Home Cronaca I fatti di cronaca nel messinese durante il weekend

I fatti di cronaca nel messinese durante il weekend

2,180

Sostanza StupefacenteArrestato dalla Polizia trentenne per droga, trovato in possesso di 271 grammi di marijuana.

Nella tarda mattinata di sabato, la Squadra Mobile ha proceduto all’arresto di Gugliandolo Giuseppe, trentenne messinese, colto nella fragranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

La perquisizione all’interno della sua abitazione ha consentito il rinvenimento di 271 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle singole dosi.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’uomo sarà giudicato oggi con rito direttissimo.

Durante la perquisizione i poliziotti hanno rinvenuto anche un motociclo, con ogni probabilità, di provenienza furtiva. E’ scattata pertanto la denunzia per il reato di ricettazione.

 


 

ViolenzaRione Bisconte. 30enne pregiudicato picchia selvaggiamente la compagna, i poliziotti lo bloccano ed arrestano in flagranza per il reato di lesioni personali aggravate.

All’arrivo dei poliziotti delle Volanti in casa sua brandiva ancora la tenaglia con cui aveva colpito selvaggiamente la compagna. Continuava a minacciare lei e la suocera nonostante fosse presente la figlioletta di pochi anni.

Gli agenti lo hanno bloccato, non senza difficoltà. Poi hanno subito provveduto a soccorrere le due donne che, medicate presso un ospedale cittadino, hanno riportato ferite giudicate guaribili, la suocera in giorni 6, la compagna in giorni 25. Quest’ultima ha infatti riportato una frattura delle ossa del naso, un trauma cranico, contusioni ed ematomi alle braccia.

Pare sia stata la gelosia e l’alcool a far scattare la furia dell’uomo che non avrebbe esitato a colpire più volte al capo ed al volto la donna e a prendersela con la suocera quando questa ha cercato di difendere la figlia. Durante l’aggressione non ha risparmiato vasi, piatti e bicchieri, per poi distruggere tavolo e sedie, persino due porte dell’appartamento.

I successivi accertamenti hanno confermato precedenti denunce da parte della donna. L’ultima lo scorso aprile quando il compagno era stato arrestato per lesioni personali aggravate e per resistenza a pubblico ufficiale, a seguito della quale era stato sottoposto agli arresti domiciliari.

Per quanto accaduto ieri, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sarà giudicato stamani con rito direttissimo.

 


 

Selvaggio Concetta - Pronesti’ GiacomoFurto all’Ipercoop del Parco Corolla di Milazzo

Nella giornata di ieri i Carabinieri della Stazione di Milazzo, agli ordini del Maresciallo Capo Tommaso La Rosa, intervenuti all’Ipercoop del Parco Corolla, hanno tratto in arresto in flagranza per furto aggravato due conviventi di Messina, entrambi già noti alle forze dell’ordine: Pronesti’ Giacomo, classe 1972 e Selvaggio Concetta, classe1968.

I due compagni in concorso tra loro avevano ideato un modo ingegnoso per asportare prodotti dall’Ipermercato.

Coprendosi a vicenda, riuscivano a portare la merce d’interesse in aree meno trafficate dell’ipermercato e meno sorvegliate dall’impianto di videosorveglianza e con grande destrezza riuscivano a privare la merce dei dispositivi antitaccheggio.

I due messinesi, non nuovi a questo tipo di reato, approfittando della grande folla della domenica pomeriggio, questa volta si erano “dedicati” ai profumi e deodoranti, asportandone circa 50.

Il furto sarebbe andato avanti ancora per molto se non fossero intervenuti i Carabinieri, i quali, allertati dal servizio di vigilanza dell’Ipercoop, sorprendevano marito e moglie nella flagranza del reato recuperando l’intera refurtiva rubata che ammonta a circa 500 euro. I due coniugi messinesi, tratti in arresto per furto aggravato in concorso, venivano accompagnati presso le loro abitazioni in regime di arresti domiciliari.

 


 

Violenza sulle donneEnnesima aggressione ai danni della moglie, la Polizia procede all’arresto per lesioni personali aggravate.

Ha usato una cintura in cuoio con fibbia in metallo per colpire la moglie ripetutamente e violentemente. Le cinghiate sono seguite ai calci e pugni e sono state interrotte solo perché lei avrebbe afferrato un coltello per difendersi. Presenti la figlia di 8 mesi e l’altra di 3 anni che avrebbe tentato di allontanare il padre e sarebbe stata spinta via.

I poliziotti delle Volanti intervenuti in casa della coppia – lui ventottenne incensurato, lei ventiquattrenne – hanno trovato la donna in evidente stato di shock con ecchimosi visibili al capo e al volto.

La stessa, dopo essere stata medicata da personale del 118, ha raccontato di una lunga serie di aggressioni, mai denunciate però. Ieri l’ennesima lite, l’ingiustificata violenza e quindi la scelta di chiedere aiuto alla Polizia.

L’uomo è stato arrestato per il reato di lesioni personali aggravate. E’ stato, inoltre, denunciato per il reato di minacce gravi. Quando, infatti, la moglie gli ha comunicato di volerlo denunziare, lui l’avrebbe minacciata di morte.

Stamani, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sarà giudicato con rito direttissimo.

 


 

ArrestoAttacca verbalmente e poi a pugni poliziotti impegnati nel controllo del territorio, arrestato per violenza, resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale.

Lo Presti Gaetano, sessantenne pregiudicato messinese, arrestato dagli agenti delle Volanti per violenza, resistenza ed oltraggio a pubblico ufficiale, si trovava sabato, alle 23.30 circa, in via Calabria.

Quando i poliziotti lo hanno avvicinato, la sua reazione è stata spropositata ed ingiustificata. Agli agenti che stavano verificando una nota della Sala Operativa con la quale si segnalava la possibile presenza di uno scassinatore di auto all’opera, il sessantenne ha infatti risposto con ogni tipo di ingiurie e minacce alla presenza di numerosi cittadini nel frattempo radunatisi. Ha quindi cercato di assestare due pugni in volto ad un poliziotto e, nonostante i tentativi di riportarlo alla calma, non ha esitato a mordere le mani degli agenti.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sarà giudicato stamani con rito direttissimo.

I fatti di cronaca nel messinese durante il weekend ultima modifica: 2014-10-20T12:52:21+02:00 da CanaleSicilia