Politica

La nazionale italiana di Wakeboard a Palazzo d’Orleans

Delegazione Wakeboard

Il Presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, ha accolto oggi la Nazionale Italiana di wakeboard presso Palazzo d’Orléans. Un momento di grande significato poiché segna la prima partecipazione dell’Italia ai Campionati Europei, che si terranno dal 30 ottobre al 4 novembre presso il suggestivo Lago Poma di Partinico. Accompagnati da un team tecnico di alto livello composto da Pierluigi Mazzia, Enzo Molinari, Claudio Dal Lago e Manfredi Napoli, l’evento ha visto la presenza dell’Assessore Regionale alle Attività Produttive, Edy Tamajo, insieme al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale di Partinico, Pietro Rao ed Erasmo Briganò.

Il Presidente Schifani ha sottolineato l’importanza dello sport come elemento formativo per mente e corpo, con un significativo impatto sociale. Ha inoltre evidenziato il sostegno finanziario del governo regionale attraverso il “bonus palestre”, che viene confermato per il secondo anno consecutivo. Il suo auspicio è che la Sicilia possa continuare a rappresentare un trampolino di lancio per eccellenti risultati nella disciplina.

CanaleSicilia

L’Assessore Tamajo, appassionato di sport, ha condiviso il suo entusiasmo per l’evento, sottolineando l’effetto positivo che ha sull’economia locale. Gli eventi sportivi, infatti, non solo portano visitatori e nuove entrate, ma anche un maggiore interesse verso le destinazioni ospitanti. Tamajo si è dichiarato aperto a esplorare, in collaborazione con la Federazione Italiana, la possibilità di istituire un Centro Federale per il wakeboard in Sicilia.

Il wakeboard, uno sport acquatico nato dall’unione tra snowboard e sci nautico, vedrà oltre 100 atleti provenienti da tutta Europa convergere nella pittoresca Partinico, in provincia di Palermo. La squadra italiana, con dieci vittorie nelle ultime undici competizioni, rappresenta una forza formidabile in questa disciplina.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top