Home Attualità Gaetano Porcasi: “Mi spenderò solo per i giovani” La Pittura Antimafia e l’esperienza di AULA AUT alla Bocconi di Milano

Gaetano Porcasi: “Mi spenderò solo per i giovani” La Pittura Antimafia e l’esperienza di AULA AUT alla Bocconi di Milano

1,348

Gaetano Porcasi - BocconiSonny Foschino: “Verso la costituzione dell’Associazione Nazionale; una rivoluzione inarrestabile.”

I tempi cambiano, questo lo si sa. Ma chi l’avrebbe mai detto che, prima o poi, un gruppo di studenti messinesi sarebbero diventati tema di una lectio magistralis alla Bocconi di Milano? Sembra qualcosa di surreale, eppure è accaduto proprio in occasione dell’esposizione dei quadri del pittore antimafia Gaetano Porcasi, partner e cofondatore dell’associazione “Peppino Impastato” che, in occasione del suo incontro con gli studenti della rinomata facoltà lombarda, ha portato come esperienza di vita il cammino di AULA AUT, il valente progetto culturale creato e portato avanti magistralmente da un gruppo di studenti messinesi ai quali Porcasi è molto legato. Tanto entusiasmo, tanta curiosità, tanta voglia di fare attorno a queste menti giovani, fresche, incontaminate che stanno contribuendo ad un celere cambiamento che sta pervadendo in maniera inarrestabile la città di Messina.

Un momento sicuramente importante quello che ha visto il pittore Gaetano Porcasi impegnato in questa lezione con gli studenti il 24 giugno, alla presenza delle più alte cariche istituzionali, politiche e militari della città tra cui il prefetto Camillo Andreana che ha fatto gli onori di casa.

Ed è proprio con un filo di emozione nella voce che il giovane pittore siciliano ha condotto i presenti in un viaggio storico trascendentale, servendosi della potenza incontrastata di un’immagine dentro la quale si possono cogliere migliaia di sfaccettature. Ha poi parlato, oltre che della storia siciliana, di questa nuova Banda del Sogno Interrotto che ormai opera a Messina da qualche mese: i ragazzi del progetto AULA AUT, facenti parte dell’associazione Peppino Impastato della quale Porcasi è anche socio fondatore.

“L’esperienza di AULA AUT sta segnando non solo Messina. Vi posso assicurare che a Palermo se ne Parla, a Catania se ne parla, a Trapani se ne parla. Ovunque se ne parla. Presto i ragazzi firmeranno anche un protocollo d’intesa con l’associazione Nazionale Cittadini Contro le Mafie.

Porcasi ha detto agli studenti: “Nella mia pittura vive l’esperienza che io voglio regalare ai giovani, con i giovani e per i giovani. Assieme ai ragazzi del Messinese e di tutta la Sicilia stiamo creando qualcosa di veramente importate: il primo museo nazionale antimafia che sorgerà a Messina. È una città, una terra che alza la testa definitivamente”.

Un incontro che ha tenuto con il fiato sospeso tutti i presenti che hanno posto domande e questioni su quanto sia valida a livello sociologico la Pittura antimafia e su come stia influendo l’opera dei movimenti giovanili come AULA AUT dediti alla promulgazione sociale e culturale. Porcasi ha risposto che tutto nasce spesso come una sfida, per diventare poi una sfida di tanti, come sta accadendo proprio in Sicilia dove l’associazione Impastato avrà tra i punti cardine la promulgazione della pittura antimafia a livello nazionale ed europeo.

Intanto sempre alla Bocconi la notizia che una delle opere di Gaetano Porcasi sarà il tema principale della tessera dell’associazione Nazionale Peppino Impastato, campagna che inizierà dal primo agosto 2013. Lo stesso pittore ha annunciato di essere in procinto di realizzare delle opere che hanno come oggetto i giovani messinesi di AULA AUT e del progetto che stanno portando avanti

Sonny Foschino, portavoce ufficiale, in questa fase costituenda, dell’associazione Peppino Impastato e uno dei principali attivisti del messinese, ha annunciato: “è un vortice inarrestabile che sta pervadendo la coscienza e l’anima di molti: o si cambia ora, o non si cambia più! AULA AUT è la dimostrazione lampante che gli studenti possono tornare ad essere finalmente padroni di una coscienza, di una dignità e di un futuro per troppo tempo negato. Non mi stupisce che se ne parli alla Bocconi: è un caso singolare in Italia.”

Claudio Panebianco

Gaetano Porcasi: “Mi spenderò solo per i giovani” La Pittura Antimafia e l’esperienza di AULA AUT alla Bocconi di Milano ultima modifica: 2013-06-28T19:26:50+02:00 da CanaleSicilia