Home AttualitĂ  Prefettura – La posta elettronica certificata (P.E.C.), come unico strumento per l’interscambio di dati e documenti fra le pubbliche amministrazioni

Prefettura – La posta elettronica certificata (P.E.C.), come unico strumento per l’interscambio di dati e documenti fra le pubbliche amministrazioni

1,031

Posta Certificata PECIl Prefetto di Messina, dr. Stefano Trotta, ha impartito precise direttive agli uffici pubblici della provincia per incentivare l’utilizzo della posta elettronica certificata (P.E.C.), come unico strumento  per l’interscambio di dati e documenti fra le pubbliche amministrazioni. Indicazioni dal contenuto analogo sono state, altresì, rivolte agli ordini professionali ed agli istituti di credito.

La finalità che si prefigge l’iniziativa del Prefetto Trotta ù principalmente quella di dematerializzare, attraverso l’informatizzazione, i procedimenti amministrativi anche per adeguarsi alle disposizioni contenute nel Codice dell’Amministrazione Digitale (D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82) che vietano, tra l’altro, l’utilizzo del fax.

L’utilizzo della P.E.C. garantisce al mittente il recapito del messaggio al destinatario, alla stessa stregua di una raccomandata cartacea con ricevuta di ritorno, con notevoli economie di denaro pubblico.

In quest’ottica, poichĂ© l’art. 54 del citato Codice stabilisce che “le amministrazioni pubbliche sono tenute a pubblicare nella pagina iniziale del loro sito un indirizzo di posta elettronica certificata a cui il cittadino possa rivolgersi per qualsiasi richiesta”, si comunica che, a decorrere dalla data odierna, l’unico indirizzo di posta elettronica certificata da utilizzare per la corrispondenza con la Prefettura di Messina sarĂ 

Prefettura – La posta elettronica certificata (P.E.C.), come unico strumento per l’interscambio di dati e documenti fra le pubbliche amministrazioni ultima modifica: 2014-02-25T08:36:33+01:00 da CanaleSicilia