Home Politica Il gruppo consiliare Uniti per Gioiosa: “Non si conosce la fondamentale differenza esistente tra gli strumenti dell’ INTERPELLANZA e dell’INTERROGAZIONE”

Il gruppo consiliare Uniti per Gioiosa: “Non si conosce la fondamentale differenza esistente tra gli strumenti dell’ INTERPELLANZA e dell’INTERROGAZIONE”

1,303

Movimento Poitico Uniti Per Gioiosa

GRUPPO CONSILIARE “UNITI per GIOIOSA”

COMUNICATO

Purtroppo dobbiamo constatare, soprattutto per quei Cittadini i quali, legittimamente, hanno dato loro fiducia, che autorevoli esponenti della maggioranza Consiliare, ed autorevoli esponenti della Giunta Municipale, mostrano di NON CONOSCERE la fondamentale differenza esistente tra gli strumenti dell’ INTERPELLANZA e dell’INTERROGAZIONE.

Spiace altresi’, ma siamo costretti – nostro malgrado – causa le rutilanti levate di scudi delle ultime ore, a dover utilizzare il presente Comunicato per fare chiarezza nella torbida atmosfera che e’ stata creata, a causa delle sprovvedute uscite non solo dei diretti interessati, ma anche di improvvisate comparse che, spericolatamente, sono salite sul palcoscenico, convinte, erroneamente, di avere i mezzi per sostenere le insidie della scena.

Con l’INTERROGAZIONE, si chiede di conoscere se un fatto sia vero, se il Sindaco o la Giunta abbiano avuto notizia in ordine ad una determinata questione e se tale informazione sia esatta.

Con l’INTERPELLANZA, si chiede al Sindaco o alla Giunta di conoscere i motivi o gli intendimenti della loro condotta in ordine ad una determinata questione.

Non a caso abbiamo usato lo strumento dell’INTERROGAZIONE: infatti volevamo sapere se fosse vero – e, ad oggi, non lo sappiamo – quanto oggetto dell’interrogazione medesima. I condizionali, opportunamente utilizzati, servono proprio a questo: evidenziare un dubbio sperando – ad oggi invano – di avere certezze, in senso positivo o negativo, dai diretti interessati nonche’ da chi, come da Regolamento, deve darle.

Se avessimo avuto certezza di fatti e circostanze avremmo usato l’INTERPELLANZA.

Il tutto, lo ribadiamo, avendo costantemente e come sempre, la lucida consapevolezza di esercitare sino in fondo il nostro mandato di Consiglieri Comunali, che rivendicano il libero esercizio delle prerogative intimamente connesse allo svolgimento del proprio ruolo, che non puo’ comportare ogni volta, come gia’ avvenuto in passato (vedi affare Dasein), di ottenere, in luogo della risposta – che ad oggi non c’e’ stata – la solita minaccia di ricorrere alla via Giudiziaria che, sia chiaro, non solo non ci intimorisce, ma non fara’ attenuare, nemmeno per un istante, il nostro impegno a difesa di principi e valori che riteniamo imprescindibili. In piu’, nell’occasione, al posto della risposta, si e’ invocato addirittura il ribaltamento dei ruoli, chiedendoci di essere noi a fornire le risposte al quesito da noi stessi proposto (!!), IGNORANDO TOTALMENTE, in modo imbarazzante, non solo le caratteristiche fondamentali della carica che si ricopre, ma anche i rudimenti delle norme che regolano lo svolgimento dell’attivita’ Amministrativa.

Sara’ solo “un caso” che, in Consiglio Comunale, il Regolamento approvato nelle scorse settimane, sia stato oggetto di ben 22 emendamenti provenienti dal nostro Gruppo uno dei quali, ed e’ ancora un caso, avente proprio ad oggetto l’inserimento dello strumento dell’INTERROGAZIONE, argomento evidentemente “ostico” ad alcuni esponenti dell’Amministrazione i quali, ancora oggi, NE IGNORANO IL SIGNIFICATO.

Attendiamo infine, che il Sindaco espleti con dovuta prudenza e cautela gli annunciati “riscontri”, al fine di avere, dagli ORGANI PREPOSTI, le dovute risposte alle nostre domande, togliendo finalmente spazio tanto ai commenti livorosi, ai vacui anatemi, alle invidie mal represse, quanto alla sconfortante e conclamata NON CONOSCENZA delle fondamentali regole che disciplinano l’attivita’ degli Organismi di cui, a scapito di queste sconcertanti risultanze, si fa comunque parte.

Il Gruppo Consiliare
Uniti per Gioiosa

Il gruppo consiliare Uniti per Gioiosa: “Non si conosce la fondamentale differenza esistente tra gli strumenti dell’ INTERPELLANZA e dell’INTERROGAZIONE” ultima modifica: 2013-06-09T20:30:40+02:00 da CanaleSicilia