Home Sport Palermo Calcio: le partite più belle

Palermo Calcio: le partite più belle

635

Calcio

C’è stato un tempo, nemmeno troppo lontano, in cui il Palermo ha fatto sognare i propri tifosi, il Barbera si riempiva e il sostegno dell’intero stadio spingeva i rosanero a compiere imprese eccezionali, come battere le big del calcio italiano e arrivare a giocarsi persino la Coppa Italia.

Il calcio racconta spesso storie bellissime, storie in cui le piccole squadre o le sfavorite hanno ribaltato i pronostici e sconfitto le big, storie di vittorie inaspettate e incredibili. Anche il Palermo, fondato nel lontanissimo 1900, ha vissuto momenti di gloria, soprattutto tra il 2004 e il 2013, quando ha giocato per 9 anni di fila nella massima serie, spesso ottenendo piazzamenti importanti.

E il racconto delle gare più belle del Palermo comincia con una data storica: il 29 maggio 2004, i rosanero sconfiggono la Triestina per 3-1 e tornano in A dopo ben 32 anni di purgatorio. 

Il Palermo, guidato da Francesco Guidolin, storico allenatore del leggendario Vicenza degli anni ‘90, può contare in attacco su Luca Toni, bomber di razza che sarà protagonista negli anni a venire in A e con la Nazionale; i tre punti arrivano proprio grazie a una doppietta del gigante emiliano, seguiti da un gol del mitico – mai aggettivo fu più appropriato – Emanuele Filippini.
La squadra e la città possono finalmente festeggiare il ritorno nella massima serie.

La prima stagione in A porta in dote alcune partite memorabili, tra cui il pareggio fuori casa contro l’Inter il 18 settembre 2004. Nell’Inter giocano fior di campioni, tra cui Adriano, che segna il gol di vantaggio. Ma i nerazzurri non hanno fatto i conti con Zauli e Toni, che insieme confezionano il gol del pareggio. Una gara importante, che mette subito in chiaro una cosa: il Palermo non è in A per far da comparsa. E i 10mila palermitani al seguito della squadra lo dimostrano.

C’è un’altra data segnata sul calendario, il 5 febbraio 2005, quando il Palermo sconfigge la Juventus in casa. I bianconeri possono contare su giocatori come Ibrahimovic, Del Piero, Trezeguet, Thuram e Cannavaro, Emerson e Zambrotta: ma è Franco Brienza a prendersi la scena, siglando il gol decisivo al 12’ del primo tempo. Fare lo scalpo a quella che probabilmente era una delle più forti in Europa è una grande soddisfazione e una gioia enorme per i tifosi assiepati al Barbera.

Il 10 settembre 2005, il Palermo fa un’altra vittima eccellente. Reduce da un secco 3-0 al Treviso, in Sicilia sbarca l’Inter di Roberto Mancini, pronto a fare un sol boccone dei rosanero. Ma la partita prende una piega del tutto diversa da quello che ci si aspettava e nemmeno il bomber Adriano, in stato di grazia, riesce a cambiare le sorti. Ad aprire le danze, ci pensa Eugenio Corini con una punizione che trafigge un ancora acerbo Julio Cesar. Nel secondo tempo, al 5’, Terlizzi sigla il 2-0 e ci pensa poi Makinwa a chiudere la pratica segnando il 3-0. A poco servono il gol di Cruz al 40’ e l’autogol di Barzagli al 50’: l’Inter esce dal Barbera con le ossa rotte in una gara che i tifosi rosanero ancora ricordano.

Anche l’Europa regala gioie al Palermo: la vittoria per 1-0 contro lo Schalke 04 in Europa League, nel marzo 2006 e, soprattutto, la doppia sfida contro il West Ham di Mascherano e Tevez nel settembre dello stesso anno: all’andata, è un gol di Caracciolo a stendere gli Hammers, mentre al ritorno è protagonista il centrocampista brasiliano Fabio Simplicio, autore di una doppietta, a cui si aggiunge il gol del bomber Di Michele.

Una delle partite storiche, forse la più storica di tutte, si è conclusa con una sconfitta: la finale di Coppa Italia del 2011. Il Palermo arriva sorprendentemente all’ultimo atto della coppa nazionale e affronta l’Inter, solo un anno prima campione d’Europa e campione del Mondo. Eppure, sul campo, la squadra di Delio Rossi crea parecchi fastidi ai nerazzurri prima che il ciclone Eto’o travolga i rosanero. Nonostante la sconfitta per 3-1, la partita è una pietra miliare nella storia del Palermo Calcio. 

In tempi meno belli, restano nella memoria i grandi anni del Palermo in A, senza dimenticare il Catania, altra grande protagonista del passato recente della più importante torneo calcistico del paese. 

Palermo Calcio: le partite più belle ultima modifica: 2022-04-25T13:04:49+02:00 da CanaleSicilia