Attualità

Il Cga decide: stop alla caccia dopo gli incendi in Sicilia

Cacciatori

Il Consiglio di giustizia amministrativa (Cga) della Regione Siciliana ha preso una determinante decisione in relazione alla stagione venatoria 2023-24. La sospensione di tale stagione è stata annunciata in seguito ai devastanti incendi che hanno colpito il territorio regionale. Questa decisione è stata basata sull’evidente rischio che gli incendi rappresentano per la sopravvivenza degli animali selvatici.

L’assessore regionale all’agricoltura, Luca Sammartino, aveva precedentemente emanato il calendario venatorio per la stagione in corso, consentendo l’inizio della caccia il 2 settembre, con una deroga nota come “pre-apertura”. Tuttavia, questa decisione ha suscitato preoccupazioni in quanto è stata autorizzata nonostante il parere negativo dell’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) e in coincidenza con gli incendi che hanno flagellato l’intera isola.

CanaleSicilia

Associazioni ambientaliste come Wwf Italia, Legambiente Sicilia, Lipu BirdLife Italia, Lndc Animal Protection, Enpa e Lac avevano impugnato il calendario venatorio davanti al Tribunale amministrativo regionale (Tar) di Palermo nei mesi scorsi. Il 21 settembre, queste associazioni hanno ottenuto una sospensiva parziale della caccia per alcune specie in declino. Oggi, il Cga ha confermato questa decisione di secondo grado.

Il Cga ha riconosciuto che gli incendi, associati all’eccezionale aumento delle temperature estive, costituiscono una minaccia evidente per la sopravvivenza degli animali selvatici. Inoltre, ha evidenziato come la giunta regionale siciliana abbia giustamente richiesto lo stato di emergenza di rilievo nazionale per un periodo di 12 mesi, in risposta alla gravità della situazione.

È importante notare che, nonostante le evidenti preoccupazioni ambientali e la richiesta di sospensione della stagione venatoria, la Regione ha addirittura autorizzato l’anticipo di un mese rispetto a quanto suggerito da Ispra.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top