Attualità

Nuova truffa online: i pensionati nel mirino dei falsi Sms dell’Inps

Smartphone Telefono Cellulare

La Federazione Pensionati della Cisl lancia l’allarme: attenzione ai falsi Sms che si presentano con il nome dell’Inps e che propongono il pagamento del conguaglio sulle tasse o contributi dovuti nel corso del 2022. Si tratta di una nuova truffa che sta interessando molti contribuenti pensionati in questi giorni.

In questi messaggi, viene richiesto il numero di conto corrente per effettuare un rimborso di somme, che sarebbero superiori ai 700 euro, relative allo scorso anno dall’Inps. Il messaggio dice anche che il bonifico non è andato a buon fine e invita a visitare un sito indicato nello stesso testo per aggiornare i dati.

CanaleSicilia

Il segretario generale Fnp Cisl Palermo Trapani, Armando Zanotti, ha dichiarato: “Fate molta attenzione. L’Inps non invia questo tipo di comunicazione per chiedere dati sensibili come il conto corrente, tanto meno per sms. E se avete diritto a somme da conguaglio per tasse o contributo in eccesso pagati, vi arrivano direttamente nel cedolino. È una nuova truffa online che gioca sporco sull’esigenza di tante famiglie di avere risorse economiche in più per affrontare il caro vita”.

È importante che i pensionati siano informati su questa nuova truffa e che non forniscano mai i propri dati sensibili come il numero di conto corrente. In caso di dubbio, è sempre meglio contattare direttamente l’Inps per verificare l’autenticità del messaggio ricevuto.

La sicurezza online è sempre più importante e non bisogna mai sottovalutare i rischi legati alle truffe informatiche. La Cisl Pensionati invita quindi tutti i contribuenti pensionati a diffondere l’allarme e a fare attenzione a questi falsi Sms che possono creare gravi problemi finanziari.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top