Cronaca

Dirigente scolastico ai domiciliari per violenza sessuale su 7 minorenni

Violenza Sessuale

Un dirigente scolastico di 61 anni di Grammichele è stato posto agli arresti domiciliari in seguito a un’ordinanza emessa dal G.I.P. del Tribunale di Caltagirone. L’uomo è accusato di “violenza sessuale e tentata violenza sessuale” nei confronti di sette sue alunne minorenni.

L’indagine è stata avviata grazie alla denuncia coraggiosa di una quindicenne, studentessa di un istituto scolastico di Grammichele. La giovane ha accusato il dirigente di averla sottoposta a atti di natura sessuale in più occasioni. La Procura della Repubblica di Caltagirone ha coordinato le indagini, che sono state condotte dal Comando Compagnia Carabinieri di Caltagirone.

CanaleSicilia

Carabinieri Catania

Le investigazioni dei Carabinieri hanno rivelato che, durante l’anno scolastico, sette giovani donne sarebbero diventate vittime delle molestie del preside. Le vittime hanno descritto il modus operandi dell’arrestato, che le avrebbe più volte convocate nel suo ufficio sotto il pretesto di discutere il loro rendimento scolastico.

Una volta solo con le studentesse, il dirigente avrebbe minacciato di “sculacciarle” o “prenderle a morsi” se non avessero studiato adeguatamente. Inoltre, avrebbe cercato approcci fisici, tra cui abbracci, pacche sul fondoschiena, toccamenti di zone erogene come i fianchi e carezze sui ventri nudi. In due occasioni, l’uomo si sarebbe spinto oltre, sfiorando in modo inappropriato le parti intime delle studentesse e persino baciandole.

Le autorità stanno continuando le indagini per accertare ulteriori dettagli sull’abuso sessuale. Il dirigente scolastico dovrà ora affrontare il processo legale per rispondere delle gravi accuse che gli sono state mosse.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top