Home Cronaca Non rispetta la sospensione dell’attività, si passa al sequestro cautelativo

Non rispetta la sospensione dell’attività, si passa al sequestro cautelativo

1,920

Controllo Esercizi Commerciali PoliziaLa Squadra Amministrativa del Commissariato Centrale, coadiuvato da personale del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica e con l’ausilio di personale dell’ASP-Ufficio Igiene Pubblica, del Dipartimento di Veterinaria dell’ASP di Catania, e del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, ha proceduto al controllo di due esercizi pubblici.

Il primo è stato effettuato presso una attività di ristorazione dove non sono state rilevate infrazioni ma, anzi, la perfetta osservanza delle norme sulla conservazione degli alimenti, sull’igiene e sul rispetto delle norme a tutela dei lavoratori.

Un altro controllo presso un laboratorio bar dove in questo caso è stata disposta la sospensione della licenza perché, a seguito dell’accertamento, sono state rilevate carenze igienico sanitarie e strutturali. Infatti, i locali e le attrezzature mostravano sporcizia pregressa e si notava la totale assenza di pulizia dei locali laboratorio, dei pavimenti, della zona somministrazione e della zona sottostante le pedane poste dietro il bancone del bar dove erano evidenti muffe, cumuli di fondi di caffè e incrostazioni di spessa sporcizia.

Controllo Esercizi Commerciali PoliziaA cura del personale del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, sono state elevate sanzioni amministrative per un importo totale di € 3.400, oltre alla sospensione dell’attività di laboratorio.

Purtroppo, nella mattinata di ieri, personale del medesimo Commissariato Centrale ha accertato che il provvedimento di sospensione dall’attività di laboratorio non è stato rispettato: ciò ha comportato il sequestro cautelativo dell’attività commerciale, operato unitamente a personale dell’ASP di Catania e alla denuncia all’A.G. dei soci amministratori della societa’ che gestisce il predetto bar-laboratorio, M.G. e M.R. che adesso dovranno rispondere, in concorso tra loro, dei reati di inosservanza a dei provvedimenti dell’Autorità.

Non rispetta la sospensione dell’attività, si passa al sequestro cautelativo ultima modifica: 2016-09-29T13:46:16+02:00 da CanaleSicilia