Home Attualit√† Gioiosa Marea – Marcello Catalfamo scrive al consigliere Daniela Spinella: “La differenza che c’√® tra amministrare e comandare”

Gioiosa Marea – Marcello Catalfamo scrive al consigliere Daniela Spinella: “La differenza che c’√® tra amministrare e comandare”

1,231

Marcello CatalfamoLettera aperta di Marcello Catalfamo al Consigliere Comunale Daniela Spinella.

Carissima Daniela, mi permetto di avere con te un tono amichevole, perchè ci conosciamo da tanti anni, e perchè questo mio intervento non è un attacco alla tua persona, ma solo un commento alla tua nota apparsa in questi giorni su un conosciutissimo sito gioiosano.

Come socio della polisportiva Gi√≤ Coletta e come rappresentante di quella bellissima esperienza politica che stata la lista ‚ÄúSar√† Gioiosa‚ÄĚ, non riesco ad essere neutrale rispetto alla tua difesa della Giunta Comunale nei confronti dell’azione intrapresa giorni fa da Franco Maraffa.

Ti ricordo come una compagna di scuola in cui ammiravo doti di sincerità e obbiettività, inoltre sappiamo tutti che in passato sei stata anche tu una giocatrice di pallavolo, anzi, mi permetto di dire, che rappresentavi una delle eccellenze gioiosane in questo sport.

Con queste premesse, pensi seriemente che il pallone di gomma da mini-volley che qualche bambina usa per allenarsi, rappresenta un terribile pericolo per il nostro auditorium?

Siamo perfettamente d’accordo che la struttura in questione non √® idonea per fare sport, ma quante sono e quante sono state le attivit√† svolte nei nostri edifici pubblici, usando locali che avevano tutt’altra destinazione d’uso? Devo elencarle tutte?

Secondo me, cara Daniela, la principale dote che dovrebbe avere un amministratore √® quella di risolvere i problemi, non di crearli. Se queste bambine non possono usare l’auditorium nei giorni di maltempo, dove dovrebbero andare? Vi siete posti il problema di trovare un’alternativa?

Concedere l’uso dell’auditorium comunale per fare allenamenti √® stato un atto di buon senso, dettato dalla necessit√† di consentire lo svolgimento di un’attivit√† che a Gioiosa Marea ha una tradizione, e questo tu lo sai bene.

Daniela SpinellaTogliere questa concessione è stato un atto autoritario.

E non venirmi a parlare dei soldi incassati dalla polisportiva Giò Coletta per il mini-volley, perchè non voglio annoiare i lettori elencando tutte le società sportive e le associazioni che usano strutture pubbliche per la loro attività, incassando compensi che nella maggior parte dei casi servono solo a pagare le spese.

Poi, quella osservazione che la polisposrtiva Gi√≤ Coletta potrebbe pagare il pulmino √® proprio fuori luogo: dovresti sapere che la nostra societ√† chiede 1.50 euro l’ora alle bambine, vorrei capire come si fa a pagare un pulmino per il trasporto giornaliero con queste cifre.

Ci hai accusato di strumentalizzare questa vicenda per fini politici.

Giovanni, Franco, Eduardo e il sottoscritto (perch√® quel pomeriggio, con Franco al comune c’ero pure io) abbiamo condiviso un’esperienza bellissima che si √® chiamata ‚ÄúSar√† Gioiosa‚ÄĚ. E’ stato uno di quei momenti che vale la pena di vivere, perch√® ispirato da ideali e passione.Tra noi √® rimasta amicizia, ci lega qualcosa che abbiamo condiviso insieme. Sentivamo il dovere di essere vicini ad un nostro amico per dargli sostegno, poi, se tu in tutto questo ci vedi secondi fini, √® un tuo problema.

Cara Daniela, io non credo che pensavi veramente le cose cha hai detto: diciamo che hai provato a fare una doverosa difesa d’ufficio. Giustamente, sei in questa coalizione e cerchi di difenderla, sempre e comunque. Ma ti sei dovuta arrampicare sugli specchi !

Di te ho sempre pensato che sei una persona positiva, che vuoi costruire perchè ami il tuo paese: usa queste qualità per far cambiare metodo a chi sostieni e difendi.

Amministrare è cosa ben diversa dal comandare !

Con amicizia,
Marcello Catalfamo.

Gioiosa Marea – Marcello Catalfamo scrive al consigliere Daniela Spinella: “La differenza che c’√® tra amministrare e comandare” ultima modifica: 2014-02-04T14:27:15+01:00 da CanaleSicilia