Home Politica Piraino Mare – Il Tribunale conferma: la messa in sicurezza spetta a Comune e Demanio Marittimo

Piraino Mare – Il Tribunale conferma: la messa in sicurezza spetta a Comune e Demanio Marittimo

2,788

Piraino Mare 2016di Lorenzo Scaffidi C. – A Piraino il problema dell’erosione costiera nei pressi del torrente Garofalo è da tempo così grave da mettere in pericolo diverse abitazioni del residence “Piraino mare”, tanto da indurre alcuni proprietari nei mesi passati, preoccupati per la loro proprietà ed incolumità, a rivolgersi al Tribunale citando il Comune di Piraino e l’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente per “temuto danno” in difesa del diritto di proprietà privata, chiedendo la messa in sicurezza del costone onde scongiurare il pericolo di crollo degli edifici.

Ebbene, dopo la sentenza emessa il 23 ottobre 2015, in cui il Giudice del tribunale di Patti, Emanuela Lo Presti, accolse le tesi presentate dall’avvocato Maria Sinagra, in rappresentanza dei 4 proprietari delle villette di “Piraino Mare” condannando Comune ed Assessorato, ognuno per quanto di competenza, ad eseguire gli interventi per la messa in sicurezza del costone e al pagamento delle spese sostenute dai ricorrenti, oggi, il Tribunale di Patti, conferma il provvedimento di un anno fa, a seguito del reclamo presentato dal Comune di Piraino.

Il Tribunale Civile di Patti, composto dai magistrati La Spada, Preziosi e Mongiardo, ha ribadito che il comune di Piraino, unitamente al Demanio Marittimo, dovrà assicurare la sicurezza ad una quarantina di famiglie proprietarie di “Piraino Mare”, realizzando gli interventi descritti dall’ingegner Biagio Petrisi nella consulenza tecnica consegnata al Tribunale.

Piraino Mare – Il Tribunale conferma: la messa in sicurezza spetta a Comune e Demanio Marittimo ultima modifica: 2016-10-26T13:35:06+02:00 da CanaleSicilia