Cronaca

Laura Bonafede, la maestra di Messina Denaro: una insolita convivenza

Laura Bonafede

L’arresto di Laura Bonafede, maestra e convivente di Matteo Messina Denaro, ha portato alla luce nuovi dettagli sulla vita del latitante più ricercato del mondo. Secondo quanto riportato dal Gip Alfredo Montalto, Messina Denaro e la Bonafede avrebbero convissuto per un periodo di circa dieci anni, fino al 2017. Il loro “tugurio” si troverebbe probabilmente in Sicilia, ma non si hanno ancora dettagli precisi.

Ciò che sorprende, però, è come Messina Denaro abbia potuto condurre una vita “normale” senza essere scoperto dalle autorità. Nonostante le sofisticate intercettazioni e sistemi di videosorveglianza utilizzati dai carabinieri del Ros, il boss avrebbe potuto circolare liberamente fra Castelvetrano e Campobello di Mazara, incontrando anche molte persone che lo conoscevano personalmente. Questo ha fatto emergere “dettagli che destano sconcerto”, come li definisce il Gip, mettendo in luce l’inspiegabile insuccesso delle indagini che hanno coinvolto la zona per anni.

CanaleSicilia

L’arresto della Bonafede potrebbe rappresentare un importante passo avanti nella cattura di Messina Denaro, ma allo stesso tempo fa emergere interrogativi sulle capacità delle forze dell’ordine di individuare il latitante. Intanto, si attendono nuove scoperte e sviluppi sulla vicenda, che continua a tenere banco nelle cronache giudiziarie italiane.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top