Home Politica Punto nascita Sant’Agata – “Auspichiamo soluzioni dall’interlocuzione politica, passo successivo è la protesta”

Punto nascita Sant’Agata – “Auspichiamo soluzioni dall’interlocuzione politica, passo successivo è la protesta”

487

Incontro Uil Punto Nascita SantAgata“Chiesta audizione in commissione sanità e incontro con Musumeci e Razza”.

“Va dato merito alla Uil di avere acceso i riflettori sulla vicenda e, come annunciato oggi, di voler organizzare un comitato spontaneo di cittadini per alzare ulteriormente l’asticella dell’attenzione rispetto alla problematica del punto nascita di Sant’Agata Militello”, così il sindaco Bruno Mancuso dopo l’incontro di questa mattina in aula consiliare con i rappresentanti della Uil.

“Da parte nostra – prosegue Mancuso – stiamo portando avanti un’interlocuzione politica con chi ha doveri e poteri decisionali e ci auguriamo che da questa interlocuzione possa venire fuori qualcosa di positivo. È chiaro che il passo successivo sarà quello della protesta perché crediamo fermamente che Sant’Agata e tutto il territorio dei Nebrodi, così come quello di Mistretta, meritino la presenza di un servizio così importante come il punto nascita in deroga alle previsioni del decreto Balduzzi.

Ho già chiesto un’audizione alla VI commissione salute e servizi sanitari all’Ars, che mi auguro possa ascoltarmi quanto prima, così come chiederò un incontro con il Presidente della Regione Nello Musumeci e l’assessore regionale alla salute Ruggiero Razza, supportato anche dalla presenza dell’assessore Bernardette Grasso, sempre attenta ai problemi dell’ospedale di Sant’Agata Militello. Vedremo quindi di proporre delle soluzioni per il direttore generale dell’Asp La Paglia per conferire al punto nascita di Sant’Agata i requisiti necessari, sia strutturali che organizzativi, per continuare regolarmente ed in sicurezza la sua attività”.

Bruno Mancuso
Sindaco di Sant’Agata Militello

Punto nascita Sant’Agata – “Auspichiamo soluzioni dall’interlocuzione politica, passo successivo è la protesta” ultima modifica: 2019-10-10T16:05:33+02:00 da CanaleSicilia