Cronaca

Denunciato commerciante di Naso per vendita di articoli pirotecnici

Guardia di Finanza Capo d'Orlando

Le autorità competenti della provincia di Messina hanno deferito un commerciante di Naso (ME) all’Autorità Giudiziaria per la detenzione e commercializzazione di articoli pirotecnici senza autorizzazione. Questa operazione è stata condotta in vista delle festività di fine anno, seguendo le direttive dell’Autorità di Governo di Messina per il controllo e la prevenzione degli illeciti legati alla vendita abusiva di fuochi d’artificio.

Le indagini, condotte in collaborazione tra i finanzieri della Tenenza di Capo d’Orlando e i poliziotti del Commissariato di P.S. di Capo d’Orlando, hanno portato al rinvenimento di un deposito contenente oltre 2.660 articoli pirotecnici, tra cui razzi, petardi, batterie e combinazioni esplosive. Questi articoli rientravano in categorie per le quali è obbligatorio possedere una licenza di vendita.

CanaleSicilia

Il titolare della ditta individuale è stato deferito all’Autorità Giudiziaria di Patrasso con l’accusa di fabbricazione o commercio abusivo di materie esplodenti. Inoltre, è stato effettuato il sequestro di oltre una tonnellata di articoli pirotecnici, con una massa attiva di polvere pirica pari a circa 145 chilogrammi, stimando un illecito guadagno di oltre €24.000,00.

Il materiale esplodente è stato trasportato e messo a disposizione della Procura della Repubblica di Patti presso un deposito specializzato.

Durante le festività natalizie, è noto che si verificano numerosi incidenti, talvolta mortali, a causa dell’uso irresponsabile di petardi e fuochi d’artificio, anche illegali. Questi oggetti possono causare lesioni gravi a causa della loro elevata potenza, contenendo una miscela esplosiva a base di clorato e/o perclorato di potassio, con l’aggiunta di alluminio.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top