Home AttualitĂ  Patti – Lavori di restyling dell’antica Tyndaris. ImpalĂ : “Finalmente ci siamo”

Patti – Lavori di restyling dell’antica Tyndaris. ImpalĂ : “Finalmente ci siamo”

976

Agrippina TyndarisE’ dei giorni scorsi la notizia, secondo cui, sono state selezionate cinque proposte progettuali per la riqualificazione del Parco archeologico di Tindari; tali proposte, ha spiegato l’Assessore regionale Samonà, riguardano l’aspetto architettonico per la parte strutturale ed impiantistica dell’intero sito ma anche il complessivo restyling del Parco per il quale è stato approvato un finanziamento di 5 milioni di euro da realizzare con risorse del PO – FESR 2014/2020. Anche la Soprintendente Mirella Vinci, ha spiegato che, a breve avremo l’opportunità di fruire l’antico impianto urbano della città, utilizzando anche soluzioni tecnologiche innovative che aiuteranno a comprendere il complesso nella sua struttura morfologica originaria, incluso il particolare contesto paesaggistico, storico e antropico. Finalmente ci siamo, Tindari ed il suo sito archeologico avranno un primo importante restyling che va nella direzione giusta per rendere più bello e attrattivo il sito. Di certo, l’assenza totale dell’Amministrazione comunale pattese in tutte queste fasi, che precedono l’esecuzione dei lavori di restyling del sito archeologico di Tindari, fa capire quanta scarsa attenzione il Sindaco Aquino (che per anni è stato Assessore al Turismo) abbia speso per la nota località turistica negli anni. Ad onor del vero, l’Assessore Messina, negli ultimi mesi è stato un serio interlocutore su simili tematiche; ha dimostrato in diverse conversazioni avute col sottoscritto di avere a cuore l’assessorato che ricopre, ma, purtroppo i danni politici maggiori sono sempre stati fatti dal Sindaco Aquino.

Bisogna iniziare ad interessarsi dei siti archeologici e delle varie bellezze artistiche presenti sul nostro territorio comunale. Negli anni ho segnalato la necessità di valorizzare la Villa Romana di Patti Marina, ampliare i posti a sedere al Teatro Antico di Tindari, rendere maggiormente fruibili ed accessibili i diversi dipinti in possesso della città di Patti, riscoprire le necropoli ipogee di contrada Monte, rendere fruibile la Grotta di Donna Villa, valorizzare la Riserva di Marinello dalle Grotte di Mongiove alla punta dei laghetti, dare maggiore risalto ai tanti reperti archeologici presenti negli Antiquarium cittadini (Tindari e Patti Marina), creare delle convenzioni con le varie Sovrintendenze siciliane col fine di creare una mostra, anche solo temporanea, che possa raggruppare ed esporre i vari reperti scoperti a Tindari tra l’800 ed il ‘900 e che oggi si trovano per lo più al museo Salinas di Palermo (collezione Fagan) ed in tantissimi depositi museali ed universitari siciliani; quale migliore luogo se non il Palazzo Galvagno o l’ex Convento di San Francesco per creare un polo museale di spessore?

Certamente questo finanziamento regionale si muove verso la giusta direzione; l’antica Tyndaris, è una città ancora sepolta per lo più, e sono certo che saprà dare nuove emozioni a chi ama l’archeologia; confido in un crescente interesse da parte della Regione ed un occhio di riguardo dalle future amministrazioni comunali.

Federico ImpalĂ  consigliere comunale di Patti

 

Patti – Lavori di restyling dell’antica Tyndaris. ImpalĂ : “Finalmente ci siamo” ultima modifica: 2021-02-16T19:44:24+01:00 da CanaleSicilia