Home Cronaca Mafia – La DIA confisca ad imprenditore palermitano beni per oltre 100 milioni di euro

Mafia – La DIA confisca ad imprenditore palermitano beni per oltre 100 milioni di euro

2,079

DIA Direzione Investigativa Antimafiadi Lorenzo Scaffidi C. – Gli uomini della Direzione Investigativa Antimafia, in un’operazione eseguita alle prime luci dell’alba a Palermo, hanno confiscato, all’imprenditore edile con interessi nel settore turistico alberghiero Calcedonio Di Giovanni, oltre 400 unità abitative per un valore complessivo superiore ai cento milioni di euro. Il provvedimento è del Tribunale di Trapani su proposta del direttore della Dia Nunzio Antonio Ferla.

All’uomo, originario di Monreale, sono stati imposti anche tre anni di sorveglianza speciale, con obbligo di dimora nel comune di residenza. Il valore del patrimonio confiscato è stimabile in oltre 100 milioni di euro: oltre a società con sedi a San Marino e Londra, c’è anche il noto villaggio turistico “Kartibubbo” di Campobello di Mazara, che avrebbe anche ospitato pregiudicati mafiosi latitanti. Negli anni più recenti, attraverso artificiosi meccanismi fraudolenti, Di Giovanni ha avuto accesso a rilevantissimi finanziamenti pubblici nazionali e comunitari, coinvolgendo nei propri progetti anche interessi della mafia di Castelvetrano.

“Sotto il profilo patrimoniale – si legge in una nota della Dia – è stata accertata l’esistenza di una palese situazione di sperequazione fra redditi dichiarati dall’imprenditore e la formazione del patrimonio, riconducibile, in gran parte, a proventi illeciti derivanti dai reati di lottizzazioni abusive, truffe, furti, omissioni contributive, fatturazioni per operazioni inesistenti e bancarotta per distrazione. Il Tribunale di Trapani ha quantificato in oltre sessanta milioni di euro il debito di Di Giovanni nei confronti dell’Erario per evasione fiscale”.

Mafia – La DIA confisca ad imprenditore palermitano beni per oltre 100 milioni di euro ultima modifica: 2016-10-05T11:40:15+02:00 da CanaleSicilia