Home Cronaca Sequestrata discarica abusiva a Modica con 100 ton. di rifiuti pericolosi

Sequestrata discarica abusiva a Modica con 100 ton. di rifiuti pericolosi

2,084

Discarica abusiva a ModicaI Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Ragusa, nel corso dei servizi di controllo economico del territorio, hanno individuato e sottoposto a sequestro un’area privata, estesa per oltre 5.000 Mq, sita in circonvallazione Quartarella – S. Giovanni Pirato di Modica, adibita a discarica abusiva.

Ivi, sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro rifiuti di ogni genere, molti dei quali di natura pericolosa (3 tonnellate di amianto, 110 veicoli fuori uso pari a circa 80 tonnellate, parti meccaniche di autoveicoli, alcune tonnellate di pneumatici dismessi, macchine ed attrezzature per scavi, materiale ferroso, plastico e legnoso).

Discarica abusiva ModicaIl sequestro dell’area, avvenuto con il supporto tecnico e la collaborazione di funzionari del Settore Ambiente del Libero Consorzio Comunale di Ragusa, già Provincia Regionale di Ragusa, si ù reso necessario per evitare ulteriori gravi conseguenze derivanti dall’abbandono e dallo smaltimento illecito di rifiuti.

Il proprietario del fondo, nonchĂ© titolare di una ditta individuale operante nel settore della raccolta dei rifiuti solidi non pericolosi, Ăš stato denunciato all’AutoritĂ  Giudiziaria per violazioni in materia ambientale. Allo stesso Ăš stata intimata l’immediata bonifica dell’area, nonchĂ© il ripristino dello stato dei luoghi.

Inoltre, il responsabile Ú stato segnalato al Comune di Modica, alla Regione Siciliana e ai Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Ragusa per i provvedimenti di rispettiva competenza.

L’abbandono incontrollato di rifiuti, oltre a costituire un deturpamento del territorio, stante la natura dei materiali stoccati, puĂČ provocare una contaminazione del suolo, con conseguente potenziale danno per la salute della collettivitĂ .

Sequestrata discarica abusiva a Modica con 100 ton. di rifiuti pericolosi ultima modifica: 2017-10-17T08:33:01+02:00 da CanaleSicilia