Cronaca

Reddito di Cittadinanza, rilevata indebita percezione per 734.865 euro

Reddito di Cittadinanza

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania hanno condotto un’operazione volta a contrastare l’indebita percezione di risorse pubbliche. Durante il controllo delle richieste di Reddito di Cittadinanza da parte di 90 individui, sono state rilevate numerose irregolarità.

La Compagnia di Caltagirone ha scoperto che tutti i soggetti in questione stavano indebitamente percependo il sostegno finanziario. Le autorità competenti hanno prontamente segnalato tali irregolarità alla Procura della Repubblica, evidenziando falsità nelle richieste presentate all’I.N.P.S., che avevano portato all’erogazione impropria di fondi nel corso del tempo.

CanaleSicilia

In particolare, è emerso che alcuni dei segnalati erano cittadini extracomunitari che non avevano soddisfatto il requisito di residenza minima di 10 anni in Italia. Inoltre, sono stati individuati casi di lavoratori irregolari “in nero” che non avevano comunicato adeguatamente i cambiamenti nella loro situazione lavorativa all’Istituto Nazionale, impedendo un calcolo accurato dell’importo dovuto o addirittura portando alla decadenza del beneficio.

In alcuni casi, le somme erano state indebitamente percepite da individui condannati per reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti, situazione che esclude espressamente l’accesso al beneficio in caso di condanna definitiva.

Grazie alle indagini delle Fiamme Gialle calatine, è stata rilevata un’indebita percezione di 734.865 euro e impedito un ulteriore esborso statale di 519.647 euro. I percettori coinvolti sono stati segnalati all’I.N.P.S. per la revoca del contributo e il recupero delle somme precedentemente erogate.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top