Home Politica Piraino – Dipendenti a rischio, il sindaco chiede un incontro con l’Asp e la cooperativa

Piraino – Dipendenti a rischio, il sindaco chiede un incontro con l’Asp e la cooperativa

2,383

Maurizio RuggeriNelle ultime settimane sono venuto a conoscenza delle difficoltà a cui sta andando incontro Radio Call Service S.r.l., con sede a Piraino, dopo aver perso le commesse dell’ASP di Catania e di Messina per la gestione del CUP (centro unico prenotazioni).

In Radio Call Service lavorano un centinaio di dipendenti di tutto il comprensorio, molti dei quali residenti nel comune di Piraino, che oggi rischiano di perdere il proprio posto di lavoro e restare di conseguenza senza alcun reddito.

Considerata l’esperienza e la professionalità che questi lavoratori hanno maturato negli anni, vista la già disastrosa situazione economica in cui versa la provincia di Messina con tassi di disoccupazione allarmanti e le difficoltà cui vanno incontro tante famiglie, ho deciso di scrivere direttamente al direttore generale dell’ASP di Messina, al Legale Rappresentante della Cooperativa Sociale Asso di Cesena (aggiudicataria della gara per la gestione del CUP) e per conoscenza al Prefetto di Messina chiedendo un incontro urgente per discutere e valutare delle possibilità concrete per far continuare a svolgere il proprio lavoro ai tanti dipendenti del centro chiamate di Gliaca.

Ho, quindi, chiesto al Direttore Generale dell’Asp di considerare tutte le condizioni di gara a cui l’aggiudicataria si è sottoposta al fine di poter far assorbire, alla nuova ditta subentrata, il maggior numero possibile di lavoratori qualificati e formati in decenni di esperienza, ed alla Cooperativa Sociale ASSO di Cesena di venire incontro alla richiesta di tutelare e salvare questi posti di lavoro dei dipendenti del call center di Gliaca, offrendo la massima collaborazione logistica e burocratica per facilitare il raggiungimento di questo obiettivo.

Piraino – Dipendenti a rischio, il sindaco chiede un incontro con l’Asp e la cooperativa ultima modifica: 2020-01-29T14:19:36+01:00 da CanaleSicilia