essere utilizzati per spese di investimento.

Le valutazioni delle domande e la successiva formulazione delle graduatorie saranno affidate ai diversi rami di amministrazione della Regione, in base alle diverse aree tematiche. Otto dipartimenti saranno coinvolti nell’istruttoria: Agricoltura (per la promozione e divulgazione delle politiche di sviluppo economico agro-alimentare territoriale), Attività sanitarie e osservatorio epidemiologico (per la ricerca, assistenza e sostegno ai soggetti affetti da patologie e disabilità, nonché la promozione della prevenzione sanitaria e il sostegno alle attività di raccolta del sangue), Beni culturali e identità siciliana (per attività culturali, artistiche, storiche, ambientali e paesaggistiche), Famiglia e politiche sociali (per attività sociali, disagio sociale, disabilità e legislazione antimafia), Infrastrutture, mobilità e trasporti (per rappresentanze regionali di inquilini e assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica), Istruzione, università e diritto allo studio (per attività di studio e ricerca in ambiti formativi scolari e universitari, inclusa la disabilità sensoriale), Sviluppo rurale e territoriale (per la gestione faunistica del territorio) e Turismo, sport e spettacolo (per attività turistiche, sportive, musicali, ricreative e la promozione dell’immagine della Regione Siciliana).

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top