Attualità

Intensificazione dell’attività vulcanica sullo Stromboli

Eruzione Stromboli

Sullo Stromboli, un’importante attività vulcanica è attualmente in atto, con la manifestazione di un trabocco lavico alimentato da una delle bocche crateriche settentrionali. Le recenti osservazioni dell’Ingv – Osservatorio etneo hanno evidenziato che, al momento, il flusso di lava è limitato alla parte superiore della Sciara del Fuoco.

Nelle ultime 24 ore, i sismografi hanno registrato variazioni significative nell’ampiezza del tremore vulcanico, con oscillazioni che si sono mantenute a livelli medi e alti. Attualmente, i dati sismici indicano un livello di attività sismica vulcanica rilevante.

CanaleSicilia

Questa intensa attività è stata preceduta da un’eruzione di notevole violenza, definita “maggiore” a causa dell’enorme quantità di energia liberata, avvenuta lo scorso lunedì. 

L’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio Etneo, costantemente impegnato nella sorveglianza del cratere eoliano, ha rilevato che l’area craterica settentrionale è ancora alimentata da un’intensa attività di spattering, che crea una colata di lava diretta verso la Sciara del Fuoco. Questo flusso lavico, oltre a illuminare il panorama notturno, provoca anche il rullare di materiale vulcanico lungo la Sciara del Fuoco. Nel frattempo, l’attività esplosiva nell’area craterica centro-sud rimane costante, senza variazioni significative rispetto ai giorni precedenti.

I vulcanologi catanesi, esperti nell’analisi del tremore sismico, riferiscono che l’ampiezza media del tremore non ha subito variazioni di rilievo, mantenendosi all’interno di valori elevati. Tuttavia, si nota un leggero decremento nell’ampiezza degli explosion-quakes. I dati clinometrici e Gnss delle ultime ore non segnalano deformazioni significative del terreno durante questa fase di intensa attività vulcanica.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top