Attualità

Buoni & Cattivi? Cronista allontanato da una convention a Brucoli

Stampa Giornali

Il recente allontanamento di un cronista da una convention politica ha suscitato preoccupazioni nel mondo del giornalismo. Giulio Francese, coordinatore regionale della Figec Cisal, ha sollevato la questione, sottolineando che questa azione non solo ostacola il lavoro dei giornalisti ma indica anche la formazione di liste di proscrizione. La vittima di questa controversia è stata Mario Barresi, un giornalista de La Sicilia, allontanato da un evento di Fratelli d’Italia con la motivazione che non era gradito.

In un comunicato, Francese ha espresso la sua indignazione e ha condannato fermamente questa discriminazione nei confronti di un professionista dei media, sottolineando la violazione del diritto di cronaca sancito dalla Costituzione italiana. La vicenda si è svolta in un resort a Brucoli e è stata raccontata dallo stesso Barresi sui social media. Il direttore della struttura turistica ha ricevuto l’incarico di allontanarlo, mostrando grande imbarazzo nell’eseguire la decisione.

CanaleSicilia

La Figec Sicilia si è dichiarata preoccupata per questa situazione e ha criticato l’uso dell’espressione “non gradito”, sottolineando il pericolo di creare liste di persone “buone” e “cattive” nel mondo dei media. Il coordinatore regionale Figec Cisal ha respinto questa visione distorta e ha chiesto il massimo rispetto per il lavoro dei giornalisti. Si spera che episodi simili non si verifichino più, preservando così il diritto fondamentale di informazione.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top