Home Politica Situazione finanziaria insostenibile – Il sindaco di Sinagra scrive al Presidente dell’Ars

Situazione finanziaria insostenibile – Il sindaco di Sinagra scrive al Presidente dell’Ars

2,755

Enza Maccora - Sindaco di SinagraIl grido di aiuto e di dissenso del sindaco di Sinagra, avv. Vincenza Maccora, attraverso una lettera inviata al Presidente dell’Ars. Giovanni Ardizzone, sull’insostenibilità della situazione finanziaria in cui versano i comuni siciliani e sulla oggettiva difficoltà a gestire gli Enti nel tentativo affannoso di cercare di garantire i servizi essenziali alla comunità a fronte di una crescente e continua diminuizione dei trasferimenti Regionali e Statali.

Qui di seguito la lettera.

 

Al Presidente dell’ARS
On.le Ardizzone Giovanni
Presso Palazzo dei Normanni
Palermo

Oggetto: insostenibilità situazione finanziaria.

I continui tagli ai trasferimenti Regionali, negli ultimi anni sempre più pesanti, hanno reso ormai impossibile poter garantire i servizi essenziali alla comunità amministrata con progressivo deterioramento del tessuto sociale.

La condizione di oggettiva difficoltà è avvalorata anche dal fatto che l’adempimento di approvazione del bilancio di previsione subisce continui differimenti di termine fino a tradursi, ove si riesce a completarne l’iter di formazione, in un atto di certificazione di spesa a consuntivo.

La scure della Regione che ha ulteriormente ridotto per il corrente esercizio tutti i trasferimenti e, tra questi, il fondo perequativo che, per questo ente ha subito una diminuizione quantificata in € 104.169,04 rispetto all’anno precedente, determina la oggettiva inattuabilità del relativo strumento finanziario.

In un piccolo centro come Sinagra non è oggettivamente pensabile poter compensare le insostenibili riduzioni di risorse dallo Stato e dalla Regione azionando la leva impositiva su una comunità costituita soprattutto da anziani. Se a questa non certo favorevole condizione si aggiungono le complesse difficoltà nella riscossione dei tributi l’inevitabile prologo è la mancanza di autonomia finanziaria e conseguentemente il default.

A determinare tale disastrosa condizione concorre altresì lo stillicidio con il quale sono erogate le poche risorse della Regione, trasferite in rate di importo sempre più limitato e con intervalli di tempo sempre più dilatati.

Tale situazione mal si coniuga con l’obbligo di assolvere ai pagamenti dei creditori nel rispetto della stringente tempistica dettata dalla normativa di settore con ineluttabile ricorso all’istituto dell’anticipazione di tesoreria (principale indicatore di rischio di default), ormai troppo frequente e conseguente aumento delle spese per interessi.

Lo scenario rappresentato costituisce la speculare situazione dello stato di fatto in cui versa questo Ente e – si crede – anche la maggior parte dei piccoli comuni, nonostante l’oculatezza nella gestione della spesa per la quale trova quotidiana e rigorosa attuazione il criterio del buon padre di famiglia.

Per le ragioni suesposte risulta indispensabile l’intervento del Parlamento Regionale affinchè possano essere garantite almeno risorse finanziarie nella misura equivalente a quelle concesse nell’anno precedente, integrando il fondo già assegnato con l’importo della riduzione operata e concedendo le doti finanziarie necessarie per il trasporto scolastico, quantificato nella misura corrispondente al 2014 in € 89.771,09.

Analogamente si rivolge vivo appello perchè possa essere aumentato l’importo dell’acconto di cui al D.D.G. n. 273/2015, determinato in € 126.776,02 a fronte della complessiva assegnazione di € 753.219,68, che si prevede liquidato entro il corrente anno, per consentire pagamenti di spesa obbligatoria (personale, mutui ecc…) che diversamente resteranno insoluti.

Si invita la S.S. di portare a conoscenza tutta la deputazione Regionale del contenuto della presente.

Distinti saluti

Il Sindaco
Avv. Vincenza Maccora

Situazione finanziaria insostenibile – Il sindaco di Sinagra scrive al Presidente dell’Ars ultima modifica: 2015-11-12T09:00:32+01:00 da CanaleSicilia