Politica

Proposta di legge, fino a 500 euro ai giovani laureati siciliani

ARS Assemblea Regionale Siciliana

Il M5S all’Ars propone un disegno di legge per sostenere i giovani laureati siciliani impegnati in tirocini e praticantati obbligatori presso studi professionali. Questa iniziativa mira a fornire un contributo finanziario mensile fino a 500 euro, con l’obiettivo di agevolare l’ingresso dei neolaureati nel mondo del lavoro e riconoscere il valore del loro impegno.

Il disegno di legge, presentato dalla deputata Martina Ardizzone, affronta una problematica diffusa in Italia: l’accesso alle carriere professionali richiede spesso la svolta di periodi di tirocinio o praticantato obbligatori, che possono variare da 6 a 24 mesi a seconda del settore. Tuttavia, questi giovani professionisti non ricevono alcuna compensazione economica, nonostante il loro lavoro costante e impegnativo. Inoltre, in alcuni casi, dopo aver superato l’esame di abilitazione, si trovano in una sorta di “zona grigia” legale, senza alcun riconoscimento giuridico.

CanaleSicilia

Martina Ardizzone sottolinea la necessità di una regolamentazione strutturale a livello nazionale in questa materia. Nel frattempo, la Regione può intervenire per colmare questa lacuna, garantendo un equo compenso ai tirocinanti e promuovendo l’accesso alle professioni in base al merito.

Il disegno di legge proposto dal M5S rappresenta un tentativo di affrontare una problematica persistente. In passato, il Movimento aveva già presentato proposte simili, dimostrando un impegno costante per migliorare le condizioni dei giovani professionisti.

Gianina Ciancio, ex deputata e promotrice di iniziative simili, ha elogiato il lavoro svolto da Martina Ardizzone e ha sottolineato l’importanza di continuare a lavorare per garantire dignità ai giovani professionisti.

Il disegno di legge, composto da otto articoli, stabilisce che i tirocinanti debbano essere iscritti agli ordini professionali o dimostrare di aver completato il periodo di pratica obbligatoria nei 12 mesi precedenti per poter accedere ai contributi previsti. Questa iniziativa rappresenta un passo significativo verso un sistema che riconosce e supporta i giovani professionisti nella loro transizione verso il mondo del lavoro.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top