Home Attualità Sicurezza – Progetto NATO-ENEA per proteggere aeroporti, stazioni e metro da rischio attentati

Sicurezza – Progetto NATO-ENEA per proteggere aeroporti, stazioni e metro da rischio attentati

351

DEXTER Enea

Un ‘Guardian Angel’ hi-tech sperimentato con Polizia di Stato e ATAC nella metro A di Roma.

Rafforzare la sicurezza dei passeggeri e prevenire attacchi con armi o esplosivi in metropolitane, stazioni ferroviarie, aeroporti, ma anche in spazi o luoghi di ritrovo affollati, grazie a innovative tecnologie di sorveglianza. È l’obiettivo del progetto DEXTER (Detection of EXplosives and firearms to counter TERrorism), finanziato dalla NATO nell’ambito dello “Science for Peace and Security Programme”[1] e coordinato a livello tecnico-scientifico dall’ENEA.

Questa sorta di ‘Guardian Angel’ hi-tech nasce da una collaborazione triennale fra un centinaio di scienziati ed esperti di 11 organismi di ricerca, tra cui – oltre ENEA – Fraunhofer, TNO e ONERA, di quattro paesi membri NATO (Italia, Francia, Germania, Olanda) e quattro nazioni partner (Serbia, Ucraina, Finlandia e Corea del Sud)[2]. Al progetto hanno collaborato Polizia di Stato[3] e ATAC[4] e le prove sul campo sono state condotte presso la stazione Anagnina della metro A di Roma, dove il sistema è stato presentato oggi nel corso di un evento al quale hanno partecipato giornalisti ed esponenti delle istituzioni coinvolte.

Le potenzialità di DEXTER verranno illustrate in occasione dell’Industry Day che si terrà domani 24 maggio presso il Centro Ricerche ENEA di Frascati (Roma) con operatori del settore delle infrastrutture critiche, del trasporto pubblico e di gestione degli aeroporti per promuovere il trasferimento di questa tecnologia dal laboratorio alle imprese, tenuto conto che la protezione degli spazi pubblici è un settore con forti potenzialità di espansione.

“DEXTER è un progetto che offre rilevanti opportunità di sviluppo a livello nazionale e internazionale per rafforzare la sicurezza dei cittadini rispetto ai rischi di atti terroristici grazie all’utilizzo di tecnologie molto innovative” ha dichiarato il Presidente dell’ENEA Gilberto Dialuce. “La collaborazione con NATO, Polizia di Stato e ATAC e l’aver ottenuto il coordinamento tecnico-scientifico del progetto stesso è un fatto che ci rende particolarmente orgogliosi come istituzione di ricerca pubblica italiana, al servizio della collettività”, ha concluso Dialuce.

 “DEXTER ha sviluppato una soluzione al crocevia tra l’antiterrorismo e le tecnologie avanzate, in linea con gli obiettivi strategici e priorità della NATO”, ha affermato David van Weel, Assistant Secretary General for Emerging Security Challenges della NATO.

Sicurezza – Progetto NATO-ENEA per proteggere aeroporti, stazioni e metro da rischio attentati ultima modifica: 2022-05-23T19:54:50+02:00 da CanaleSicilia