Politica

Napolitano, icona della Politica Italiana, ci lascia a 98 anni

Giorgio Napolitano

È scomparso Giorgio Napolitano, il noto senatore a vita e due volte ex presidente della Repubblica Italiana, all’età di 98 anni. Nato a Napoli nel 1925, il politico ha lasciato questo mondo venerdì 22 settembre, intorno alle 19:45, presso la clinica Salvator Mundi al Gianicolo, a Roma. Le sue condizioni, già precarie, si erano deteriorate negli ultimi giorni.

Napolitano, esponente del partito Comunista, in particolare della corrente “migliorista”, ha iniziato la sua carriera politica nel 1953, quando è stato eletto per la prima volta al Parlamento italiano. Ha servito come deputato fino al 1996, con l’eccezione della IV legislatura. Nel 1956, è entrato a far parte del comitato centrale del Pci, anno dell’invasione dell’Ungheria, durante il quale ha giustificato l’invio dei carri armati sovietici.

CanaleSicilia

Successivamente, ha ricoperto diversi incarichi chiave, tra cui presidente dei deputati comunisti (1981-1986), parlamentare europeo in due legislature (1989-1992 e 1999-2004), presidente della Camera (1992-1994) e ministro degli Interni nel governo Prodi (1996-1998). Nel 2005, è stato nominato senatore a vita da Carlo Azeglio Ciampi, e l’anno successivo ha assunto la carica di presidente della Repubblica, venendo eletto al Quirinale dal centrosinistra al quarto scrutinio con 549 voti su 990 votanti.

Nel 2013, ha compiuto la storia come primo capo dello Stato italiano a essere rieletto, ottenendo 738 voti su 997 votanti al sesto scrutinio. Ha servito per due anni prima delle dimissioni, avvenute nel 2015.

Giorgia Meloni, presidente del Consiglio, ha espresso il cordoglio a nome del governo italiano, inviando le condoglianze alla famiglia. Giuseppe Conte, presidente del Movimento Cinque Stelle, ha condiviso il suo massimo cordoglio e vicinanza alla famiglia. L’ex premier Mario Draghi ha ricordato Napolitano come un protagonista assoluto nella storia italiana ed europea, lodandone la capacità di dialogare con tutte le culture politiche e di agire con saggezza e coraggio.

Il ministro della Difesa Guido Crosetto ha espresso il suo cordoglio personale, insieme a quello del ministero della Difesa e di tutto il personale delle forze armate.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top