Home Politica Sicilia – Disegno di Legge per rilanciare il tema della tutela dell’infanzia nell’agenda del Governo regionale

Sicilia – Disegno di Legge per rilanciare il tema della tutela dell’infanzia nell’agenda del Governo regionale

988

Italia MigliorePalermo 9 Ottobre 2013 – Un disegno di legge che mette al centro criteri di merito e trasparenza per l’individuazione del garante per l’Infanzia e l’Adolescenza partendo dalla modifica della legge regionale del 10 Agosto 2012 n. 47. A presentarlo è il vice presidente vicario dell’Assemblea Regionale Siciliana Antonio Ventruino, segretario de L’Italia Migliore.

“La nomina del Garante Regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Sicilia è ormai un evento non più procrastinabile – dichiara Venturino-  tanto in virtù dell’istituzione del Garante Nazionale, recentemente nominato dai Presidenti delle Camere nella persona di Vincenzo Spadafora ex Presidente nazionale UNICEF Italia, quanto perché la Legge istitutiva del Garante Nazionale prevede, la collaborazione tra il livello nazionale e quello regionale con la creazione di una Conferenza nazionale per la garanzia dei diritti dei minori costituita dai Garanti Regionali per l’Infanzia e l’Adolescenza. La Sicilia è la regione con la quota più elevata di persone di minore età povere (44%), quella con i più alti tassi di abbandono scolastico ed è inoltre terra di frontiera per minori stranieri  non accompagnati. Sappiamo che povertà, discriminazione ed emarginazione sociale sono strettamente intercorrelate e che di conseguenza vi è la necessità  di riportare “la questione infanzia”  in primo piano. La nomina, in tempi brevi, del Garante Regionale porterebbe al superamento della frammentazione delle competenze in gruppi, osservatori, comitati e commissioni, che costituisce oggi un limite all’efficacia e all’efficienza di qualunque operatività concreta e che genera nel territorio un intervento, alcune volte anche pregevole, ma assolutamente disorganico”.

Il DDL prevede che sulla scelta del  Garante il Consiglio Regionale abbia un ruolo di rilevanza e secondo principi di massima trasparenza, che questo avvenga attraverso  un bando pubblico ed un’audizione in VI Commissione, che valuti oltre la professionalità anche la progettualità concreta della futura attività del Garante.

Si propone ancora che la figura del Garante sia irreprensibile sotto il profilo giudiziario e che l’incarico rimanga a titolo gratuito.  “Ritengo – conclude Venturino-  che la questione infanzia non può e non deve scomparire dall’agenda istituzionale di questo Governo e non possono essere addotte giustificazioni di alcuna sorta poiché investire sulle giovani generazioni significa investire sul futuro della nostra regione. La Sicilia può, e deve fare la sua parte, perchè questa è, a mio parere, la cartina tornasole di un governo al servizio dei suoi cittadini  di minore età”.

Sicilia – Disegno di Legge per rilanciare il tema della tutela dell’infanzia nell’agenda del Governo regionale ultima modifica: 2013-10-09T15:52:56+02:00 da CanaleSicilia