Cronaca

Denunciati ultras del Catania coinvolti in episodi di violenza

Ultras Tifo Violento

La Polizia di Stato di Catania ha recentemente preso provvedimenti legali nei confronti di ultras del Catania coinvolti in episodi di violenza. Gli eventi si sono verificati durante l’incontro di calcio tra il Catania e il Taranto, tenutosi il 22 ottobre presso lo stadio comunale “A. Massimino”.

Dopo un’attenta indagine condotta dalla D.I.G.O.S., cinque individui, un 39enne, un 34enne, un 47enne, un 24enne e un 37enne, sono stati deferiti alla Procura della Repubblica. Questi tifosi catanesi sono stati accusati di aver aggredito sostenitori della squadra “Nuova Gioiese” e di aver danneggiato il loro veicolo prima dell’inizio della partita.

CanaleSicilia

Le indagini hanno rivelato che mentre i tifosi calabresi si dirigevano ad Acireale per l’incontro di calcio tra Acireale e Nuova Gioiese, sono stati inseguiti e attaccati da altre auto lungo l’autostrada A18 Messina-Catania. Gli aggressori, con il volto coperto, hanno utilizzato mazze e oggetti contundenti per colpire il minivan dei tifosi calabresi.

Nonostante l’aggressione, i tifosi calabresi sono riusciti a continuare il loro viaggio verso Catania, dove sono stati intercettati dalla Polizia di Stato. Gli agenti sono intervenuti in seguito a segnalazioni ricevute al numero d’emergenza.

Le indagini hanno rivelato che il minivan dei tifosi della Nuova Gioiese è stato scambiato per uno dei veicoli dei tifosi del Taranto, motivo per cui è stato aggredito. Grazie alle immagini delle telecamere al casello di Acireale, è stato possibile identificare gli aggressori, tutti ultras catanesi.

Inoltre, grazie alle videoriprese del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica, altri cinque tifosi, tre del Catania FC e due del Taranto, sono stati denunciati per comportamenti inappropriati durante la stessa partita Catania-Taranto. Le accuse includono l’accensione e il lancio di fumogeni, l’ingresso con biglietti contraffatti e atti contrari alla pubblica decenza.

Il Questore ha emesso provvedimenti D.A.SPO. di durata variabile da 1 a 5 anni nei confronti dei dieci tifosi coinvolti.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top