Home Politica Sant’Agata – “Rivisitazione geografia giudiziaria”

Sant’Agata – “Rivisitazione geografia giudiziaria”

896

Melinda RecuperoNella riforma della giustizia che il ministro della giustizia Bonafede ha anticipato nei giorni scorsi alle rappresentanze di avvocati e magistrati e che si appresta a portare in Consiglio dei Ministri, vi è l’impegno a rivisitare la geografia giudiziaria, con l’obiettivo di valutare la possibilità di riaprire i tribunali, le procure e gli Uffici del giudice di Pace soppressi con la riforma del 2012.

Considerato che la difesa e la rivendicazione della sede giudiziaria di Sant’Agata riveste carattere fondamentale per la nostra città, atteso l’enorme bacino di utenza ricoperto ed i numeri elevati che caratterizzavano il nostro Tribunale; considerato, altresì, che utenza ed avvocati vivono giornalmente i disagi provocati dal trasferimento dei giudizi presso la sede centrale del Tribunale di Patti, attesa l’inadeguatezza e la carenza di spazi adibiti ad aule di udienza e stanze di cancelleria, e che diverse altre città si stanno già mobilitando per consentire la riapertura delle sedi giudiziarie soppresse, abbiamo, per tale motivo, proposto al Consiglio Comunale di approvare la mozione che impegna il Sindaco e l’Amministrazione comunale ad intraprendere ogni azione utile ad avviare le necessarie interlocuzioni con il Ministro Bonafede, richiedendo un incontro presso il suo dicastero, anche mediante il coinvolgimento degli altri sindaci del comprensorio nebroideo, di tutti i rappresentanti parlamentari del territorio e di ogni altra autorità interessata, al fine di ottenere, nell’ottica di una rivisitazione della geografia giudiziaria, la riapertura del Tribunale di Sant’Agata di Militello.

Melinda Recupero
Consigliere comunale di Sant’Agata Militello

LA MOZIONE

Premesso che nel “contratto di governo” tra Lega e M5S, era stato assunto formale impegno per promuovere “una giustizia rapida ed efficiente”, da realizzare mediante una rivisitazione della geografia giudiziaria che andasse a modificare la riforma del 2012 (che, come noto, ha accentrato sedi e funzioni) con “l’obiettivo di riportare i tribunali, le procure e gli uffici del giudice di pace vicino ai cittadini ed alle imprese”; che la questione è stata riproposta nei 51 articoli della nuova riforma della giustizia che il ministro Alfonso Bonafede ha anticipato nei giorni scorsi alle rappresentanze di avvocati e magistrati e che ora si appresta a portare in Consiglio dei Ministri; che questo percorso dovrebbe portare a rivedere ed interessare gli uffici giudiziari che sono stati soppressi, ed è importante, dunque, aprirsi ad una fase interlocutoria con il governo centrale in cui appare necessario ed opportuno portare avanti ogni azione utile a favorire la riapertura della sezione del Tribunale di Sant’Agata di Militello, quale sede distaccata del Tribunale di Patti;

Considerato che la difesa e la rivendicazione della nostra sede giudiziaria riveste carattere fondamentale per la nostra città, atteso l’enorme bacino di utenza ricoperto ed i numeri elevati che caratterizzavano il nostro Tribunale; che utenza ed avvocati vivono giornalmente i disagi provocati dal trasferimento dei giudizi presso la sede centrale di Patti, attesa l’inadeguatezza e la carenza di spazi adibiti ad aule di udienza e stanze di cancelleria; che diverse altre città si stanno mobilitando per consentire la riapertura delle sedi soppresse, ed è importante che anche la nostra città si attivi in tal senso, in quanto, oltre a servire un vasto bacino di utenza, ha rappresentato negli anni una eccellenza in ambito giudiziario, che potrebbe, in caso di riapertura, consentire anche processi di rivitalizzazione e maggiore fiducia del comparto giustizia per utenza ed operatori del diritto;

Tutto ciò premesso e considerato, si propone al Consiglio Comunale di approvare la presente mozione, che impegna il Sindaco e l’amministrazione comunale ad intraprendere ogni azione utile e ad avviare le necessarie interlocuzioni con il Governo centrale ed in particolare con il Ministro Bonafede, richiedendo un incontro presso il suo dicastero, anche mediante il coinvolgimento degli altri Sindaci del comprensorio nebroideo, di tutti i rappresentanti parlamentari del territorio e di ogni altra autorità interessata, al fine di ottenere, nell’ottica di una rivisitazione della geografia giudiziaria, la riapertura del Tribunale di Sant’Agata di Militello, nonché il consolidamento dell’Ufficio del Giudice di Pace, anch’esso, di recente, interessato da inefficienze e disservizi.

Si chiede inoltre di inserire la stessa all’O.d.G. del primo Consiglio Comunale utile e comunque non oltre i termini previsti dal Regolamento Comunale.

Sant’Agata – “Rivisitazione geografia giudiziaria” ultima modifica: 2019-11-02T13:27:25+01:00 da CanaleSicilia