Cronaca

Gestore di un centro disabili di Palermo accusato di violenza sessuale

Polizia Palermo

La Polizia di Stato ha eseguito una misura di custodia cautelare domiciliare e una contestuale interdizione dall’esercizio della professione di gestore di un centro di servizi e supporto per disabili nei confronti dell’attuale responsabile della struttura, accusato di violenza sessuale.

L’operazione è stata eseguita su richiesta del Pubblico Ministero e dopo una serrata attività d’indagine svolta dal Commissariato di P.S. “Libertà” a seguito della denuncia presentata da una giovane studentessa universitaria, che aveva frequentato il centro come tirocinante.

CanaleSicilia

La ragazza aveva denunciato di essere stata vittima di molestie sessuali da parte del gestore, precedute da atteggiamenti di eccessiva confidenza, inappropriati al contesto di lavoro o di formazione universitaria. La ragazza aveva descritto anche il clima di tensione diffuso tra il personale femminile a causa dei comportamenti molesta del responsabile.

Dopo aver raccolto gli elementi di prova, il G.I.P. presso il Tribunale di Palermo ha emesso l’ordinanza di applicazione della misura cautelare personale degli arresti domiciliari, con applicazione del braccialetto elettronico, e della misura interdittiva del divieto di esercitare attività professionale di gestione del centro.

Da sottolineare che l’attività investigativa della Polizia di Stato, in collaborazione con la Procura della Repubblica, non ha interferito con il percorso di studi della vittima ed è stata condotta con discrezione e riservatezza.

© Riproduzione riservata.

Leggi la Prima Pagina

Articoli correlati

Tasto back to top