Cronaca

Tentato furto ad Aci Catena della banda della “Spaccata”

Furto Spaccata Catania

Nella frazione “Aci San Filippo” di Aci Catena, un tentativo di furto al supermercato è stato impedito con successo dalle forze dell’ordine. Una banda criminale, conosciuta per i suoi metodi aggressivi denominati “spaccata”, ha cercato di compiere un colpo durante la notte. Utilizzando escavatori, furgoni e altri mezzi pesanti precedentemente rubati, i malviventi hanno cercato di irrompere nel supermercato, ma sono stati costretti a desistere e a fuggire senza aver commesso alcun furto, grazie all’intervento tempestivo dei Carabinieri.

Il tentativo di colpo è avvenuto intorno alle 03:00 del mattino. Due pattuglie della Compagnia Carabinieri di Acireale, che stavano pattugliando l’area in risposta al crescente numero di reati predatori, sono intervenute in Via Nizzetti, nella frazione Aci San Filippo di Aci Catena, in risposta a una segnalazione al 112 da parte di un cittadino responsabile. Il cittadino aveva segnalato la presenza di uno dei mezzi pesanti posizionato trasversalmente sulla strada, bloccando il traffico.

CanaleSicilia

Furto Spaccata Catania

I malviventi avevano posizionato cinque mezzi pesanti, tra cui furgoni e un “camion vela” pubblicitario, insieme a un’autovettura, tutti rubati, lungo le vie d’accesso al supermercato. Questo aveva reso completamente inaccessibile l’area stradale, impedendo un intervento rapido delle forze dell’ordine. Tuttavia, i Carabinieri, che stavano conducendo una perlustrazione nelle vicinanze, sono riusciti a intervenire in pochi minuti, poco prima dell’attivazione dell’allarme antintrusione causato dalla tentata effrazione.

I malviventi avevano utilizzato un escavatore precedentemente rubato a Belpasso per sfondare le vetrate perimetrali del supermercato e cercare di accedere alla cassa continua contenente gli incassi. La loro fuga è stata inevitabile quando sono stati sorpresi dall’arrivo dei Carabinieri, abbandonando tutti i mezzi poco prima che l’escavatore potesse toccare la cassaforte. Fortunatamente, nessun bottino è stato portato via.

L’efficacia dell’operazione è stata dovuta a un coordinamento impeccabile tra la Centrale Operativa e le pattuglie sul campo, nonostante i tentativi dei criminali di ostacolare gli accessi alle forze dell’ordine.

Attualmente, sono in corso approfondite indagini tecniche e scientifiche sul luogo del crimine e sui veicoli coinvolti, che vengono gradualmente rimossi per ripristinare la circolazione stradale. Gli investigatori dell’Arma stanno acquisendo le immagini di videosorveglianza dell’area e interrogando testimoni per identificare i responsabili del tentativo di furto e chiarire i loro ruoli e responsabilità.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top