Home Politica Patti – “Niente bilancio, niente stabilizzazione?”

Patti – “Niente bilancio, niente stabilizzazione?”

1,775

Lavoro Precario“I lavoratori precari del Comune di Patti dovrebbero ribellarsi”.

Dopo una attenta lettura delle dichiarazioni del Sindaco Aquino sulle rassicurazioni fornite ai lavoratori precari del nostro comune in occasione della riunione con le RSU tenuta nella sala consiliare in data 28.05.2019 si sente forte il dovere di intervenire per cercare di fare chiarezza sulla situazione dell’Ente, la cui analisi è indispensabile per affrontare la problematica delle stabilizzazioni.

Il Sindaco Aquino continua e prendere in giro i lavoratori di questo Comune, che sopportando questa situazione, BEN DIFFICILMENTE VEDRANNO REALIZZARE LA LORO STABILIZZAZIONE.

L’attuale gestione politica dell’Ente è, infatti, INCOMPATIBILE con qualsiasi atto amministrativo che non sia una semplice riparazione di una buca per strada ( ed anche quella come abbiamo visto in questi anni crea non pochi problemi).

La dichiarazione che per la stabilizzazione occorra l’approvazione dei bilanci di previsione 2019 e del consuntivo 2018 oltre che la delibera sul fabbisogno del personale è l’ennesima presa in giro che si consuma nei confronti dei lavoratori.

Il Sindaco Aquino subordinando la stabilizzazione a tali adempimenti, di fatto, ammette che, almeno per il 2019, questa non potrà avvenire per diverse ragioni: gli Uffici ancora sono ben lontani dall’avere predisposto gli atti per esitare rendiconto 2018 e bilancio 2019 ed indicare i mesi di giugno luglio è l’ennesima bugia di Aquino in disprezzo dell’intelligenza di tutti (era stato promesso che quest’anno si sarebbero rispettati i termini di legge del 31 marzo e del 30 aprile).

A Patti da anni non abbiamo l’Assessore al Bilancio e questo sembra non importare a nessuno, oltre che accumulare i ritardi di cui sopra.

Questo perché l’unico modo che Aquino ha per rimanere in sella è quello di gestire l’Ente alla giornata non essendo capace di programmare.

Inoltre, si devono nascondere gli sprechi che questo modus procedendi causa come le anticipazioni di cassa, il regime di salvaguardia con l’Enel, che bruciano circa 350 mila Euro l’anno.

Come finirà? Arriveremo anche quest’anno agli ultimi giorni dell’anno per esitare tali importanti documenti ed ancora una volta i lavoratori precari del Comune di Patti verranno utilizzati e strumentalizzati come negli anni passati.

Mai come in questo periodo il Sindaco Aquino è delegittimato politicamente non potendo contare neppure su una maggioranza che possa approvare tali documenti ed allora si dirà che se non viene approvato il Bilancio 2019 ed il rendiconto 2018 non sarà possibile stabilizzare i malcapitati lavoratori.

Come si dovrebbe sentire un onesto impiegato, che da oltre venti anni serve la propria Città ad essere utilizzato per coprire la mala gestione, l’incapacità politica di un Sindaco che farebbe bene a dimettersi al più presto.

Noi consiglieri di opposizione siamo favorevoli alla immediata stabilizzazione dei lavoratori precari di questo Comune, ma non permetteremo che questo diritto costituzionalmente garantito venga utilizzato per richiedere di esitare dei rendiconti e dei bilanci che certificano il fallimento di Aquino come Sindaco.

I consiglieri di opposizione
Gianni Di Santo e Giacomo Prinzi

Patti – “Niente bilancio, niente stabilizzazione?” ultima modifica: 2019-05-29T20:45:32+02:00 da CanaleSicilia