Home Attualità Paolo Aiello racconta il ritrovamento delle ossa umane a Gioiosa Guardia

Paolo Aiello racconta il ritrovamento delle ossa umane a Gioiosa Guardia

2,299

Ritrovamento ossa umane a Gioiosa Guardiadi Maria Cristina Miragliotta – Passeggiata tra i ruderi di Gioiosa Guardia… con macabra sorpresa per Paolo Aiello, agronomo di Patti.

Risale a una quindicina di giorni fa la scoperta di Paolo Aiello. Durante una passeggiata al sito archeologico di Gioiosa Guardia, ha notato su un cumulo di detriti e materiale terroso teschi umani e numerose ossa umane.

Le ossa, risalenti presumibilmente al 1700, provengono dallo svuotamento di alcune cisterne (apparentemente contenenti terra) utilizzate dagli antichi abitanti per la raccolta delle acque piovane e poi, al momento dell’abbandono del sito, trasformate in ossari.

Probabilmente lo svuotamento “non autorizzato” delle cisterne è opera di soggetti alla ricerca di oggetti preziosi e di valore.
Della scoperta il giovane pattese ha subito informato i Carabinieri della stazione di Gioiosa Marea e la Soprintendenza ai beni culturali ed ambientali di Messina.

La vicenda, alquanto singolare, è importante per cercare di catalizzare l’attenzione da parte delle istituzioni sulla necessità di tutelare beni archeologici e storici che fanno parte del nostro patrimonio culturale e nel contempo avviare concrete iniziative per la valorizzazione della vecchia città fantasma.

Nel video il racconto del ritrovamento dalla voce di Paolo Aiello

Servizio di Cristina Miragliotta – Riprese e montaggio del 14 oggobre 2014

Le foto utilizzate nel servizio sono di Paolo Aiello

Paolo Aiello racconta il ritrovamento delle ossa umane a Gioiosa Guardia ultima modifica: 2014-10-14T18:41:33+02:00 da CanaleSicilia