Attualità

Confronto nazionale: la Sicilia al 6° posto per incidenti stradali

Incidenti Stradali

La Sicilia si colloca al 6° posto in Italia per numero di incidenti stradali, ma assume il 15° posto se si tiene conto della popolazione residente. Nonostante il promettente codice della strada, preoccupano ancora le condizioni delle strade locali. C’è un crescente riconoscimento dell’importanza di evitare l’uso del cellulare al volante e l’assunzione di alcol.

Le strade in cattive condizioni hanno causato incidenti a oltre un quarto della popolazione, talvolta anche lievi. Il 70% dei conducenti ignora i limiti di velocità e la distrazione rimane la principale causa di incidenti. Le principali preoccupazioni durante la guida sono gli altri conducenti e le buche stradali.

CanaleSicilia

I dati elaborati dal Centro Studi di AutoScout24 indicano che Catania è la provincia con il maggior numero di incidenti e il più alto rapporto di incidenti rispetto alla popolazione residente. Nel 2022, la Sicilia ha registrato 10.444 incidenti stradali, con un aumento del 5% rispetto all’anno precedente.

Nonostante il codice della strada sia generalmente ben accolto in termini di sicurezza, il 14% degli intervistati giustifica ancora l’uso di alcol durante la guida, mentre il 12% utilizza il cellulare senza auricolare o vivavoce. Tuttavia, c’è una crescente consapevolezza di questi comportamenti sbagliati, con l’alcol e il cellulare identificati come i problemi più gravi.

Gli utenti ritengono che migliorare lo stato delle strade sia cruciale per ridurre gli incidenti. Le condizioni stradali scadenti sono responsabili di molti incidenti, anche lievi. Durante la guida, le principali preoccupazioni riguardano gli altri conducenti e la distrazione. La presenza di buche stradali è una fonte di apprensione, specialmente per i ciclisti.

La maggior parte degli utenti sembra ignorare i limiti di velocità, ma solo il 3% li ritiene pericolosi. Tra coloro che hanno causato incidenti, la distrazione alla guida è la causa principale (64%), seguita dalla mancata osservanza della segnaletica o delle norme di circolazione (18%).

Nel contesto nazionale, la Lombardia, il Lazio e l’Emilia Romagna sono le regioni con il maggior numero di incidenti, ma la situazione cambia quando si considera il rapporto con la popolazione residente. La Liguria occupa il primo posto con il più alto tasso di incidenti ogni 100mila residenti, seguita dalla Toscana, l’Emilia Romagna e il Lazio. Molise e Calabria sono le regioni più virtuose.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top