Home Politica Piraino – Maurizio Ruggeri, le bollette dell’acqua ed «il gioco dello scarica-barile»

Piraino – Maurizio Ruggeri, le bollette dell’acqua ed «il gioco dello scarica-barile»

2,883

Maurizio RuggeriCari concittadini ho sentito l’esigenza di scrivere per fare chiarezza, su come stanno realmente i fatti in merito alle esose cifre notificateci con le bollette dell’acqua relative all’anno 2014.

Tale esigenza nasce dopo aver letto la nota, resa di pubblico dominio, rivolta agli uffici comunali da parte dell’Assessore Princiotta, in merito agli errori riscontrati nelle fatture che ci sono state recapitate nelle scorse settimane.

Da premettere che a Piraino il servizio di lettura dei contatori dell’acqua “funzionava benissimo” fino a quando questa amministrazione non ci ha messo le mani sfasciando tutto come troppo spesso Le è capitato in questi anni.

Ma ricostruiamo brevemente i fatti:

  1. Fino all’epoca in cui si è insediata questa amministrazione esisteva una squadra di “letturisti” formata da 3 nostri dipendenti comunali che ogni anno iniziava a leggere i contatori dell’acqua il 1° dicembre e completava regolarmente la lettura entro la fine di gennaio del nuovo anno.
  2. I dati, poi, venivano consegnati ad un altro dipendente che provvedeva a preparare il ruolo necessario ad emettere successivamente le relative fatture.
  3. L’attuale amministrazione dopo il suo insediamento decise di “svuotare” il servizio perché ritenuto obsoleto. Si sbandierò ai quattro venti che sarebbero stati sufficienti dei semplici palmari per l’acquisizione delle letture dei contatori.
  4. Ricordo che all’epoca dei fatti assieme ai colleghi di “Semplicemente Piraino” sollevammo dubbi e perplessità in quanto ritenevamo necessario un periodo transitorio di svolgimento del servizio per rendere a regime l’impiego delle nuove strumentazioni (fu perfino presentata un’interrogazione) anche perché questi palmari necessitavano di software di programmazione per il loro utilizzo.

A PROPOSITO CHE FINE HANNO FATTO I PALMARI GIA’ ACQUISTATI?
VENGONO GIÀ UTILIZZATI?

Il problema era dunque noto ai nostri amministratori, che oggi si meravigliano del disservizio manifestatosi, i quali però non hanno mosso un dito per evitare che il problema emergesse e oggi fanno quello che gli riesce meglio “il gioco dello scarica-barile”.

Si fa una nota rivolta agli uffici, velata di minacce e ritorsioni nei confronti di responsabili e funzionari, che viene diffusa a mezzo stampa mettendo alla gogna i nostri dipendenti comunali, la cui unica colpa forse è quella di subire eccessivamente il fascino di alcuni amministratori, ma certamente questa è meno rilevante rispetto a chi il problema lo ha creato, non avendo né programmato e né controllato.

Se un amministratore rileva errori nelle bollette già recapitate quello che deve fare è produrre atti concreti allo scopo di pubblicare un “Avviso di sospensione dei pagamenti” rivolto alla cittadinanza e non invece creare confusione e mistificazione tra la popolazione che ad oggi non sa ancora se bisogna pagare o meno queste fatture.

È falso infine raccontare che questa amministrazione non ha operato aumenti tariffari dell’acqua poiché già nel 2012, in occasione del primo adeguamento tariffario, il prezzo al metro cubo dell’acqua venne innalzato.

Hanno ragione quanti sostengono che “al peggio non c’è mai fine”, pensavo di averle viste tutte ma mi sbagliavo, abbiamo abbondantemente superato il punto del non ritorno!

Maurizio Ruggeri

Piraino – Maurizio Ruggeri, le bollette dell’acqua ed «il gioco dello scarica-barile» ultima modifica: 2016-10-25T17:05:53+02:00 da CanaleSicilia