Home Politica Obiettivo Gioiosa – “Spanò si attivi, prenda carta e penna e scriva”

Obiettivo Gioiosa – “Spanò si attivi, prenda carta e penna e scriva”

1,872

Ignazio Spanò - Eduardo Spinella

SINDACO SPANÒ SI ATTIVI, PRENDA CARTA E PENNA E SCRIVA SENZA PIU’ INDUGIARE ALL’ANAS E A TUTTI GLI ENTI DI COMPETENZA!

E’ questo l’esito del Consiglio Comunale di Gioiosa Marea svoltosi il 05/07/2019 su richiesta del gruppo di opposizione “Obiettivo Gioiosa” avente ad oggetto “Chiusura S.S. 113 e transitabilità strade alternative”.

Durante i lavori consiliari è emerso che:

  • Nessuna istanza, richiesta, sollecitazione, a due anni dal suo nuovo insediamento, Il Sindaco Ignazio Spanò ha ufficialmente e formalmente avanzato per chiedere il rispetto degli impegni assunti dall’ANAS relativamente al Piano di salvaguardia e riqualificazione della SS113. Piano di salvaguardia che è stato presentato e illustrato dal Presidente dell’ANAS in data 08 maggio 2017 durante un incontro pubblico presso l’Auditorium Comunale di Gioiosa Marea, scandendo un cronoprogramma in base al quale l’ANAS, che ha di fatto la responsabilità della messa in sicurezza della SS 113, ha finalmente assunto l’onere di redigere una programmazione puntuale e risolutiva attraverso interventi di manutenzione straordinaria nei tratti più critici, al fine di rendere sicura la viabilità. Già in quell’occasione si è ufficialmente detto che l’ANAS aveva iniziato ad effettuare gli studi e gli approfondimenti di natura tecnica, impegnando anche le risorse necessarie (circa un milione di euro) per addivenire a stretto giro ad una progettualità puntuale che attraverso le soluzioni più idonee, (gallerie paramassi, consolidamenti, tratti alternativi con tunnel) avrebbe finalmente permesso di impegnare le risorse necessarie a concretizzare la messa in sicurezza della SS 113.
  • Nessuna istanza e/o sollecitazione il Primo Cittadino ha, ufficialmente e formalmente, posto in essere per garantire la percorribilità in sicurezza delle strade provinciali che insistono sul nostro territorio le quali si trovano ad oggi in totale stato di degrado ed incuria e in particolare della SP 135, che attualmente risulta la principale arteria di collegamento da e verso Patti vista la chiusura della SS113, Il Sindaco ha “interloquito” non facendo seguire, però, alcuna diffida, né intervenendo in danno vista la situazione emergenziale;
  • Nessuna istanza il Primo Cittadino ha, ufficialmente e formalmente, posto in essere per chiedere all’ANAS di organizzare i lavori attualmente in corso sulla SS113 con il transito a senso unico alternato o consentito durante determinate fasce orarie, così come fatto in passato, limitando così i disagi per i cittadini e per le attività turistico-commerciali derivanti dall’attuale chiusura al transito della strada disposta dal 19 giugno a seguito del crollo di calcinacci nella galleria artificiale Capo Calavà e che proseguirà verosimilmente sino al 25 luglio;
  • Nessuna esenzione ad oggi si è avuta per il pedaggio autostradale e non si è capito se e quando il Sindaco ha avanzato istanza agli Enti di competenza (CAS-Ministero Infrastrutture);
  • Nessuna richiesta ha il primo cittadino posto in essere formalmente e ufficialmente a TRENITALIA e agli enti di competenza per differire la chiusura della tratta ferroviaria Gioiosa Marea-Patti prevista per il prossimo 10 luglio per lavori di manutenzione;

Il Sindaco ad oggi ha solo avanzato richiesta per un tavolo tecnico presso la prefettura ad oggi ancora non tenutosi e continua a dire di aver, comunque, “parlato”, “interloquito”, insomma chiacchierato e come in passato continua a non affrontare seriamente e concretamente la criticità in atto che sta ulteriormente piegando l’economia già asfittica della nostra Gioiosa. Durante il Consiglio Comunale si è ribadito che l’Anas sta continuando gli studi preliminari necessari ad addivenire ad una progettualità per la messa in sicurezza della SS113 come da impegno assunto con il “Piano di Salvaguardia” concretizzando per la prima volta e dopo decenni quanto richiesto dalla comunità.

Tutto ciò si è ottenuto a seguito di RICHIESTE, ISTANZE, LETTERE FORMALMENTE E UFFICIALMENTE INVIATE CON TANTO DI PROTOCOLLI ALL’ANAS, alla Direzione Generale del Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti, alle Istituzioni Politiche e a tutti gli Enti di Competenza, NON SICURAMENTE SOLO CON PAROLE E SEMPLICI INTERLOCUZIONI. Le parole da sole sono state e sono anche oggi, purtroppo, pagate a caro prezzo dalla comunità caro Sindaco!

Pertanto, Sindaco, si attivi come Le abbiamo indicato con l’atto di indirizzo formalizzato dal Presidente del Consiglio Comunale, integrato dal nostro gruppo, e votato all’unanimità da tutti i consiglieri!

PRENDA CARTA E PENNA e diffidi formalmente e immediatamente l’ANAS a riaprire il transito sulla SS113 a senso unico alternato o a fasce orarie allo scopo di attenuare i disagi dei cittadini;

PRENDA CARTA E PENNA e solleciti costantemente e formalmente l’ANAS al rispetto degli impegni programmatici assunti con il Piano di Salvaguardia e riqualificazione della SS113 e del cronoprogramma definito per la redazione dei progetti necessari a risolvere definitivamente le problematiche di viabilità della Strada Statale.

Il Gruppo Obiettivo Gioiosa

Obiettivo Gioiosa – “Spanò si attivi, prenda carta e penna e scriva” ultima modifica: 2019-07-07T10:32:16+02:00 da CanaleSicilia