Attualità

Consegnato a Barcellona il premio Gran Prix al regista Salvo Presti

Delegazione Polacca Barcellona

Una delegazione polacca del Festival Internazionale “Prison Movie” di Olsztyn ha effettuato una visita presso la casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto (Me) per consegnare la statuetta del Gran Prix al regista Salvo Presti.

Il docufilm di Presti, intitolato “Dopo questo esilio,” ha ricevuto la statuetta “Good Villain” durante l’XI edizione del Festival Internazionale “Prison Movie” in Polonia, tenutasi il 12 ottobre scorso. La visita si è svolta nella mattinata di Lunedì 11 dicembre 2023, con la presenza del Maggiore Magdalena Socha, direttrice del festival “Prison Movie” nel Distretto regionale del servizio penitenziario di Olsztyn.

CanaleSicilia

La cerimonia di consegna della statuetta “Good Villain” si è tenuta presso la Biblioteca scientifica del carcere, alla presenza di Romina Taiani, Direttore della casa circondariale, Antonino Rizzo, Comandante della Polizia penitenziaria, educatori, funzionari giuridici, pedagogici, e docenti della scuola in carcere. Il film “Dopo questo esilio” ha vinto il festival tra 207 film provenienti da tutto il mondo.

Il Maggiore Magdalena Socha ha espresso la sua emozione nel vedere di persona le persone e i luoghi che hanno ispirato il docufilm, sottolineando la sensibilità umana e l’approccio estetico e simbolico ai delicati temi del mondo carcerario.

Salvo Presti ha dichiarato l’importanza di lavorare sull’istruzione e l’educazione in carcere, evidenziando quanto sia cruciale comprendere i fallimenti sociali ed educativi. Il regista ha sottolineato la necessità di guardarsi dentro e analizzare i modelli superficiali, patinati e sottotraccia fortemente violenti e/o vuoti che spesso prevalgono.

“Dopo questo esilio” è nato nel 2018 come parte del progetto didattico “Cinema forma dell’anima” del Miur Cpia di Messina, guidato dalla dirigente scolastica Giovanna Messina. Il film è stato realizzato presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto (Me), diretto da Romina Taiani e curato dal Centro Provinciale Istruzione agli Adulti di Messina CPIA – (MIUR), sotto la direzione del dirigente scolastico Giovanni Galvagno.

Il docufilm è stato scritto e diretto da Salvo Presti, con la fotografia e l’editing di Emanuele Torre e la produzione esecutiva di Cristina Trio. Gli interpreti principali sono i detenuti della Casa Circondariale di Barcellona P.G (Me) e le attrici Marianna Gullì ed Elena Salerno.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top